Trento, a 4 anni muore di malaria senza andare in zone tropicali

Un caso di "malaria autoctona" in Trentino. I medici: "Mai successo in 30 anni". La bimba morta a Brescia: si è ammalata senza mai andare in zone tropicali dove è diffusa la malaria

Ammalarsi di malaria restando in Italia. È quello che è successo a Sofia Zago, una bimba di appena 4 anni ricoverata nei giorni scorsi all'ospedale Santa Chiara di Trento.

"È la prima volta in trent’anni di carriera che assisto ad un caso di malaria autoctona in Trentino", dice al Corriere Claudio Paternoster, primario di malattie infettive del nosocomio. Una malattia "autoctona" perché la piccola l'ha contratta senza aver effettuato viaggi nelle aree tropicali o sub tropicali dove la trasmissione è più facile: era stata sì al mare, ma a Bibione (Venezia) con i genitori. Dopo essere ricoverata in gravi condizioni nel reparto i terapia intensiva pediatrica di Brescia, la piccola è morta ieri.

Quando la piccola ha accusato i primi malori, nessuno - né i genitori Marco Zago e Francesca Ferro, né i medici del Santa Chiara - sospettava malaria. Poi, dopo una settimana di febbre alta.

La malattia contratta in ospedale?

Sarebbero ora in corso indagini sul ricovero, sempre nell'ospedale trentino, di due bambini che avevano contratto la malattia in Africa e che poi erano guariti. I piccoli erano ricoverati nello stesso periodo della bimba, in ospedale per diabete. È raro che la patologia venga trasmessa da persona a persona, ma gli inquirenti stanno indagando anche su questa ipotesi.

La malaria viene trasmessa dalla puntura di zanzare appartenenti al genere Anopheles, diffuse soprattutto in zone tropicali. In particolare, Sofia è morta a causa di una malaria cerebrale", la forma più grave della malattia trasmesso dal Plamodium Falciparum, la specie più aggressiva del protozoo parassita che innesca la patologia.

Il parere degli esperti

"Per la nostra conoscenza non esistono in Trentino e in Italia vettori idonei alla trasmissione della malaria", ha spiegato Paternoster, "È stata un’estate caldissima e con i cambiamenti climatici in atto non si può escludere l’adattamento di qualche specie. Andranno prelevati campioni di zanzare e esaminati. L’Italia è stato un Paese malarico fino agli anni ‘50. Poi con le bonifiche delle paludi la malattia si è estinta. Tuttavia il Trentino, per la sua latitudine, non ha mai avuto problemi nemmeno nel passato remoto".

"È un caso criptico, rarissimo", dice all'Agi Giovanni Rezza, medico epidemiologo e responsabile del Dipartimento di Malattie Infettive dell'Istituto Superiore di Sanità, "Criptico perché questa malattia viene trasmessa da un certo tipo di zanzara che in Italia non c'è ed è ignota allora la modalità di trasmissione. So che la piccola non è stata all'estero. A questo punto, occorre attendere l'indagine epidemiologica. Visto che in Italia la zanzara non esiste, la trasmissione allora può avvenire con contatto sangue nel sangue e quindi da qualcuno che ha già contratto il virus. Ma ora non sappiamo nulla sulla modalità di trasmissione e, sottolineo, questi sono casi davvero molto rari".

Commenti

6077

Mar, 05/09/2017 - 09:33

un'altro problema risolto il secolo scorso rifa' capolino...

Ritratto di Elvissso

Elvissso

Mar, 05/09/2017 - 09:34

Ma l'Africa è venuta da noi con tante malattie.

lele2138

Mar, 05/09/2017 - 09:36

indovina un po' da dove arriva la malaria!!!

cgf

Mar, 05/09/2017 - 09:37

qualche larva 'trasportata', no? c'è gente che arriva da non sa bene dove, alle quali è vietatissimo anche misurare la temperatura corporea. Posso capire nel 1347 i controlli non venivano fatti, la conseguenza fu un deciso stop all'incremento demografico, ma nel terzo millennio? anche solo per tutelare gli stessi migranti, prima ancora che noi che già siamo qui...

Ritratto di stamicchia

stamicchia

Mar, 05/09/2017 - 09:41

Stavolta gl'immigrati non c'entrano nulla, perché la malaria sia contrae attraverso la puntura di zanzare, che non viaggiano certo sui barconi, e non per contatto diretto o fortuito con persone infette, quand'anche ve ne fossero. Semmai potrebbero essere giunte zanzare attraverso aerei e navi, e soprattutto il cambiamento delle condizioni climatiche potrebbe aver consentito loro di sopravvivere anche in territori come l'estremo nord Italia dove in passato non sono mai esistiti.

Ritratto di diemme62

diemme62

Mar, 05/09/2017 - 09:42

Puoi anche essere sempre stato in Italia, ma se in Italia sono arrivate centinaia di migliaia di persone dall'Africa subsahariana, è evidente che il rischio di infezione esiste comunque

Ritratto di stamicchia

stamicchia

Mar, 05/09/2017 - 09:42

Chi dice che gl'immigrati trasmettono la malaria non capisce nulla di medicina

apostrofo

Mar, 05/09/2017 - 09:46

Chissà perché tornano 'ste malattie .... ?

Ritratto di mbferno

mbferno

Mar, 05/09/2017 - 09:48

Se Maometto non va alla montagna.....Se ne deduce che i seguaci di Maometto, come era prevedibile,ci hanno fatto tornare indietro di 60 anni,e di 600 anni per altre cose.

steluc

Mar, 05/09/2017 - 09:53

Contenti, brutti untori schifosi, a voi e chi vi dà il voto? Tornano patologie dimenticate, o forse le avete fatte entrare apposta perché sconfitte, come la malaria, dal duce?Appena arriva il vaccino contro l'imbecillita usatelo,mi raccomando.

lele2138

Mar, 05/09/2017 - 09:53

chissà da dove è arrivata....!!!

Armandoestebanquito

Mar, 05/09/2017 - 09:56

Chiara Sarra, HEIL!! Bel discorso di doppio senso, infatti la colpa e degli immigrati africani

fer 44

Mar, 05/09/2017 - 09:58

Sono stato anni fa a Bibione e Lignano, dato che mio figlio si trovava in ospedale a Latisana. Tutta la zona, ai due lati del Tagliamento, da Latisana al mare è piena di canali e zone acquitrinose, dove le zanzare prolificano a miliardi! Non è improbabile che qualcuna di queste si sia infettata, pungendo qualche "risorsa", portatore sano di malaria!

HDFATBOB

Mar, 05/09/2017 - 09:59

Prima delle critiche solo un pensiero a questa piccola innocente vittima ! Mah ...fammi pensare , le strade piene di finti profughi pulciosi che sciabattano, pisciano sui muri e defecano nei prati! NON MI VIENE IN MENTE NESSUNA CAUSA NON SAPREI!!

congonatty

Mar, 05/09/2017 - 09:59

Ci vuole una zanzara africana, non un africano, per trasmettere la malattia. Percio' il problema medico si pone nella ricerca dell insetto. La ricerca dell'inetto invece - il lettore medio che salta sulla notizia per berciare sugli immigrati - e' piu' semplice.

