Torino, omicidio all'agriturismo Ca’ Matilde: arrestato il gestore

Secondo il racconto dei testimoni, i due uomini non andavano d'accordo e discutevano spesso. Ieri pomeriggio, tuttavia, la situazione è degenerata: il 52enne Luciano Cavallo ha accoltellato per ben 3 volte allo stomaco il dipendente Valter Sansò, un ex detenuto

Lite sfociata in omicidio in un agriturismo di Carmagnola (Torino), dove ieri pomeriggio il 52enne Luciano Cavallo ha letteralmente perduto il controllo, accoltellando a morte Valter Sansò, un ex detenuto di 55 anni.

Secondo quanto riferito dalla stampa locale fra i due non scorreva buon sangue fin dall'arrivo del 55enne in azienda, appena 2 mesi fa. Sono molti i testimoni che dichiarano di avere visto Cavallo, cuoco e gestore del ristorante dell'agriturismo Ca’ Matilde, discutere animatamente ed in più occasioni con Sansò, assunto come giardiniere ed autista dopo un lungo periodo in prigione.

Il 55enne, infatti, finì una prima volta dietro le sbarre nel 1994 con l'accusa di omicidio volontario (aveva ucciso un uomo con alcuni colpi di pistola), per poi tornare in libertà nel 2007, dopo 12 anni di reclusione. Ad un anno dalla scarcerazione, l'uomo era stato nuovamente arrestato a Lecco. Qui, con l'intento di rapinarlo, aveva aggredito un marocchino col supporto di altri 3 complici. I suoi precedenti, dunque, lo rendevano un sorvegliato speciale.

Ancora ignote le ragioni che possono avere causato la violenta reazione di Cavallo. Ieri pomeriggio, intorno alle 16:00, la loro ennesima discussione è degenerata, concludendosi nel sangue. Afferrato un coltello, il 52enne lo ha affondato per ben 3 volte nell'addome del dipendente, che ha quindi cercato di fuggire verso la strada regionale 20, nelle vicinanze del Po. Cavallo ho continuato ad inseguire la sua vittima che, ormai priva di forze, si è accasciata al suolo.

Sono stati alcuni passanti a fermarsi ed a contattare i soccorsi, in breve giunti sul posto. Inutile il trasporto d'urgenza tramite elisoccorso al Cto di Torino: Valter Sansò è deceduto a causa delle profonde lesioni riportate. Il 55enne, uscito da soli due mesi dal carcere, viveva a Vinovo.

Incastrato dal racconto di coloro che avevano assistito all'aggressione, Luciano Cavallo è stato arrestato con l'accusa di omicidio dai carabinieri di Moncalieri. Recuperata e sequestrata anche l'arma del delitto.

Al momento gli inquirenti sono ancora impegnati nelle indagini, finalizzate a ricostruire le esatte dinamiche della vicenda.

Commenti

seccatissimo

Gio, 04/07/2019 - 22:16

Il fattaccio non è esaltante ma almeno è stato eliminato un delinquente ! C'è da vedere poi perché al gestore gli è saltata la mosca al naso tanto da farlo esasperare ed infuriare fino ad uccidere il suo dipendente.