Torino, distrugge tre auto con una marmitta: preso magrebino

In condizioni psicofisiche alterate il nordafricano, reduce da una lite, ha sfogato la sua ira danneggiando pesantemente tre vetture posteggiate a bordo strada con una marmitta della lunghezza di un metro

Ancora un episodio di violenza nel quartiere di Barriera di Milano (Torino), al termine del quale è stato tratto in arresto un 30enne di nazionalità marocchina.

I fatti si sono svolti intorno alle 4 del mattino, quando il numero unico per le emergenze (Nue) è stato contattato da numerosi residenti a causa di una rissa scoppiata tra via Montanaro e via Scarlatti.

Alcune volanti della questura di Torino hanno raggiunto in breve il luogo indicato dalle segnalazioni. Al loro arrivo, tuttavia, gli agenti hanno trovando solo un nordafricano che si aggirava per le strade con un grosso tubo di metallo in mano. Dietro l'uomo almeno 3 autovetture danneggiate, che presentavano il parabrezza frantumato ed evidenti danni.

Lo straniero, in condizioni psicofisiche alterate ed ancora nervoso per il litigio avuto poco prima, si era impossessato di una marmitta della lunghezza di circa un metro per sfogare la sua rabbia su alcune automobili posteggiate a bordo strada. Le foto della pagina Facebook di Alberto Barona (Comitato NOI di Barriera), testimoniano i danni causati.

Alla vista dei poliziotti, il 30enne ha tentato di liberarsi dell'oggetto, lanciandolo sotto una vettura, e di darsela a gambe. Tutto inutile, dato che gli uomini in divisa lo hanno fermato, tratto in arresto, e trasportato negli uffici della questura.

Durante le fasi di indicazione il marocchino, clandestino e pregiudicato a causa di una lunga lista di precedenti di polizia, ha fornito generalità fasulle agli inquirenti. Smascherato immediatamente, è stato denunciato per false dichiarazioni sull'identità personale e danneggiamento aggravato.

Commenti

Reip

Sab, 24/08/2019 - 15:29

Tranquilli, si tratta di una risorsa!

Ritratto di PollaroliTarcisio

PollaroliTarcisio

Sab, 24/08/2019 - 15:52

Non esiste una polizza per i danni da maghrebini?

Ritratto di pinox

pinox

Sab, 24/08/2019 - 16:14

avanti c'è posto!!! ....porti aperti per questi signori che ci adorano!!!

Una-mattina-mi-...

Sab, 24/08/2019 - 16:14

CHI PAGA I DANNI? COME MAI E' IMPUNITO E LIBERO? QUALCUNO APRE UN FASCICOLO CONTRO IGNOTI SUI RESPONSABILI, SU CHI NON TUTELA I CITTADINI INERMI, SU CHI MANDA IMPUNITI I SELVAGGI OGNI GIORNO?

Ritratto di giangol

giangol

Sab, 24/08/2019 - 17:03

Chiedete i danni alle ong

Ritratto di Soloistic69

Soloistic69

Sab, 24/08/2019 - 17:13

Speriamo la nuova struttura per ricongiungimento familiare di cittadini stranieri voluta a Milano da Salah ci porti i parenti di questa preziosa risorsa!

Ritratto di anticalcio

anticalcio

Sab, 24/08/2019 - 17:20

i danno dovrebbero essere pagati dall'ambasciata del marocchino

01Claude45

Sab, 24/08/2019 - 17:31

Sigg. ITALIANI, dobbiamo creare il "reato di buonismo" a carico dei MAGISTRATI che rilasciano con un puffetto TUTTI I CLANDESTINI E/O STRANIERI e/o in attesa di "permesso di soggiorno" che commettono reati e danni a persone e cose, con: 1) pagamento da parte del magistrato dei danni commessi da tali persone 2) se il "graziato" commette dopo ala prima volta altri reati il MAGISTRATO BUONO oltre il pagamento va in carcere col "graziato" ed ESPULSO DALL'ORINE GIUDIZIARIO A VITA.

stopbuonismopeloso

Sab, 24/08/2019 - 18:08

e naturalmente rimesso subito in libertà dal patronaggio di turno

Crusade72

Sab, 24/08/2019 - 19:20

Almeno questa volta i poliziotti non le hanno buscate

killkoms

Sab, 24/08/2019 - 19:50

@crusade72,è già una fortuna!

Ritratto di Luigi1671

Luigi1671

Sab, 24/08/2019 - 22:43

" il marocchino, clandestino e pregiudicato a causa di una lunga lista di precedenti .. è stato denunciato per false dichiarazioni..": al suo paese come minimo gli avrebbero dato tante bastonate (come già visto) fino a rompere non uno, ma almeno tre o quattro robusti bastoni, poi tanta galera ma di quella vera. Invece nel paese del bengodi per i delinquenti tutto si riduce ad una semplice denuncia, un pezzo di carta che va sempre bene per la pulizia intima.. Ecco perché tutti questi nord e centro africani e asiatici si precipitano in Italia, con l'ausilio (o anche senza) delle navi taxi delle ong, millantando fughe da guerre immaginarie o da carestie del remoto passato, che loro hanno visto solo in televisione. Ditemi, con tutte queste migliaia di africani che fuggono dalla guerra, ne avete mai visto uno con evidenti ferite da eventi bellici? Non certo i possenti nuotatori che hanno gareggiato recentemente nelle acque prospicienti Lampedusa..

Ritratto di bonoitalianoma

bonoitalianoma

Dom, 25/08/2019 - 08:27

Ringraziamo quella quota di elettori latitanti, il 40% dell'elettorato, che ha permesso agli arruffoni del voto di vincere le ultime elezioni ... più che a nemico che fugge ponti d'oro qui si fanno addirittura carico sulle proprie spalle di portarselo a casa.

effecal

Dom, 25/08/2019 - 17:26

Al gregge rosso non importa vuole solo pascolare tranquillo