Griscenko

Mar, 05/09/2017 - 10:02

Stamicchia. Tra le centinaia di migliaia di migranti dai paesi subsahariani ve ne sono alcuni portatori della malaria. Se una zanzara che trasmette questa malattia punge uno di questi migranti diventa vettore della malattia e può trasmetterla ad altri.

Duka

Mar, 05/09/2017 - 10:08

Infatti da qualche anno le zanzare sono molto più agressive, SOLO IL MINISTERO DORMIENTE DELLA SANITA' NON SI ACCORGE DI NULLA.

chebarba

Mar, 05/09/2017 - 10:11

basta che le zanzare pungano un malato di malaria (o altro) e poi una persona sana, fragile come un bambino o immunodepressa) e il gioco è fatto, da un po' di tempo in qua è solo questione di statistica e probabilità..

ginobernard

Mar, 05/09/2017 - 10:13

Ci sono paesi che sono MARCI. Non so il motivo ma guardate per esempio l'africa subsahariana. Si fa prima a dire le malattie che non ci sono. C'è di tutto ed è endemico. Una fogna. Qualcuno va a cercarsela andando la per lavoro o vacanza. Altri purtroppo le prendono per contagio di malati. Mi chiedo che tipo di controllo sanitario fanno sulle risorse che arrivano da questi paesi. Quanti portatori sani di terribili malattie ci saranno ? e gli imbecilli suonano le trombette quando arrivano. E' come essere contenti di incontrare il boia.

fifaus

Mar, 05/09/2017 - 10:17

ma perché non dicono chiaramente come stanno le cose? ci stanno trattando da idioti, ma lo sappiamo tutti: il fenomeno è dovuto all'invasione selvaggia.

HDFATBOB

Mar, 05/09/2017 - 10:19

CONGOnatty un nick ...una garanzia

rokko

Mar, 05/09/2017 - 10:19

Chi dice che la malaria è arrivata con i migranti è ignorante. La malaria noi ce l'abbiamo in casa, latente. Fino ad una decina di anni fa, le uniche zanzare che avevamo erano quelle nostrane, quasi tutte incapaci di veicolarla; ora, grazie ai caldi degli ultimi anni e alla proliferazione di specie esogene (arrivate con i carichi di gomme, non con gli immigrati), la possibilità di trasmissione della malattia è aumentata (ma non esageriamo, si tratta di un caso isolato per il momento). Prendiamocela con chi non fa la lotta ai parassiti, cioè i nostri amministratori.

aldefio

Mar, 05/09/2017 - 10:21

La zanzara italiana punge qualcuno che è malato e poi punge uno che è sano..è solo un vettore . Chi sarà stato punto per primo?

congonatty

Mar, 05/09/2017 - 10:23

Ginobernard - La poverta', l'assenza di medicine e ospedali, la guerra, la mancanza di depuratori di acqua, creano l'ambiente ideale per le malattie. Ha ragione, in quei paesi si fa prima a dire le malattie che non ci sono. Forse questo e' uno dei motivi che spinge la gente che vi nasce a lasciarli e cercare un luogo dove la morte per una malattia evitabile non e' praticamente certa.

Ritratto di Antonosofiro

Antonosofiro

Mar, 05/09/2017 - 10:25

Nessuno scrive che siano Migranti a portare la malaria, ma che le LARVE possano essere state trasportate (acqua, vestiti bagnati, etc.) è almeno una probabilità. Di certo ora le case farmaceutiche, complice qualche parlamentare dabbene, invocheranno vaccini obbligatori per tutti (prima o poi sarà anche il caso di farli, forse !). Un altro bel business da immigrazione... anzi no, scusate .. compensazione dei benefici di portatori di contributi per la pensione degli italioti.

Ritratto di Ludovicus

Ludovicus

Mar, 05/09/2017 - 10:26

Meningite, TBC, adesso pure la malaria.... chissa' come mai stanno arrivando tutte queste malattie.... chissa' da dove vengono.... chissa' chi ce le porta...

Ritratto di stamicchia

stamicchia

Mar, 05/09/2017 - 10:27

Gentile Griscenko, in Italia i malati di malaria ci sono sempre stati, italiani e stranieri, altrimenti non sarebbero esistiti i reparti di medicina tropicale. Anche nel mio reparto (lavoro in una rianimazione) ne abbiamo ricoverati diversi nel corso degli anni e li approcciavamo senza particolari precauzioni personali. Se per 60 anni non abbiamo avuto più malaria ciò è dovuto al fatto che non ci sono stati i vettori, le zanzare Anopheles, debellate le quali in Italia si è avuta la scomparsa della malattia. Diversamente, l'Italia è sempre stata un paese dove la malaria era endemica.

Ritratto di Ludovicus

Ludovicus

Mar, 05/09/2017 - 10:27

@staminchia illuminaci tu allora, professorone

QuantoBasta

Mar, 05/09/2017 - 10:28

Sinistri e buonisti grideranno che è colpa del fato...

Ritratto di perSilvio46

perSilvio46

Mar, 05/09/2017 - 10:31

Da quello che ricordo la diffusione della malaria è legata a tre condizioni. a) La presenza di un particolare tipo di zanzare (anofele). b) La presenza di persone infette che vengano punte dalle zanzare. c) le zanzare infettate pungono a loro volta altre persone, ed il contagio cresce esponenzialmente. Il punto a) è dovuto a condizioni climatiche peculiari mentre il punto b) è ragionevolmente legato alla presenza di persone provenienti dell'Africa (che per l'OMS è zona la alto rischio) dove la malaria è endemica. L'apparizione in Italia di malattie mortali o debilitanti che parevano eliminate (dopo le bonifica di zone come la Maremma) penso sia legata alla immigrazione incontrollata.

Ritratto di Alberto43

Alberto43

Mar, 05/09/2017 - 10:32

Che la malaria si trasmetta tramite le zanzare Anopheles lo sanno anche i bimbi di V elementare, che ce ne fossero di tipo autoctono prima delle bonifiche basta leggere i libri di storia per saperlo, che la malaria si curasse con il chinino venduto anche nelle tabaccherie lo sanno tutti i nostri nonni! Quindi se la malattia arriva a colpire ancora persone che non sono state in paesi a rischio vuol dire che qualche zanzara viva è stata importata involontariamente da certi paesi e non si può negare nessuna possibilità: merci, derrate, mazzi di trasporto, turisti e clandestini provenienti da aree a rischio!

antonmessina

Mar, 05/09/2017 - 10:35

altro vaccino in vista per evitare malattie portate dagli invasori?

Ritratto di marino.birocco

marino.birocco

Mar, 05/09/2017 - 10:36

Nel mio comune una volta si usava irrorare con insetticidi le aree verdi e i corsi d'acqua. Da qualche anno per mancanza di fondi non si fa più , e siamo invasi dalle zanzare. Vedremo al prossimo anno con Salvini cosa succederà.

