Liguria, Toti nega il patrocinio al Gay Pride: "Scelta di coerenza"

In linea con il Comune, anche la Regione Liguria non appoggia la marcia per i diritti LGBT. E Scalfarotto s'infuria

"Abbiamo negato il patrocinio perché si tratta di un evento non in linea con le nostre politiche sulla famiglia". Questa la sintesi della nota pubblicata ieri dall'assessore regionale ligure alla cultura, Ilaria Cavo, con cui la Regione ha ufficializzato la decisione di negare il placet al Gay Pride che si terrà a Genova il prossimo 16 giugno. La decisione della giunta Toti arriva a distanza di un mese da quella del sindaco del capoluogo, Marco Bucci, che aveva respinto la richiesta di patrocinio del comitato organizzatore Coordinamento Liguria Rainbow parlando di “evento divisivo per la città”.

La marcia per i diritti delle persone lesbiche, gay, bisessuali e transgender non avrà l'appoggio neppure della Regione. La “trattativa” tra l'ente diretto da Giovanni Toti e il comitato organizzazione era partita nel peggiore dei modi, dopo che la Regione si era rifiutata di partecipare all'audizione richiesta dal Liguria Rainbow per chiedere la sponsorizzazione della propria iniziativa.

L'assenza di esponenti della giunta regionale a questo incontro aveva incrinato le speranze del comitato organizzatore, azzerate poi dalla nota pubblicata ieri pomeriggio dall'assessore Cavo. “Nessuno si vuole nascondere dietro a un dito. In merito al Liguria Pride – ha scritto l'ex giornalista prestata alla politica – la giunta regionale fa una scelta di coerenza e chiarezza. La risposta può non piacere, ma rispetta e tempi richiesti: la posizione di questa giunta è chiara e non ipocrita”, ha concluso Cavo.

Una presa di posizione che non è andata giù al comitato organizzatore e alle opposizioni in Consiglio regionale. Sulla propria pagina Facebook, il Coordinamento Liguria Rainbow ha descritto la decisione della giunta come una “ennesima dimostrazione di omofobia”, mentre il capogruppo Pd in Regione, Giovanni Lunardon, ha accusato il governatore di “portare indietro l'orologio dei diritti all'età della pietra”. Sulle barricate anche i deputati democratici Paita e Scalfarotto, che hanno parlato di “vicenda indegna, incresciosa e offensiva: l'ennesima dimostrazione di un’idea di società retrograda e reazionaria propria di questa destra estremista”.

Commenti

agosvac

Gio, 10/05/2018 - 13:33

Per quanto mi riguarda non ho MAI avuto niente contro l'omosessualità, è sempre esistita e sempre esisterà. Ma odio svisceratamente questi gay pride che sono la negazione dell'intelligenza e della dignità che invece hanno i veri omosessuali!!!

Cheyenne

Gio, 10/05/2018 - 13:47

basta pagliacciate con soldi pubblici

africano

Gio, 10/05/2018 - 13:51

Caro agosvac, mi domando quale sia "l'intelligenza" e la "dignità" che tu riconosci ai "veri omosessuali". Spiegamela ti prego, perché non so se piangere o ridere dopo tali deliranti affermazioni

Totonno58

Gio, 10/05/2018 - 14:01

Fermo restando che non me ne frega niente, e' così neccessario avere il "patrocinio"?!?

Ritratto di 98NARE

98NARE

Gio, 10/05/2018 - 14:03

CHE SCHIFO DI PERSONE !

steacanessa

Gio, 10/05/2018 - 14:32

Se vogliono festeggiare lo facciano con i loro soldi. Peraltro le oscenità che compiono in pubblico sarebbero da sanzionare penalmente, ma nessuno fiata. Potenza dei diversamente attivi! Bravi sindaco e governatore.

GioZ

Gio, 10/05/2018 - 14:32

Sarei il primo ad andare in piazza a manifestare contro le discriminazioni per sesso, orientamento sessuale, inabilità fisica. Ma il gay-pride non è questo. E' una carnevalata che toglie dignità anche agli omosessuali che, senza tanti schiamazzi, vivono tranquilli ed in sintonia con tutti, etero e non, e senza sciocchi travestimenti e siliconaggini.

steacanessa

Gio, 10/05/2018 - 14:33

Parità e scalfarotto, una assoluta incapace è un così così. Il pd non sa produrre di meglio.

Divoll

Gio, 10/05/2018 - 14:37

BENE. Anzi, benissimo. Speriamo che presto sia cosi' in tutta l'Italia. Basta pagliacciate, per un ritorno alla serieta' e alla normalita'.

sergioilpatriota

Gio, 10/05/2018 - 14:45

Mi sembra giusto: il denaro pubblico, cioè di tutti noi, non serve per finanziare pagliacciate da circo equestre. Gli aggettivi usati dalla controparte (omofobi, retrogradi) sono tipici di chi non ha altri validi argomenti. Ci si ricordi che se la Liguria ha una giunta di destra, è proprio perchè la gente si è stancata di queste carnevalate. Dunque la decisione è in linea con le aspettative degli elettori (per chi non lo sapesse, questa si chiama democrazia)

jenab

Gio, 10/05/2018 - 15:01

non ho nulla contro gay e affini, ma queste manifestazioni servono solo ad anticipare il carnevale, ne possono fare quante ne vogliono in qualsiasi locale privato.

