Tragico "gioco" con la pistola del padre: 18enne si spara alla testa

È gravissimo un 18enne della provincia di Teramo: gioca con la pistola del padre davanti agli amici e si spara alla testa "per errore"

Un 18enne della provincia di Teramo si è sparato un colpo di pistola alla testa con l'arma regolarmente detenuta dal padre mentre la mostrava a un gruppo di amici. Ora il ragazzo è ricoverato in condizioni gravissime. Il drammatico incidente è avvenuto intorno alla mezzanotte di ieri in un appartamento popolare del quartiere San Berardo, a Teramo.

Secondo quanto ricostruito fino a questo momento, il 18enne impugnava la calibro 9x21 sottratta di nascosto al genitore e la roteava puntandosela alla testa. Improvvisamente sarebbe partito un colpo davanti agli occhi attoniti dei tre amici. Il proiettile dalla tempia ha trapassato la mandibola. Gli altri giovani presenti, tra loro due ragazze, hanno subito chiamato il 118: il giovane è stato trasportato d’urgenza all'ospedale Mazzini e sottoposto ad un lungo e delicato intervento chirurgico. Le sue condizioni restano molto critiche.

Devastanti, secondo i medici, le conseguenze cliniche, con una copiosa emorragia e diverse fratture interne alla teca cranica. Nell’appartamento di via Tevere, quartiere San Berardo, sono arrivati gli agenti della Squadra Mobile che hanno svolto i primi rilievi e sentito i testimoni: confusi e sconvolti, i ragazzi avrebbero riferito di un tragico gioco, di un incidente. L’arma è stata sequestrata. Le indagini sono coordinate dal pm Laura Colica.

Commenti
Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Mar, 09/05/2017 - 17:01

come si fa ad essere così stupidi non lo so...

Ritratto di Legio_X_Gemina_Aquilifer

Legio_X_Gemina_...

Mar, 09/05/2017 - 17:16

E' la darwiniana selezione naturale...

sbrigati

Mar, 09/05/2017 - 18:58

La traiettoria del proiettile non sembrerebbe dovuta ad un colpo autoinflitto.

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Mar, 09/05/2017 - 19:07

speriamo che se la cavi.

Gianca59

Mar, 09/05/2017 - 20:05

Mi piacerebbe sapere se il padre si schiera inde-fessamente con coloro che sostengono che il possesso di una pistola va liberalizzato, sempre se la deteneva per difendere la propria casa da incursioni di estranei .....

Ritratto di CADAQUES

CADAQUES

Mar, 09/05/2017 - 20:12

Si, Legio_X_Gemina_... é la darviniana selezione naturale che fará piazza pulita della bassezza italica e la sostituirá con il coraggio e la intelligenza dei migranti.

Ritratto di wilfredoc47

wilfredoc47

Mar, 09/05/2017 - 21:36

FRANCO-a-trier_DE. Questo è quello che passa il convento al giorno d'oggi.

obbiettivo

Mar, 09/05/2017 - 21:52

Se vogliamo puntualizzare l'arma non era detenuta regolarmente dal padre perchè se il figlio è riuscito ad impossessarsene vuol dire che non rispettava le regole base sulla detenzione e cioè in casa mai carica munizioni in un posto diverso dalla pistola e comunque tutto sotto chiave in modo che possa accedervi SOLO il titolare del porto d'armi e proprietario dell'arma, i famigliari non possono assolutamente accedere dove è situata l'arma, è sufficiente un armadietto con chiusura a chiave o con lucchetto la chiave deve essere custodita gelosamente dal titolare

btg.barbarigo

Mar, 09/05/2017 - 22:00

Ricordo che tanti anni fà quando frequentavo il corso allievi ufficiali,l'istruttore di tiro ci diceva: attenti alle armi so- prattutto quando "sono" scariche.

Martinico

Mar, 09/05/2017 - 22:35

No comment

Ritratto di makko55

makko55

Mar, 09/05/2017 - 22:58

Se giocava a carte ............