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Mar, 05/09/2017 - 10:42

La presenza , sul territorio, dell'Anopheles è condizione necessaria ma non sufficiente alla trasmissione del Plasmodium malarico. L'insetto ematofago deve, per trasmettere il parassita attraverso la puntura cutanea, essersi preventivamente rifornito da un serbatoio umano...un portatore. A voi le conclusioni.

Mr Blonde

Mar, 05/09/2017 - 10:42

ah ah poi se vi dicono ignoranti vi offendete, certo possibile anche che i migranti arrivino con carichi di zanzare ma mi pare veramente fuori luogo; PS la malaria non si trasmette perchè le zanzare pungono altri malati come del resto per l'aids

paolonardi

Mar, 05/09/2017 - 10:43

Un altro regalo delle risorse tanto care al presidente della Camera. Meno male che ci sono i soloni come stamicchia, omen nomen, che le spara grosse. Il plasmodium malariae, si trasmette attraverso la puntura di zanzare non hanno bisogno di venire con in barconi basta che pungano un immigrato affetto e poi un bambina per farla ammalare.

Ritratto di karmine56

karmine56

Mar, 05/09/2017 - 10:44

Uno ha scritto:"Chi dice che gl'immigrati trasmettono la malaria non capisce nulla di medicina". Il plasmodio della malaria viene trasmesso dalle zanzare, a loro volta infettate da una persona che ha la malaria. Due i casi: o la zanzara è arrivata con un aereo, o (che specie?) la zanzara è stata infettata in Italia. Da chi?

Ritratto di mariosirio

mariosirio

Mar, 05/09/2017 - 10:44

A parte che sì, possono essere arrivate bestie da altri paesi ma soprattutto, abbiamo abbassato la guardia e piuttosto che bonificare con sane disinfestazioni preferiamo lasciare "la natura" così come è. Ma la natura ci è amica solo se la controlliamo.

DRAGONI

Mar, 05/09/2017 - 10:44

ASPETTIAMO LA MINISTRA DELLA SALUTE CHE CI ILLUMINERA' RIGUARDO AL VASO SPECIFICO. CI PROPORRA' L'USO DEL DDT? O INDICHERA' L'ELIMINAZIONE PREVENTIVA DELLE CAUSE CHE CHIARAMENTE SONO DA RICERCARE DA VEICOLI ANCHE UMANI ROVENIENTI DA ZONE COME L'AFRICA??

Alfaale

Mar, 05/09/2017 - 10:46

Proprio ieri é comparso un articolo sul Foglio che sbertucciava gli austriaci che impedivano alle risorse di varcare i confini, mentre il trentino era nen felice di tenerli ammassati nelle loro strade.. Se poi qualche larva o uovo, attecchito nelle magliette delle risorse si schiude e va a colonizzare quelli che oramai con la siccità e il caldo sono diventati stagni trentini e poi sciamano, non ditelo altrimenti passate per gente che non sa nulla di scienza.

Ritratto di eaglerider

eaglerider

Mar, 05/09/2017 - 10:46

Uno dei tanti regali dell'immigrazione clandestina di Stato! Ringraziamo Mattarella, Boldrini, Grasso, Renzi, Gentiloni, l'immenso Alfano, tutta la sinistra unita, senza dimenticare il Bergoglio, i suoi interessati porporati e i "caritatevoli cristiani" che ingrassano con l'accoglienza!

Ritratto di falso96

falso96

Mar, 05/09/2017 - 10:47

Le chiamerei .... optional della globalizzazione del mercato libero del libero passaggio di merci e altro ...

6077

Mar, 05/09/2017 - 10:48

perchè censurare il volto di una bambina ma non dell'altra?

Ritratto di riflessiva

riflessiva

Mar, 05/09/2017 - 10:58

Chi associa questa tragedia agli immigrati o è un pazzo o è in malafede e dovrebbe vergognarsi se avesse un barlume di dignità. Dite come si trasmette la malaria. Malattia non contagiosa.

Ritratto di elkid

elkid

Mar, 05/09/2017 - 10:59

---questi articoli fungono da test---sono utili a misurare il Q.I dei commentatori---il quale--come era già notorio --è abbastanza bassino--swag ganja

paolone67

Mar, 05/09/2017 - 11:00

Qui si blatera a sproposito di cambiamenti climatici. Il problema è che, almeno dalle mie parti, sono ormai almeno 10 anni che le nostre amministrazioni non fanno più disinfestazioni per limitare il numero di zanzare perché devono risparmiare i soldi che sprecano in altre cose (per esempio nell'accoglienza ai clandestini). Paghiamo sempre più tasse e abbiamo sempre meno servizi. E cominciano ad andarci di mezzo i nostri figli. Bello schifo.

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Mar, 05/09/2017 - 11:03

#stamicchia - 10:27 Anche nel mio reparto (lavoro in una rianimazione)...Come portantino?

aldefio

Mar, 05/09/2017 - 11:04

Per qualcuno qui il problema non è l HIV ma le siringhe che lo trasmettono. Aboliamo le siringhe !

UgoCal

Mar, 05/09/2017 - 11:04

Tra le tante ipotesi nessuno ha il coraggio di dire che potrebbe essere portata in Italia dalla marea di migrati provenienti dall'Africa? Qualcuno sa se chi sbarca viene visitato approfonditamente e vaccinato?

Ritratto di Elvissso

Elvissso

Mar, 05/09/2017 - 11:04

Nei viaggi dei migranti dall'africa arrivano anche le zanzare,quelle carrette approdate nei nostri porti,hanno raccolto di tutto e portato qui,sono decenni che questa malattia non si vede in italia,come mai?Non c'è piu' sordo di chi non vuol sentire.

Tarantasio

Mar, 05/09/2017 - 11:06

La trasmissione della malaria può avvenire dal sangue di soggetti malarici e contenenti plasmodi nella fase infettante. Il serbatoio del parassita è costituito dagli individui infettati in maniera cronica. I vettori sono zanzare del genere Anopheles, in italia mai scomparse del tutto, invece erano scomparsi i malati portatori...

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Mar, 05/09/2017 - 11:08

#elkid- 10:59 Ecco un altro specialista in infettivologia...Ma va a dormire, belina!

pensionato.stufo

Mar, 05/09/2017 - 11:11

Da Wikipedia : la malaria (detta anche paludismo) è una parassitosi, malattia provocata da parassiti protozoi del genere Plasmodium. Il serbatoio del parassita è costituito dagli individui infettati in maniera cronica. I vettori sono zanzare del genere Anopheles. Lascio immaginare chi siano gli "individui infettati in maniera cronica".

andy15

Mar, 05/09/2017 - 11:12

@ congonatty Lei dice nel suo commento che "La poverta', l'assenza di medicine e ospedali, la guerra, la mancanza di depuratori di acqua, creano l'ambiente ideale per le malattie". Il colonialismo e' finito da 60-70 anni e in tutto questo tempo, con tutte le ricchezze del sottosuolo e con tutti gli aiuti che l'Occidente ha inviato in Africa, queste popolazioni non sono riuscite a costruirsi dei depuratori d'acqua e degli ospedali e a smetterla di farsi la guerra tra loro. E invece di rimboccarsi le maniche, come gli europei hanno fatto nel dopoguerra, questi preferiscono venire a mendicare un vitalizio da noi. E cio' le sembra normale?

