Fermano il ladro senegalese, la vittima ai militari: "Angeli"

Per fortuna della vittima, alla scena ha assistito un carabiniere fuori servizio, che è intervenuto per salvarla ed evitare che il malvivente portasse via anche la sua borsetta. Dopo averlo inseguito, il militare ha fornito indicazioni preziose ai colleghi di pattuglia, che hanno individuato e arrestato il responsabile

Ha aggredito con violenza una donna di 57 anni per rubarle il cellulare, proprio nelle vicinanze della sede del comando provinciale dei carabinieri di Torino. L'episodio sabato sera intorno alle 19.

Protagonista in negativo della vicenda un pregiudicato senegalese senza fissa dimora, che ha scelto la sua vittima ed ha iniziato a seguirla lungo via Avogadro. La donna stava facendo rientro a casa quando è stata assalita dall'africano, che l'ha spinta con forza contro un'automobile posteggiata lungo il marciapiede per sottrarle lo smartphone.

Per fortuna della 57enne la scena non è passata inosservata ad un carabiniere fuori servizio, prontamente accorso in aiuto della vittima prima che lo straniero riuscisse ad impossessarsi anche della sua borsetta, che già stringeva e tentava di strapparle di mano.

L'extracomunitario è stato costretto a mollare la presa ed a darsi alla fuga, mentre il militare si è lanciato al suo inseguimento inoltrando ai colleghi una segnalazione di intervento.

Grazie alle sue preziose indicazioni, i carabinieri di Borgo San Secondo e Torino Monviso sono riusciti ad individuare il malvivente nei giardini di via Bertolotti.

Vistosi con le spalle al muro, il 27enne si è scagliato contro gli uomini in divisa per aprirsi una via di fuga, aggredendoli con pugni, calci e spintoni. Tutto inutile, dato che i militari sono riusciti a immobilizzarlo ed a trarlo in arresto, prima di restituire il maltolto alla donna rapinata.

Quest'ultima è stata quindi accompagnata dagli stessi carabinieri al pronto soccorso dell'ospedale Maria Vittoria, dove ha ricevuto alcuni giorni di prognosi per le ferite riportate nell'aggressione. Rimasti insieme alla donna fino al momento delle dimissioni, i militari hanno provveduto anche a riportarla a casa. "Siete i miei angeli", ha dichiarato con commozione la 57enne, abbracciandoli.

Il senegalese è invece finito dietro le sbarre del carcere Lorusso e Cutugno, con l'accusa di rapina e resistenza a pubblico ufficiale.

Commenti
Ritratto di Soloistic69

Soloistic69

Dom, 27/10/2019 - 15:42

Il senegalese deve finire in SENEGAL, non dietro le NOSTRE sbarre mantenuto da Pantalone, CHIARO?

Abit

Dom, 27/10/2019 - 15:48

Nessun commento: sarà rimesso in libertà !

Ritratto di hernando45

hernando45

Dom, 27/10/2019 - 15:53

Senegalese gia noto con precedenti,senza fissa dimora ecc ecc ecc!!! Fatti di ORDINARIA AMMINISTRAZIONE QUOTIDIANA nell'Italietta ROSSA, che piace tanto ahime a TANTI (TROPPI) Italiani!!! AMEN.

Ritratto di mbferno

mbferno

Dom, 27/10/2019 - 16:08

Uhhhhhmmmmm....temo che il finale sia....già scritto:rilasciato perché agiva in stato di necessità e per tenuità del fatto (già, perché non ha ammazzato la vittima). Rilasciato dopo avergli offerto the e pasticcini per scusarsi dell'"equivoco".....

corto lirazza

Dom, 27/10/2019 - 16:25

Diranno che è colpa dei decreti sicurezza, non di chi lo ha fatto entrare, ci ha guadagnato sopra, e lo ha lasciato fare i sui porci comodi per tanti anni, fingendo di non vedere. Rossi o verdi o neri che siano.

lappola

Dom, 27/10/2019 - 16:46

Sbarre? quali sbarre ? Oggi è Domenica, il senegalese mangerà a sbafo, domani Lunedì alle ore 7,59 un giudice correrà alle porte del carcere, busserà, e se nessuno aprirà lascerà un biglietto alla porta con scritto: SENTENZA : innocente, liberarlo immediatamente con le scuse, non succederà più.

baronemanfredri...

Dom, 27/10/2019 - 17:05

VERRA' PROSCIOLTO IN QUANTO SARA' DICHIARATO REATO DI LIEVE ENTITA'

Ritratto di zanzaratigre

zanzaratigre

Dom, 27/10/2019 - 17:30

Ma a cosa serve arrestare questa gentaglia se poi il giudice di turno li lascia liberi il giorno dopo di continuare a delinquere? Ma voi, Forze dell'ordine, non avete le armi? USATELE!!!

Gianni11

Dom, 27/10/2019 - 18:00

Stiamo subendo la seconda invasione della Patria, la prima essendo stata quella "alleata" del '44. E questa invasione di oggi, come la prima, con il favoreggiamento dei collaborazionisti sinistroidi.

Vincenzo65

Dom, 27/10/2019 - 18:05

Un encomio all'Arma , non deve risaltare che un balordo ha tentato di scippare una Signora ma il fatto che dei Carabinieri hanno avuto un comportamento professionale e umano che è andato oltre il loro dovere. Che sia di monito per tutti quelli che offendono le Forze dell'ordine.

Ritratto di navigatore

navigatore

Dom, 27/10/2019 - 18:18

come si èpermesso un carabbiniere fuori servizio, ad intervenire contro una risorsa Boldriniana nelle svolgimento delle funzioni tradizionali del suo paese, prendere subito gravi provvedimenti per il carabbiniere e chiedere scusa alla risorsa,per la signora,non deve girare con borsetta e telefonino, istiga al furto

Giorgio Rubiu

Dom, 27/10/2019 - 18:38

C'è una guerra da cui fuggire nel Senegal?

routier

Dom, 27/10/2019 - 18:57

"Il senegalese è invece finito dietro le sbarre del carcere"... dal quale uscirà quanto prima graziato dall'italica "giustizia". E' un film che abbiamo visto fin troppe volte, tanto che ormai ci viene a noia.

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Dom, 27/10/2019 - 19:46

Per me il giudice dirà, chi sono io per mandarlo in galera visto che è un pregiudicato e quindi libero da precedenti colleghi?

giancristi

Dom, 27/10/2019 - 21:12

Quanti sono i mascalzoni come questo che girano liberamente e delinquono? Bisogna fare un repulisti di questi infami individui. D'altra parte, se si accolgono masse di persone che non hanno alcuna possibilità di trovare un lavoro, il risultato e questo. Ringraziamo la Boldrini Renzi, Orfini, ecc., senza dimenticare il ciarlatano vestito di bianco!

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Dom, 27/10/2019 - 22:28

@elkld - ehi bamba, ce la prendiamo con i delinquenti, e se voi siete la maggior parte, la colpa non è nostra. Se parli di razzismo, non sai quanto ne sprigioni nei confronti degli italiani. Se non ti sta bene, ritorna in Africa invece di lamentarti, non ci fai dispetto di sicuro. Di delinquenti, ma anche di razzisti come te, prorpio non ne abbiamo bisogno.

Ritratto di bandog

bandog

Lun, 28/10/2019 - 09:09

ma noooooo!!!non è un senegalese ma un Valtellinese mooolto abbronzato!!