Torino, pugni e calci contro gli agenti: fermato gambiano ubriaco

Lo straniero aveva appena aggredito un marocchino, servendosi di una bottiglia di vetro frammentaria: in preda ai fumi dell'alcol, ha rivolto la propria rabbia anche contro i poliziotti intervenuti sul posto

Ha prima aggredito un marocchino con una bottiglia di vetro frammentaria sul Lungo Dora Napoli di Torino e si è poi scagliato con violenza contro gli agenti intervenuti sul posto.

Protagonista della vicenda un 21enne di nazionalità gambiana, tratto in arresto dagli uomini della questura grazie all'uso dello spray urticante.

L'episodio risale a qualche giorno fa, quando in centrale è arrivata una richiesta d'intervento a causa di una violenta rissa scoppiata tra due stranieri e per la quale erano stati allertati anche i soccorritori del 118.

All'arrivo degli agenti sul posto il gambiano, in preda ai fumi dell'alcol, è risultato fin da subito ostile e particolarmente violento. Ogni tentativo di riportarlo a più miti consigli è naufragato, ed anzi, ormai fuori controllo, il 21enne si è avventato contro gli uomini in divisa, dopo averli insultati e minacciati. I calci ed i pugni furiosi dello straniero hanno costretto gli agenti ad utilizzare una bomboletta di spray al peperoncino, grazie alla quale sono riusciti ad avere la meglio sul facinoroso.

Tratto in arresto e condotto negli uffici della questura di Torino, il 21enne, accusato dei reati di resistenza e lesioni a pubblico ufficiale, è risultato un clandestino.

Commenti

killkoms

Sab, 17/08/2019 - 18:14

altro in fuga da guerre e violenze?