Ritratto di diemme62

diemme62

Mar, 05/09/2017 - 11:13

elkid: poi arrivi tu e il QI è in caduta libera ...

Albius50

Mar, 05/09/2017 - 11:14

I trentini SONO STRENUI DIFENSORI DEI MIGRANTI quindi effettivamente non è detto che la piccola l'abbia proprio contratta nella propria regione.

UgoCal

Mar, 05/09/2017 - 11:14

X riflessiva: Al rientro da un viaggio in zone a rischio malaria si dovrebbe chiedere la visita con i medici tropicalisti del centro MET per una valutazione dello stato di salute e per fare un esame parassitologico sul sangue (striscio e goccia spessa, ricerca DNA parassita malarico, test immunologico rapido). Ai migranti lo fanno?

ginobernard

Mar, 05/09/2017 - 11:14

l'Africa sub-sahariana è completamente marcia. E' la cloaca del mondo. In nessun altro posto ci sono cosi tante malattie endemiche come in Africa. Andrebbe disinfestata tutta.

Ritratto di diemme62

diemme62

Mar, 05/09/2017 - 11:16

@UgoCal: in effetti c'è giusto qualche decina di post in quel senso ...

ginobernard

Mar, 05/09/2017 - 11:17

mi chiedo quanti portatori sani di malattie stanno sbarcando.

Ritratto di elkid

elkid

Mar, 05/09/2017 - 11:19

--certo certo---perchè gli italioti rimangono chiusi in casa e non viaggiano mai---la malaria non è soltanto diffusa nell'Africa Sub-sahariana--ma anche in molte zone dell'asia e dell'america centro-meridionale---avete una vaga idea di quanti milioni di italiani viaggino ogni anno per quelle mete sia per lavoro che per svago?---o dobbiamo puntare sempre il dito sull'uomo nero?---ed i trasporti?---derrate alimentari ed aerei?---io comincerei a vedere se nella cerchia ristretta della vittima ci siano parenti o amici che di recente abbiano fatto viaggi all'estero--swag

steluc

Mar, 05/09/2017 - 11:24

E' più che evidente che quando sbarcano non vengono sottoposti ad esami clinici approfonditi , uno sguardo in una tenda e via verso il territorio , quando invece servirebbe una quarantena ( mai sentito di Ellis Island?) . E per i professoroni , le zanzare sono solo i vettori , se entrano individui infetti prima o poi parte il contagio . Profilassi no? o si calpestano i diritti umani.....

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Mar, 05/09/2017 - 11:25

#riflessiva - 10:58 Una Collega! Perchè non me l'hai detto prima? Ti avrei perdonato gli errori di ortografia. Per tua norma e regola: la malaria non è una malattia contagiosa. Bensì trasmissibile. Attraverso il morso di un vettore, l'Anopheles, infettatosi col sangue di un soggetto malato. Salutoni, Dottoressa!

Ritratto di ohm

ohm

Mar, 05/09/2017 - 11:26

Infatti tutte le malattie che ultimememnte ci ritroviamo mica le importiamo ! CE LE PORTANO e noi fessacchotti aspettiamo lì sull'uscio prontio a contrarle....e poi se non bastasse sepndiamo miliardi di euro per rifare I vaccine.....SIAMO ROPRIO DEGLI IDIOTI!... E se controllassimo di più I nuovi arrive e li vacciniamotutti su tutte le malattie infettive e non che noi biamo già debellato....forse srebbe meglio! Si spende troppo ? Bene allora che stiano a casa loro!

akrancic

Mar, 05/09/2017 - 11:27

Ma i buonisti sanno leggere? Dice l'articolo :" A questo punto, occorre attendere l'indagine epidemiologica. Visto che in Italia la zanzara non esiste, la trasmissione allora può avvenire con contatto sangue nel sangue e quindi da qualcuno che ha già contratto il virus."

Ritratto di Roberto_70

Roberto_70

Mar, 05/09/2017 - 11:30

Non si tratta di malaria autoctona come adesso vorranno far credere. Ma quando hai migliaia e migliaia di persone che arrivano da quelle zone cosa ci si può aspettare se non malattie che da noi non ci sarebbero nemmeno per sbaglio. Di estati calde ve ne sono state, quindi anche questo non vuol dire nulla.

orailgo38383838

Mar, 05/09/2017 - 11:31

spiacevole e brutto a dirsi ...ma la realtà è che: 1) abbiamo gli africani qui da noi 2) abbiamo il clima africano che d'estate ci massacra 3) ricompaiono malattie che credevamo scomparse...saranno anche gli aerei che ci portano le zanzare ma...gli aerei c'erano già ben prima dell'ondata migratoria e invasiva di questi anni

Ritratto di ohm

ohm

Mar, 05/09/2017 - 11:33

rokko Mar, 05/09/2017 - 10:19 ''...e alla proliferazione di specie esogene (arrivate con i carichi di gomme, non con gli immigrati) ''...appunto ....gli immigrati arrivano con I GOMMONI ...pensate che dimensioni hanno le zanzare !.....:-)

Ritratto di ohm

ohm

Mar, 05/09/2017 - 11:37

Elkid '''---questi articoli fungono da test---sono utili a misurare il Q.I dei commentatori---''' Anche il suo Q.I. che non è solo bassino ma è sottozero........non si può esssere sempre contro tutti e controcorrente.....questo denota come il livello Q.I. tende a meno infinito! La realtà è una cosa le sue teorie un'altra cosa.............

Ritratto di ohm

ohm

Mar, 05/09/2017 - 11:43

In Africa settentrionale la malaria è poco presente e predomina P. vivax. In Africa centrale e orientale predomina P. falciparum, ma sono presenti anche P. vivax e P. malariae. In Africa occidentale predomina P. falciparum, ma è molto diffuso anche P. ovale; presente ma raro anche P. vivax. In Italia dal 1950 la malaria è stata sconfitta! A voi le conclusioni!

Ritratto di diemme62

diemme62

Mar, 05/09/2017 - 11:43

Elkid: vero, ma gli Italiani viaggiano con una certa frequenza da qualche decennio. E negli scorso decenni di malaria, in Italia, non è mai morto nessuno. Ora c'è un'impennata nel numero di immigrati e ci scappa il morto. Mera coincidenza? Può darsi. Ma comprenderai che qualche sospetto è più che legittimo ..

Ritratto di scoglionato

scoglionato

Mar, 05/09/2017 - 11:44

Ma che problema capire come possa essere successo! Bisogna essere laureatie con 10 masters. SONO i baluba che abbiamo fatto entrare,senza controlli,senza,documenti,ma ben forniti di malattie tropicali. A quando il Dengue?

