Trattativa Stato mafia, Lo Voi: "Impugneremo la sentenza"

Il gup ha assolto l’imputato dopo una brevissima camera di consiglio con la formula "per non aver commesso il fatto"

"Valuteremo se impugnare la sentenza dopo averne letto le motivazioni". Lo ha detto il procuratore di Palermo Francesco Lo Voi dopo l’assoluzione dell’ex ministro Dc Calogero Mannino nel processo stralcio per la cosiddetta trattativa Stato-mafia. Il gup ha assolto l’imputato dopo una brevissima camera di consiglio con la formula "per non aver commesso il fatto".

l processo si celebrava in abbreviato. "L’impugnazione è probabile, ma se non si leggono le motivazioni della sentenza non ha senso anticipare giudizi", ha aggiunto il procuratore di Palermo. "Trent’anni sono trascorsi, gran parte di una vita vissuta sotto l’incubo di un processo. Calogero Mannino oggi è stato assolto, ma mi chiedo se questo procedimento giudiziario per riscrivere parte della storia di questo Paese, l’accanimento mediatico e questo calvario possano essere ripagati da un’assoluzione", ha affermato il senatore di Area Popolare (Ncd - Udc), Giuseppe Marinello. "Sono lieto della notizia -sottolinea- bisogna dare atto a Mannino di un comportamento impeccabile e rispettoso delle istituzioni tenuto in tutti questi anni, ma probabilmente un’assoluzione è un risarcimento incongruo -conclude Marinello- a fronte dei patimenti vissuti insieme ai propri familiari".

Commenti

honhil

Mer, 04/11/2015 - 13:00

"per non avere commesso il fatto". Assoluzione piena, dunque, per l’ex ministro Mannino. Ma "L’impugnazione è probabile ". dice il procuratore di Palermo. C’è allora l’eventualità che si continuerà ancora a rovistare tra le scorie di quel fascicolo che vorrebbe una ‘Trattativa Stato Mafia’. Certe fascinazioni sono dure a morire. Intanto, a Roma, in un’altra aula di tribunale, dove va in scena Mafia capitale, ‘ministri, sottosegretari, parlamentari, magistrati’ sono ‘i testimoni illustri indicati della difesa di Buzzi’. Bene. Ma, di per se stesso, l’affresco politico/affaristico che prenderà inevitabilmente forma, indipendentemente da quello che poi la sentenza racconterà, non è la ‘trattativa Stato Mafia’ che da sempre, quotidianamente, ha avviluppato (e avviluppa) le Istituzione e che mai nessuna procura dello Stivale ha voluto prendere in considerazione?