Trapani, la minaccia con coltello e poi la stupra: arrestato 26enne

La vittima è una donna colombiana, minacciata di morte dall'italiano e costretta a consumare un rapporto con lui

Un 26enne di Mazara del Vallo, a Trapani, è stato arrestato dai carabinieri per violenza sessuale e rapina. La vittima è una donna colombiana, minacciata di morte dall'italiano e costretta a consumare un rapporto con lui. I fatti sono avvenuti la notte del 28 agosto: il giovane si era recato a casa della donna ubriaco insieme a un amico.

Inizialmente la colombiana, essendo già stata vittima delle sue angherie, avrebbe rifiutato di aprire la porta ma, rassicurata dall'accompagnatore, si sarebbe convinta a farli entrare.

A quel punto il 26enne ha preteso per lui e l'amico un rapporto sessuale, venendo rifiutato. L'uomo, infastidito, ha iniziato a colpire al volto la colombiana facendola cadere a terra. Le urla della ragazza riescono però a far svegliare la coinquilina, una ragazza equadoriana, che si precipita fuori dall'abitazione e chiede aiuto.

Il 26enne non desiste e, minacciando di morte la colombiana, la violenta facendosi consegnare tutto il denaro contante che ha in casa. All'arrivo dei carabinieri aveva ancora l'arma in mano.