Ritratto di RindoGo

RindoGo

Mar, 05/09/2017 - 11:46

Per il manipolo di genietti che tendono ad escludere il fattore migranti clandestini: guardate che le zanzarucce possono comodamente viaggiare in valige, borse e borsoni, in un clima molto più favorevole della stiva di un aereo. E la corsa ai vaccini obbligatori di mille generi, come non accadeva in passato è dovuta alla coda di paglia di politici che sanno bene il rischio dovuto all'importazione di questo pattume sociale.

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Mar, 05/09/2017 - 11:47

Attendo che pubblichiate la mia risposta a M. Blonde. Il fatto che l'AIDS non venga trasmesso attraverso il morso di un insetto ematofago non deve autorizzare la demenziale conclusione che il Plasmodium non sia veicolato dalle zanzare. Sciacquati le circonvoluzioni cerebrali con l'acqua ossigenata, se del caso.

Pippo3

Mar, 05/09/2017 - 11:50

elkid il tuo QI non lo misura nessuno, non hanno ancora inventato la macchina che potrebbe riuscire in tale impresa swag ganja

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Mar, 05/09/2017 - 11:51

@marino biroccio - per ora stiamo vedendo i grandi risultati di quelli degli ultimi 6 anni che voti sempre: il NULLA. E vieni qui a pontificare o fare sberleffi? Meglio nascondersi.

Ritratto di elkid

elkid

Mar, 05/09/2017 - 11:54

---diemme62--col piccolo particolare che nel frattempo è cambiato il clima---

Ritratto di giorgio.peire

giorgio.peire

Mar, 05/09/2017 - 11:55

Altra malattia che era stata debellata.ora è ritornata, grazie alle risorse della boldrina e i fratelli di franceschiello. Quando impareremo qualche cosa dalla storia ???

Ritratto di elkid

elkid

Mar, 05/09/2017 - 11:56

---ci sono esempi di flora e fauna che fino a qualche anno fa si pensava fosse impossibile che attecchissero alle nostre latitudini-

Silvio B Parodi

Mar, 05/09/2017 - 11:56

ci porteranno la loro cultura, sono il nostro avvenire, ci pagheranno le pensioni, e noi con loro dovremo convivere,,,,,per ora ci hanno portato Stupri, Aggressioni Furti sporcicia,Degrado, Poliziotti in ospedale, occupazioni abusive, droga, e malattie, Non avevamo piu la Scabbia la Tbc, la Malaria da 50 anni, allora Sbodrinova, non hai un commento??????

Ritratto di El Presidente

El Presidente

Mar, 05/09/2017 - 11:57

Orribile notizia. Una preghiera per l'angioletto volato in cielo. Purtroppo anche stavolta tocca assistere al consueto sfoggio di ignoranza di tanti che non perdono l'occasione per inventarsi accuse ridicole. E' assolutamente impossibile che la malattia sia stata portata dai migranti visti i tempi di incubazione e di sopravvivenza delle zanzare e il fatto che i migranti vengono sottoposti a controlli medici (a parte il fatto che se avessero contratto in patria questo specifico tipo di malaria sarebbero schiattati nel lungo viaggio attraverso il deserto). Quasi certamente è arrivata al seguito di qualcuno che, per lavoro o vacanza, si è recato in qualcuna delle zone a rischio.

Jesse_James

Mar, 05/09/2017 - 11:58

Chi dice che gli immigrati NON trasmettono malattie non capisce nulla invece. Io sono un caso vivente. Nel 1998 fui punto da un pappatacio che mi provocò la leishmaniosi, una malattia tropicale. E sono stato quasi sul punto di morire perchè le spore mi avevano invaso il midollo osseo. Ebbene nell'autorevole ospedale di cui non faccio nome dove fui curato, mi dissero che le uova di questi insetti si attaccano solitamente sotto i peli delle ascelle dei migranti, poichè a livello di pulizia stanno sotto zero. Giuro su qualsiasi cosa vogliate che stò raccontando la verità.

Dordolio

Mar, 05/09/2017 - 11:59

Via via.... leggendo la stampa allineata si apprende facilmente che la bimba ha avuto la sfortuna di incappare a distanza ravvicinata in qualche viaggiatore o turista (aggiungo di mio ricco per definizione) proveniente da terre lontane. E che pensavate, che fosse qualche nuovo ospite di quelli che non abbiamo invitato? Siete solo maliziosi. E ricordatevi che il politicamente corretto vi impedisce non solo di dirlo, ma anche di pensarlo. E quindi statevene buoni e zitti, rassisti, rassisti!

gneo58

Mar, 05/09/2017 - 12:01

sapete chi ringraziare !

mic21

Mar, 05/09/2017 - 12:01

Se dopo aver punto una persona infetta la zanzara punge un soggetto sano può trasmettere i parassiti della malaria. Forse non sarà questo il caso ma con i confini colabrodo vien da pensare.

Ritratto di Ludovicus

Ludovicus

Mar, 05/09/2017 - 12:03

@elpirl, indubbiamente lei ha ragione. Questi articoli servono per misurarel'IQ di chi commenta. Per esempio il suo. Che risulta essere piuttosto basso.

Ritratto di nando49

nando49

Mar, 05/09/2017 - 12:05

Anche in questo caso si può ipotizzare che un buon 80% degli italiani pensa che queste malattie sono portate dall'immigrazione incontrollata. Invece penso che il 20% (PD) sia convinto che l'80% sia razzista.

Ritratto di Ludovicus

Ludovicus

Mar, 05/09/2017 - 12:06

@elpirl, chissa', magari avevano ragione nel medioevo, quando pensavano che le malattie si trasmettevano con il vento? La cosa piu' divertente (che divertente non e' per niente, visto che accadono queste tragedie) e' che vuoi buonisti all'olio d'oliva per difendere l'indifendibile regredite al livello mentale dell'uomo medievale, con la differenza che siete talmente dementi da credervi molto intelligenti. PS mi racomando faccia attenzione alle correnti d'aria, non vorrei che si prendesse una meningite o una TBC.

Ritratto di elkid

elkid

Mar, 05/09/2017 - 12:08

---El Presidente----se non ci fossero i tipi come lei --occorrerebbe inventarseli a tavolino---qua fra un pò dichiareranno che il clima ha deciso di sposare il piano kalergi e rema contro--brutto caldo sahariano catto-comunista

Ritratto di wilcoyote53

wilcoyote53

Mar, 05/09/2017 - 12:09

Se è vero che la malaria si trasmette tramite puntura di insetto, da malato o portatore sano , vi è da considerare come l'europa sia diventata un colabrodo come regole di importazione merci, abbiamo importato infatti da navi e container senza alcun controllo insetti come la zanzara tigre e da ultimo la xilella, killer dei nostri ulivi . Bibione è tra due grandi porti come Trieste e Marghera. Quando ho esportato in Uganda dei macchinari ho dovuto ( giustamente ) far tropicalizzare e disinfestare anche i pallets di legno. Copiare da chi usa la testa è troppo difficile ?

