"Tre plotoni di milziani Isis pronti ad attaccare l'Europa"

L'allarme dell'Interpol: 173 aspiranti kamikaze vogliono farsi esplodere in tutta l'Europa in nome di Allah e Califfo

Centosettantatre combattenti Isis, pari a tre plotoni, pronti a farsi esplodere in Europa in nome di Allah e Califfo. È il nuovo allarme dell'Interpol che ha stilato e diffuso la lista dei jihadisti potenzialmente addestrati a compiere attentati suicidi contro l'Occidente, in rappresaglia per la lotta al gruppo jihadista in Medioriente.

Secondo quanto riporta in esclusiva il Guardian, l'agenzia ha elaborato l'elenco a partire da informazioni provenienti dall'intelligence statunitense, raccolte durante la campagna contro l'Isis in Siria e Iraq. Le autorità anti terrorismo in Europa, sottolinea la testata britannica, sono preoccupate che il collasso dell'autoproclamato Califfato porti a un aumento del rischio che combattenti si rechino in Europa per compiere attacchi kamikaze.

Il quotidiano britannico, che ha visionato la lista, afferma che non ci sono indicazioni che nessuno dei presunti combattenti sia entrato in Europa. Tuttavia, il fatto che l'Interpol abbia diffuso l'elenco nel tentativo di raccogliere ulteriori informazioni dai vari Paesi, mostra la dimensione della minaccia.

La lista, inviata alla segreteria generale dell'Interpol il 27 maggio, definisce il gruppo di combattenti come individui che "potrebbero essere stati addestrati a costruire e posizionare dispositivi esplosivi improvvisati per causare gravi ferite e decessi. Si ritiene che possano compiere viaggi internazionali, per partecipare ad attività terroristiche". I dati, prosegue, sono stati raccolti "attraverso canali affidabili" e il materiale è stato consegnato all'Fbi, che lo ha trasmesso all'Interpol perché lo diffondesse a livello internazionale.

Commenti
Ritratto di stenos

stenos

Sab, 22/07/2017 - 13:49

In itaglia vanno alla grande, basta che vadano in Libia e le navi militari o ong li portano qui, i documenti non gli servono, possono girars senza, e mentre preparano attentanti se ne staranno in hotel pagati dagli italioti.

Demy

Sab, 22/07/2017 - 13:55

La credibilità dell'FBI è direttamente proporzionale alla temperatura invernale in Siberia, vale a dire sotto lo zero!!

dakia

Sab, 22/07/2017 - 13:58

Ma che c'importa, noi abbiamo il grande Gentiloni e/c che con le sue eroiche frasi sa come difenderci da dette canaglie.

Ritratto di -Alsikar-

-Alsikar-

Sab, 22/07/2017 - 13:59

Invece di prendersela genericamente col popolo, vadano a 'trovare' quelli che hanno portato l'Europa nel baratro morale, sociale ed economico. In questo senso, io avrei qualche indirizzo dove inviarli.

agosvac

Sab, 22/07/2017 - 14:02

Quasi, quasi, sarei contento che succedesse, non ,ovviamente, per i morti, ma perché l'Europa ancora non riesce a capire il pericolo dell'Islam. Per capirlo è necessario, purtroppo, che facciano altri morti innocenti. Poi , forse, gli europei vorranno reagire. Il vero problema è che non saranno i Governi europei a reagire, saranno le popolazioni europee a farlo e lo faranno per reazione alle morti causate dai terroristi islamici. L'Islam questo non riesce a capirlo. Loro, i terroristi islamici, pensano che col terrore potranno mettere in ginocchio l'Europa, non capiscono che otterranno il risultato contrario: più uccidono innocenti, più gli europei vorranno combattere per restare europei.Non mi meraviglierei che, a breve, in tutta Europa ci potrà esser la "caccia all'islamico".

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Sab, 22/07/2017 - 14:21

Quale posto migliore dell'Itaglia piddina e boldriniana per testimoniare la propria fede in Allah.

Ritratto di frank60

frank60

Sab, 22/07/2017 - 14:36

Noi possiamo stare tranquilli...con Alfano la Sboldrina e Grasso si può dormire con due guanciali...

Ritratto di MIKI59

MIKI59

Sab, 22/07/2017 - 14:50

Li abbiamo fatti entrare in Europa come naufraghi e ora non lamentiamoci.

arkangel72

Sab, 22/07/2017 - 15:31

Saranno utilizzati da certi governi e dai loro servizi segreti per indirizzare il voto dei popoli, che credono di scegliere liberamente i loro leader, come appena successo in Francia!