Ritratto di roberto-sixty-four

roberto-sixty-four

Gio, 10/05/2018 - 15:02

Brava Ilaria!

jenab

Gio, 10/05/2018 - 15:02

... e scalfa..rotto può andare a....

Libertà75

Gio, 10/05/2018 - 15:17

Per i gay quando tu non sei d'accordo, allora sei omofobo... cioè se un gay fa una scoreggio e un etero dice "che puzza", il gay si gira e gli fa "omofobo, retrogrado, razzista, leghista e fascista, e sei pure amico di Orban e Putin"...

baronemanfredri...

Gio, 10/05/2018 - 15:19

IN ITALIA SI DEVE CAPIRE CHE C'E' LA LIBERTA' DI ESPRESSIONE E DI VOLONTA' POPOLARE DATO CON IL VOTO. SE TOTI HA DICHIARATO CIO' SIGNIFICA CHE IL SUO ELETTORATO HA DETTO COME COMPORTARSI. COSTITUZIONE DOCET

Ritratto di stenos

stenos

Gio, 10/05/2018 - 16:22

Era ora. Ben fatto.

Ritratto di contdjbabi

contdjbabi

Gio, 10/05/2018 - 16:33

Le scelte di "di genere" sono scelte dei privati cittadini e non devono essere "laicamente santificate" dalle Istituzioni. Trattandosi poi di "sensibilità ormai diffusa", non c'é alcun bisogno né di contributi pubblici né di paravento politico, in quanto i privati cittadini e le associazioni solidali con LGBT provvedono autonomamente tanto al finanziamento, quanto a curarne l'organizzazione e la pubblicizzazione. Obbligare le istituzioni a partecipare ad una manifestazione carnevalesca é solo imporre un garantismo non necessario.

19gig50

Gio, 10/05/2018 - 16:36

Gli omosessuali sono sempre esistiti ma mai come questi che vogliono ostentare la loro diversità con queste carnevalate oscene davanti agli occhi di tutti, bambini compresi. Facciano le persone serie e nessuno li disturberà.

Ritratto di xulxul

xulxul

Gio, 10/05/2018 - 16:58

Le manifestazioni culturali non contemplano il mostrare il deretano, abiti imbarazzanti, trucchi e acconciature stomachevoli nonché apparati genitali usati contro natura. Ancora: infamare ed offendere i credenti con parodie a senso unico (cioè solo contro la Chiesa), non è segno né di civiltà, né di intelligenza, né il miglior modo per essere tollerati dalla stragrande maggioranza della gente pensante che, bontà loro, ritiene essere normale solo l'eterosessualità.

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Gio, 10/05/2018 - 16:59

L'omosessualità è un fatto deviante, dal comportamento innaturale,e come tale non vedo perchè la si debba stimolare,concederle questo "status",esaltarne i contenuti,con orgoglio,con manifestazioni atte a “pubblicizzare”,"legalizzare" questa “malattia psico-funzionale”,con la pretesa di nobilitarne,elevarne il tutto,quasi al di sopra degli “altri”. Ipocritamente e paradossalmente,i gay accampano diritti, quali quello di allevare figli,loro che contro natura, di figli non ne faranno mai,e pertanto,con una pretesa,un atteggiamento di duplice minaccia,per la continuità della specie. Il mio non è certo un atteggiamento dettato dalla religione,da qualsiasi religione,che la condanna,ma dalla razionale osservazione evolutiva della specie umana,che considerando sempre più "normale" questa pratica,che in reatà "normale" non è,va alla deriva evolutiva.

Ritratto di perSilvio46

perSilvio46

Gio, 10/05/2018 - 16:59

Non si capisce perché la Regione Liguria debba dare il patrocinio ad una simile manifestazione. Che gli omosessuali siano sempre esistiti non significa niente, tante cose sono sempre esistite ma questo non vuol automaticamente dire che siano meritevoli. E' già grasso che cola che Lega e FI concedano il permesso ad una manifestazione così lontana dai valori etici e morali che i due partiti esprimono. Se fossi negli organizzatori sarei già contento che la esibizione non sia stata proibita.

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Gio, 10/05/2018 - 17:01

Sindaco e Regione hanno fatto bene!

ambidestro

Gio, 10/05/2018 - 17:14

il terribile modo di dire "reagire come checche isteriche", qualcuno può fare un esempio?

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Gio, 10/05/2018 - 17:15

Poi quella befana della Bonino,dice che "in Italia mancano bambini,e si corre il rischio di licenziare 75.000 insegnanti...."(una "affermazione" del genere...),...però la stessa befana,è favorevole alle pagliacciate gay,che di figli non ne possono fare,visto che i maschi fanno sesso,dove la natura ha previsto la defecazione!

fisis

Gio, 10/05/2018 - 17:17

Facciano la loro carnevalata senza rompere troppo le pa..e.

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Gio, 10/05/2018 - 17:20

@perSilvio46:concordo!