Dordolio

Mar, 05/09/2017 - 12:10

Mettiamola così: un immigrato recente con malaria viene punto da una anofele che poi la trasmette alla bimba. Non vedo la stranezza di questa trasmissione. Possibile anche che il vettore umano sia un turista proveniente da zone lontane ammalato. Qui già siamo più sul difficile, perchè solitamente il viaggiatore si protegge con un'opportuna profilassi. La sintomatologia della malaria poi è tipica e anche lo sprovveduto scopre subito di averla e la diagnosi non dovrebbe essere difficile (mentre la cura per forme aggressive lo è). Mi dicono che molti dei nuovi ospiti che abbiamo qui subiscono controlli medici molto sui generis (anche perchè appena possono si danno spesso alla macchia). Secondo voi - a questo punto - che può essere successo????

novate57

Mar, 05/09/2017 - 12:11

i migranti..risorse o rifugiati...clandestini..chiamateli come volete...c'e' un unica verita'....portano malattie

Dordolio

Mar, 05/09/2017 - 12:19

El presidente.... lascia perdere la favola del lungo viaggio attraverso il deserto... quelli che ci provano MUOIONO LI'. Quelli che ci arrivano - ormai è stabilito - sono l'equivalente africano della middle class occidentale. Si vede da come vestono, che telefonini hanno e come li gestiscono e quanto hanno pagato per venir qui per farsi mantenere o tentare ogni possibile avventura (impunita). Gli spazi temporali per una malaria ci possono essere tutti. E sui controlli medici meglio tacere (quanti ne girano con TBC probabilmente anche conclamata? Molti con la scabbia sono certamente a spasso).

Jon

Mar, 05/09/2017 - 12:25

Ma..in Ospedale dormivano??? Che analisi hanno fatto ?? Le manifestazioni sono abbastanza chiare..Febbre alta..diarrea vomito.. Perche' non e' stata curata??

Ritratto di elkid

elkid

Mar, 05/09/2017 - 12:25

---Jesse_James---si infatti---per lei è più facile credere che la larva del pappatacio si fosse insinuata e vivesse beatamente sotto le ascelle del non lavato colorato---piuttosto che soggiornasse tra i peli del suo cane o quelli del cane del suo vicino---siete ridicoliiiiiiii ---swag ganja

Ritratto di elkid

elkid

Mar, 05/09/2017 - 12:28

--Ludovicus---senta a me --si chiuda in casa a doppia mandata e non esca più --non si azzardi a viaggiare che è pericolosissimo--per quanto riguarda gli immigrati --fra un pò godot arriverà e ripulirà l'italia---stia tranquillo--

congonatty

Mar, 05/09/2017 - 12:29

Ma anche se fosse, che la suddetta zanzare avesse punto un immigrato africano malato, e l'avesse poi trasmessa a un indigino italiano. Quale sarebbe la colpa dell'africano? Di essere malato? E' una colpa? Lui stesso e' stato punto ed infettato. Dove porta il ragionamento? Blocchiamo le frontiere agli ammalati, o solo agli ammalati africani, o a tutti gli africani cosi teniamo fuori anche gli ammalati? Ci sono tante malattie infettive anche in India. Blocchiamo anche gli indiani? E in sudamerica? Basta brasiliani? O solo quelli che non sono buoni a giocare a pallone?

Ritratto di etaducsum

etaducsum

Mar, 05/09/2017 - 12:30

1/2 @stamicchia – Una mezza verità (cosi funziona il politicamente ipocrita) è peggio di una menzogna. La malaria l’ho conosciuta da giovane in Sardegna e da grande per tanti anni in Tailandia, dove è endemica. È contagiosa, ma il contagio avviene in maniera mediata tramite la zanzara anofele, detta appunto della malaria. Questo significa che per la diffusione della malattia ci vuole la compresenza nell’ambiente di due elementi. 1) Persone, il cui sangue è infestato da un parassita, un protozoo che, appunto, causa la malaria; 2) la zanzara anofele, che pungendo persone infette e persone sane trasporta il parassita dal sangue di quelle al sangue di queste.

Ritratto di etaducsum

etaducsum

Mar, 05/09/2017 - 12:32

2/2 In Sardegna la malaria è stata debellata grazie al ddt (con buona pace dei verdi fuori e rossi dentro). L’anofele si riproduce nell’acqua stagnante acquitrini, paludi ecc.). C’è stata una disinfestazione capillare, a tappeto, eliminando in pratica la zanzara anofele. Questo non ha guarito i malati, ma ha impedito che i sani venissero contagiati. Alla fine della malaria da noi è rimasto solo lo sgradevole ricordo. Se ne riparliamo, vuol dire che è riapparsa l’anofele e che c’è anche una considerevole percentuale di persone infette. Mesi fa un parroco, andato in visita in Guinea equatoriale dove è nato, al rientro ha avuto i sintomi della malaria. Ha dovuto recarsi in Spagna dove sono più attrezzati per curarla. Questo la dice lunga sull’idiozia di chi considera «razzisti» gli amministratori che richiedono accertamenti sanitari alla marea di gente venuta, di prepotenza, in Italia da zone dove, la malaria, e non solo essa, è endemica.

Ritratto di bobirons

bobirons

Mar, 05/09/2017 - 12:33

Dice il libro che se la montagna non va dal profeta il profeta va alla montagna. La piccola, e vorrei essere credente per raccomandarla a quello lassù, non è mai andata in Africa o altre zone infette. Sorge il dubbio che persone infette siano venute qui ed abbiano portato l'infezione. La responsabilità di quest'anima innocente grava su i delinquenti anti italiani che fanno di tutto per snaturare cultura, usanze, modo di vita degli autoctoni a vantaggio di un gran numero, anche piccola percentuale rispetto agli indigeni, che senza cura, senza ritegno, spesso senza motivo che fruire dell'altrui assistenzialismo, sono lasciati entrare illegalmente. Fossi il genitore del piccolo Angelo vi maledirei per la vita.

Ritratto di robergug

robergug

Mar, 05/09/2017 - 12:34

Mi fa paura la notizia dei due bambini africani malati di malaria e ricoverati assieme alla povera bambina a Ferragosto. Più di una coincidenza, mi sembra un fatto determinante: la malaria si trasmette anche per contatto con sangue infetto, ed in un ospedale questo può purtroppo accadere. Non dovrebbe, ma non può essere escluso in assoluto. Sicuramente è questo il fatto che va investigato nel modo più approfondito possibile.

Ritratto di huckleberry10

huckleberry10

Mar, 05/09/2017 - 12:41

Il vettore, forse qualche "risorsa" africana che assieme ai suoi quattro stracci ed al desiderio irrefrenabile di contribuire al PIL del belpaese, ha portato con sé esemplari del pernicioso insetto.

Assix

Mar, 05/09/2017 - 12:43

Altre fonti (ad es.Repubblica) riportano che la bambina era stata ricoverata a Trento vicino a 2 bambini provenienti dall'Africa e affetti da malaria, il che ovviamente spiega tutto: evidentemente una zanzara autoctona ha punto una persona infetta e poi ha infettato la bambina

Ritratto di stufo

stufo

Mar, 05/09/2017 - 12:45

elkid, sappiamo tutti qual è il tuo QI.....ne abbiamo le prove dai tuoi commenti !

