Trenitalia propone patto sui pendolari a Italo

"Dividiamoci i pendolari". È la proposta che Trenitalia lancia ad Italo per risolvere i problemi del sovraffollamento e dei viaggi in piedi sull’Alta velocità

"Dividiamoci i pendolari". È la proposta che Trenitalia lancia ad Italo per risolvere i problemi del sovraffollamento e dei viaggi in piedi sull’Alta velocità di oltre sei mila pendolari. "Siamo disponibili a fare un accordo con Ntv", dice in una intervista alla Stampa l’ad di Trenitalia Vincenzo Soprano, spiegando che potrebbe essere lanciato un "abbonamento unico con cui, previa prenotazione obbligatoria ma con facilità di modificarla, si possa salire su un nostro treno o su un Italo" che, aggiunge, "offre i suoi servizi in orari che si integrerebbero perfettamente con i nostri".

Secondo Soprano la collaborazione tra i due rivali dell’Alta Velocità serve a dare "una risposta ad un mercato che è cresciuto in modo troppo rapido rispetto alle nostre previsioni: 9% nel 2011, 13% l’anno successivo quando è arrivato Italo e poi 18 e 9%". Quindi "una domanda che in alcune fasce orarie genera sovraffollamento" ed è dunque "interesse di tutti dare risposte", spiega l’ad di Trenitalia, sottolineando: "siamo pronti a discutere". Sui timori di un cartello più forte sull’Alta Velocità, con la collaborazione tra le due società, Soprano spiega che non c’è nessun rischio "con tutte le autorità di controllo che operano" nel settore e che comunque l’operazione "dovrà avere il via libera del governo e dei diversi garanti".