Trapiantata testa di topo su un altro senza danni al cervello

È stata trapiantata da un gruppo di ricercatori cinesi la testa di un topo su quella di un altro. È un passo importante verso i trapianti di testa negli esseri umani

Un gruppo di scienziati cinesi ha trapiantato la testa di un topo su quella di un altro. L'esperimento choc, descritto sulla rivista CNS Neuroscience and Therapeutics, rappresenta un passo importante verso i trapianti di testa negli esseri umani.

I ricercatori hanno infatti preso la testa di un topo piccolo e l'hanno attaccata su quella di un topo più grande creando a tutti gli effetti un topo a due teste. L'animale non è sopravvissuto a lungo, ma questo era già stato messo in preventivo dagli studiosi.

Si sapeva già che sarebbero stati molti i problemi tecnici e scientifici che devono essere ancora risolti prima di poter proseguire con successo al trapianto di testa su organismi viventi e farli sopravvivere. Tuttavia, si tratta di un progresso importante. Infatti i medici sono stati in grado di evitare perdite di sangue che possono danneggiare il cervello.

L'obiettivo era proprio questo: capire se si riesce a trapiantare con successo una testa senza danneggiare il cervello a causa di un eccessiva perdita di sangue. E lo hanno fatto. Per riuscirci, i ricercatori hanno mantenuto la circolazione del sangue durante il trapianto collegando i vasi sanguigni del topo "donatore" all'altro topo.