Ritratto di Raperonzolo Giallo

Raperonzolo Giallo

Mar, 05/09/2017 - 12:48

Interessante ma inutile discussione. Vi siete dimenticati che i politicamente corretti, qualora fossero divorati da una tribù cannibale in Italia, mentre ancora vivi vengono brasati nel padellone, sosterrebbero che il cannibalismo è tradizione antica in Italia, e che sono i fassisti a portarla avanti.

Ritratto di Elvissso

Elvissso

Mar, 05/09/2017 - 12:48

Occhio,che la zanzara in questione ha punto qualcuno che è ancora libero in Italia.

Ritratto di Ludovicus

Ludovicus

Mar, 05/09/2017 - 12:49

@elpirl, "senti a me": impara l'italiano. Ah gia', ma per comunicare con i migranti non ti serve, dimenticavo...

Tamsach

Mar, 05/09/2017 - 12:49

Mi domando perché tanti qui commentino senza leggere l'articolo. Il dottore dice che queste zanzare non esistono in Italia e che la trasmissione può avvenire da sangue a sangue. Allora i casi sono due: o la bimba ha toccato e messo in bocca (i bimbi piccoli mettono tutto in bocca, specie le loro mani) o una zanzara ha punto un malato e poi punto lei. A questo punto mi viene in mente Prosperini, medico e rappresentante della Lega Nord dei primi tempi, che già 20anni fa diceva che bisognava vaccinare obbligatoriamente tutti gli emigranti africani che arrivavano in Italia. Non ho capito: non fanno andare a scuola i bambini se non sono vaccinati e poi accolgono cani e porci senza manco fargli almeno l'esame del sangue? Mah....

chebarba

Mar, 05/09/2017 - 12:49

La maggior parte dei casi di malaria avviene in Africa intertropicale (>90%); in questa parte del continente la trasmissione è uniformemente diffusa senza particolari distinzioni tra aree urbane o rurali o tra le diverse epoche dell'anno (fatta eccezione per i paesi agli estremi nord e sud); le sole aree che possono essere considerate indenni sono quelle al di sopra dei 2.000 metri di altitudine. In genere sono indenni le aree urbane e le principali stazioni turistiche. Nel corso del tempo nelle aree malariche il numero di casi può aumentare in modo drammatico ed una zona considerata a basso rischio può divenire ad alto rischio. Ciò può essere causato tanto da modificazioni climatiche, tanto da cambiamenti socio-politici (riduzione delle misure di controllo dell'epidemia, movimenti di popolazione ecc.).

Mr Blonde

Mar, 05/09/2017 - 12:51

Memphis35 la demenziale conclusione è ripresa da pareri medici che può trovare ovunque e che, non essendo medico, comunque ho letto

chebarba

Mar, 05/09/2017 - 12:52

Il Ministero della Salute e l'Istituto Superiore di Sanità mantengono attivo un sistema di sorveglianza, che prevede una continua valutazione della situazione epidemiologica sia tramite l'elaborazione annuale della casistica sia attraverso il controllo dell'anofelismo residuo. L'Istituto Superiore di Sanità ha anche l'incarico di conferma microscopica di diagnosi dei casi notificati. Un controllo, profilassi e quarantene dovrebbero essere obbligatorie conme in tutti i paesi civili

Dordolio

Mar, 05/09/2017 - 12:56

Giusto per riferire, la zanzara anofele (che trasmette la malaria) esiste ancora qui da noi. Non ci credevo finchè un amico appassionato di entomologia non me lo disse e mi indicò anche il modo di riconoscerla. La zanzara normale quando si posa su una superficie mantiene il corpo parallelo all'appoggio. L'anofele invece lo tiene perpendicolare. Va da sì che da allora quando ne vedo una prima di schiacciarla la osservo. O ogni tanto mi capita così di vederne qualcuna.

Casalingasignor...

Mar, 05/09/2017 - 12:56

Che dire! povera famiglia distrutta, e poveri noi con chi abbiamo a che fare ??

VittorioMar

Mar, 05/09/2017 - 12:58

...PECCATO !!..UN VERO PECCATO..!!!..UN BAMBINO ITALIANO NON PUO' MORIRE COSI' ...!!..LA MALARIA IN ITALIA E' STATA DEBELLATA DA 50 ANNI E FORSE PIU'...!

Ritratto di elkid

elkid

Mar, 05/09/2017 - 12:59

--Ludovicus--cosa conosce lei del mio idioma?--oltre "dasvidania" ci sa andare?---taccia e studi--swag

vottorio

Mar, 05/09/2017 - 13:02

numerose malattie da tempo debellate stanno tornando in Italia al seguito della invasione incontrollata di clandestini provenienti prevalentemente dall'Africa. ora si spiega il motivo che spinge l'attuale governo abusivo per bocca del suo ministro della salute Beatrice Lorenzin (detta anche la burina di Acilia) di caldeggiare le vaccinazioni "obbligatorie" consapevoli già da tempo dei rischi cui andiamo incontro.

Ritratto di abj14

abj14

Mar, 05/09/2017 - 13:09

Per quanto ne sappia e dopo 40 e passa anni in Afica Occidentale la malaria non è trasmissibile se non con la zanzara. Io mi sono preso simultaneamente 3 tipi di malaria in un viaggio fine anni 70 in Zaire e Cameroun: Plasmodium Malariae, Cynomolgi e il citato Falciparum che, se non curato subito, provoca il decesso; ciò che mi stava arrivando grazie alla scarsa conoscenza in materia in Italia ed alla mancanza di medicinali appropriati (avevo inviato qualcuno a prendere la clorochina alla la mia società di navigazione il cui ufficio sanitario era provvisto). Non avevano mai voluto ammettere ufficialmente che fosse malaria (troppe scartoffie/inchieste per il ministero) e sono stato dimesso in condizioni disastrose poiché mi curavano all'inizio con antibiotici; che non servono a un klinz. Subito dopo sono corso in Francia con i vetrini prodotti in Italia e lì hanno subito riscontrato le 3 citate malarie. Mi hanno rimesso in sesto con la sola Nivaquine quotidiana.

Ritratto di abj14

abj14

Mar, 05/09/2017 - 13:10

Antonosofiro 10:25 scrive : "Di certo ora le case farmaceutiche, complice qualche parlamentare dabbene, invocheranno vaccini obbligatori per tutti" - - - Non esiste ancora il vaccino antimalarico propriamente detto; sono tuttora a livello ricerca.

Ritratto di abj14

abj14

Mar, 05/09/2017 - 13:16

karmine56 10:44 scrive : "o la zanzara è arrivata con un aereo" - - - Sì, può essere. È noto il caso di vari doganieri all'aeroporto di Parigi punti da zanzare probabilmente presenti nei bagagli. Da anni ormai, certe compagnie aeree, alla partenza da scali Africa Occidentale, spruzzano un prodotto subito dopo aver chiuso i portelloni prima del decollo.

