Torino, figlio di No Vax lasciato da solo in palestra

Il bimbo di 4 anni è stato messo in "isolamento" perché non in regola con i vaccini. "Hanno umiliato mio figlio lasciandolo solo", ha tuonato il padre

Ha trascorso il primo giorno di scuola dopo il ritorno dalle vacanze da solo, in palestra, lontano dai suoi compagni di classe. Un bimbo di 4 anni è stato messo in "isolamento" perché non in regola con i vaccini. È successo alla scuola dell’Infanzia Arcimboldo a Settimo Torinese, in provincia di Torino.

Con l'apertura del nuovo anno scolastico, tornano le polemiche sui vaccini e sull'accesso degli alunni alle loro classi. Le scuole comunali di Settimo hanno infatti deciso, all'unanimità, di mettere in atto uno misura restrittiva per le famiglie con bambini non in regola con le vaccinazioni. Per questo motivo, il bimbo è stato portato in palestra invece che nella sua classe.

Lo sfogo del padre

"Hanno umiliato mio figlio lasciandolo solo - ha raccontato il padre -. Non abbiamo infranto nessuna regola. Per puro scrupolo la settimana prima dell’inizio della scuola ho inviato tramite una pec la documentazione necessaria: la circolare della Regione Piemonte e la prenotazione dell’Asl al primo richiamo, il 21 settembre".

Come riporta il Corriere, la dirigente dell'istituto ha chiamato i carabinieri che sono intrevenuti sul posto per verbalizzare l'espidosio e segnalare il caso in procura. "Anche noi abbiamo fatto esposto alla Procura di Ivrea per abuso su minore, abuso di atti d’ufficio e per violazione di privacy", ha spiegato il padre del bimbo.

Questa mattina il piccolo alunno è stato portato di nuovo a scuola. Dopo che i genitori hanno minacciato di querelare insegnati e preside, la dirigente lo ha fatto stato entrare in classe.

Commenti

smiley1081

Mar, 11/09/2018 - 15:47

Padre del pargolo, non solo loro ad aver umiliato tuo figlio, SEI TU ad averlo umiliato, non vaccinandolo.

krgferr

Mar, 11/09/2018 - 16:04

In questo gioco idiota a cominciare mi sembra sia stato proprio il padre; in ogni caso, per dirla tutta e fuori dai denti, meglio il figlio umiliato di cotanto padre al pianto di un genitore di buon senso per la perdita del proprio figlio non vaccinabile contagiato dal primo, non immunizzato per fisime paterne. La vita, specie quella degli altri, non è un gioco a chi è più furbo, banale come il cercare un vestito che "faccia fine e non impegni", come si dice dalle nostre parti. Saluti. Piero

01Claude45

Mar, 11/09/2018 - 16:09

Non sono contrario ai vaccini "se diluiti" nel tempo. 10 vaccini im blocco sono come "una cura da cavallo" a cui qualcuno può anche non resistere. Certo mi devono spiegare i pro vax se i loro figli li tengono "in una teca" quando sono fuori dall'aula, a casa, con gli amici del vicinato, con ospiti in casa tra i quali "certamente" qualcuno non è vaccinato. Che fate, pro vax?

obiettore

Mar, 11/09/2018 - 16:13

Meno male che la dirigente lo ha fatto stato entrare in classe. Si ha evitato, forse, una denuncia. Ha stata accorta.

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Mar, 11/09/2018 - 16:42

obiettore - 16:13 La coniugazione dei verbi da te usata (ausiliario "avere" al posto di "essere") è in grado di "stendere" persino un inglese alle prime armi con un corso di italiano.

M.Romero

Mar, 11/09/2018 - 16:43

@01Claude45 Forse prima di parlare bisognerebbe informarsi almeno un minimo, anche se io ho 3 figli e fatto tutte le vaccinazione x essere sicuro di quello che dico mi sono andato a riguardare il calenderio vaccinale proprio ora. I dieci vaccini (11 x le ragazze) non vengono somministrati in un unica volta, ma in 14 anni di vita, quindi non vedo questa cura da cavallo dove sia. X il resto, se non vivessimo in una società antiscientifica probabilmente, anche se avessi un bimbo immunodepresso, non avrei nessun problema a mandarlo in giro perchè non ci sarebbe NESSUN non vaccinato. Poi se volete tornare ad una società prevaccini dove il solo MORBILLO uccideva tra i 7/8 MILIONI di persone l'anno, contenti voi.

Ritratto di Roberto_70

Roberto_70

Mar, 11/09/2018 - 16:50

01Claude45: sintesi perfetta. Concordo. La gente dovrebbe sapere, se mai si informa, che per la ASL si parla di epidemia (quindi si usa questo termine fuorviante) non appena ci sono due (sottolineo due) casi di contagio. Di cosa stiamo parlando???

cabass

Mar, 11/09/2018 - 17:16

Bisognerebbe togliere la patria potestà ai no vax. Di colpo, la moda sparirebbe.

obiettore

Mar, 11/09/2018 - 18:23

Elvis35, la mia era solo una battuta riferentesi alla conclusione dell'articolo!!!!

Trefebbraio

Mar, 11/09/2018 - 18:34

Per quale ragione non hai vaccinato tuo figlio? Credi di essere più furbo? Non ti sembra che con poco tempo e altrettanta poca spesa avresti evitato al tuo caro tutto questo semplicemente facendo quello che fanno i più? Sei furbo? Sei uno avanti? A me non sembra sai, spero ti condannino anche a lavare i piatti in casa per 6 mesi.

CALISESI MAURO

Mar, 11/09/2018 - 23:03

fortunello il bimbo, non prendera' malattie dai bambini a cui hanno distrutto il sistema immunitario, io se fossi il padre starei tranquillo. Comunque bravo e cazzuto.

CALISESI MAURO

Mar, 11/09/2018 - 23:04

smiley sei un pecoro.... che non ha capito poco

CALISESI MAURO

Mar, 11/09/2018 - 23:05

cabass non e' moda e' cervello e cuore che tu non hai

LAURATS

Mer, 12/09/2018 - 11:34

In democrazia la libertà personale termina dove inizia quella degli altri... Il problema va affrontato comunque più a monte. Bisognerebbe sottoporre ogni bimbo ad una serie di test che verifichino eventuali intolleranze ed allergie (e che magari aiuterebbero a scoprire già nella primissima età pediatrica celiachia e altre patologie analoghe), se non risultano controidicazioni vaccinazioni obbligate anche con l'intervento del giudice tutelare che sospende temporaneamente la patria potestà. Senza entrare qui nel merito "accoglienza migranti sì accoglienza no" (altra questione spinosa dei nostri giorni), a prescindere sarebbe opportuno mettere in quarantena tutti coloro che arrivano da paesi non occidentali che possono essere fonte di contagio di tutta una serie ulteriore di malattie da noi quasi scomparse o pochissimo incidenti (malaria, scabbia, tubercolosi, ecc)

luna serra

Mer, 12/09/2018 - 11:36

giustissimo da applausi il dirigente non può rischiare , è di oggi la notizia che un bambino malato di elucemia non può andare a scuole perche ci sono bambini NON VACINATI fare classi separate per i non vacinati altrimenti non entri a scuola