Altoviti

Mar, 05/09/2017 - 13:18

Nell'articolo parlate di virus, riportando sicuramente con errore le parole del medico perché si tratta di un protozoario e non certo di un virus. Oppure ci sarebbe da preoccuparsi seriamente sulla formazione dei Medici. Non ci dite niente su i bambini salvati, erano italiani o africani?

squalotigre

Mar, 05/09/2017 - 13:23

Memphis35 - lascia perdere i commenti di Elkid, di stamicchia (nomen omen) o di coloro che credono che si possa discutere su una qualsiasi patologia senza avere alcuna competenza. La scienza non è democratica ed anche se ci fossero milioni di persone che dicono che la terra è piatta, la terra è rotonda e continua ad esserlo. La malaria, se lo mettano in testa i seguaci del buonismo boldriniano, è una malattia trasmissibile e l'agente responsabile è l'anofele che trasmette la malattia dopo avere punto un soggetto malato. Ci sono centinaia di clandestini provenienti da zone in cui la malattia è endemica e questi clandestini non vengono controllati minimamente. I nostri migranti negli States venivano messi in quarantena ma noi siamo accoglienti e buoni. Bravi, becchiamoci le malattie e stiamo allegri perché il nostro pianto fa male al re.

Ritratto di Ludovicus

Ludovicus

Mar, 05/09/2017 - 13:30

@elpirl io conosco l'italiano e di quale sia il tuo idioma non me ne frega niente, in Italia si parla italiano, caro giovane egoriferito.

Altoviti

Mar, 05/09/2017 - 13:34

Va detto che la zanzara Anophèles è presenta da anni in Europa e in Italia, mentre il parassita Plasmodio Falsiparum non è naturalmente presente in Europa, la zanzara deve per forza aver punto una persona infetta da malaria proveniente da america latina o dall'Africa. L'elemento che riporta Assix potrebbe spiegare il contagio.

Ritratto di El Presidente

El Presidente

Mar, 05/09/2017 - 13:36

@Assix Se una zanzara autoctona punge una persona infetta e poi punge un'altro non trasmette il parassita, le zanzare che vivono nel nostro paese eliminano il parassita nell'organismo mentre nell'anofele lo stesso si annida nelle ghiandole salivari dell'insetto. Mi capita di andare in Africa per lavoro e posso assicurare che attraverso i voli di linea, zanzare ed altri insetti africani, arrivano regolarmente in Europa.

belmoni

Mar, 05/09/2017 - 13:37

E questo cosa sta a significare secondo voi? da dove arriva la malaria? dall'africa!!!!!!!!! echi puo' averla portata? sveglia!!!!! questi ci stanno impestando di tutto e di piu e quelladelinquente della Lorenzin si preoccupa di obbligare gli italiani SANI a vaccinarsi!!!!!!! POVERI NOI!!!!

Mannik

Mar, 05/09/2017 - 13:43

È chiaro che il ricettacolo di razzisti si sarebbe buttato a capofitto su questa storia. Invece, ignoranti che non siete altri, si scopre che la piccola era stata in ospedale in agosto e che nello stesso reparto c'erano due bimbi in cura proprio per malaria. Vergognatevi, ignoranti.

Scirocco

Mar, 05/09/2017 - 13:57

Chissà come mai che da quando abbiamo gli immigrati in giro per le città sono comparse TBC, difterite, forme virulente di morbillo e varicella, la meningite, la lebbra (a Genova hanno riaperto il reparto degli hanseniani)ed ora anche la malaria.Aspettiamoci prossimamente l'ebola e, viste le continue violenze sulle donne da parte di africani, il riacutizzarsi di casi AIDS. Visto che purtroppo siamo obbligati nostro malgrado a sopportare la convivenza con degli stranieri impestati perché il Ministro della Salute,che impone con rigore i vaccini ai bambini Italiani, non impone con lo stesso rigore la quarantena a tutta la rumenta che sbarca sulle nostre coste ed a quelli che già bighellonano nelle nostre strade ?

pasquinomaicontento

Mar, 05/09/2017 - 14:00

Chi non ricorda la morte di Fausto Coppi che insieme insieme al suo amico Raphael Geminiani andarono nel Burkina Faso per qualche battuta di caccia.Al ritorno in patria i due si telefonarono e Geminiani gli disse che aveva una strana febbre, Coppi gli rispose le a lui la febbre era arrivata a 40...in Francia Raphael fu curato con dosi massicce di chinino avendo subito scoperto la causa di quella febbre,quando la signora Geminiani telefonò in Italia avvertendo i medici che si trattava di malaria, venne incredibilmente ignorata e non fu presa in considerazione, si prospettava una brocopolmonite emorragica,agli antibiotici fu aggiunto il cortisone, peggio che annà de notte,Fausto morì di malaria il 2/1/1960. I medici francesi se ne accorsero subito che era malaria,fosse così pure per la bambina,sarebbe grave.

ccappai

Mar, 05/09/2017 - 14:15

Notizie come questa, tragiche per se stesse, hanno un riflesso "positivo" (con tutto il rispetto possibile per la famiglia della povera bambina). Ovvero, mettono in luce quanto sono ignoranti i lettori di questo quotidiano. Almeno sappiamo da dove partiamo. I lettori del giornale sono ignoranti. Le loro sono idee di persone ignoranti, ec... Da cui consegue che tutte le posizioni xenofobe e razziste dimostrate originano da un deficit fondamentale di cultura. Non è un granché, ma almeno c'è qualcosa su cui lavorare... EDUCAZIONE!!

Ritratto di elkid

elkid

Mar, 05/09/2017 - 14:24

---squalo ---per non avere casi di malaria in italia non ti rimane che sguinzagliare gli sgherri nella cattura di tutte le zanzare clandestine e metterle sui gommoni--ed abolire tutti i voli da e per l'africa--importazione di merci da paesi a rischio e navi--insomma chiuditi in casa---e non ti venga lo sfizio di farti giri tra gli aeroporti---sennò ti prendi la malaria senza aver visto manco un coloured---se tu sei medico---Quod Deus advertat--swag

Dordolio

Mar, 05/09/2017 - 14:31

Mannik bello, e che ci facevano i bambini ammalati di malaria in ospedale? Erano turisti italiani di ritorno da un resort keniota? Si trattava di gente che non ha nulla a che vedere con noi e che con ogni probabilità non avrebbe nemmeno dovuto essere qui. Ti pace detta così? Non ti piace? Mettitela allora via perchè la realtà è facile che sia proprio questa.

Ritratto di stamicchia

stamicchia

Mar, 05/09/2017 - 14:32

Ricordo che ai tempi dell'Ebola solo un paio di persone, sbeffeggiate per questo, scrivevamo su questi commenti che il virus non sarebbe potuto arrivare mai con i migranti: avevamo ragione semplicemente perché applicavamo le nostre conoscenze di epidemiologia. La malaria in Italia è sempre stata endemica, solo l'eradicazione del vettore ha portato alla sua scomparsa. In Europa i migranti dall'Africa sub-sahariana ci sono sempre stati anche nei decenni passati, col loro carico di patogeni, casi di malaria in Italia se ne sono visti sempre negli ospedali, per cui in tutti questi anni non è cambiato assolutamente nulla. Quello che mi preoccupa è davvero la possibilità che una zanzara, vettore della malaria, possa essere riapparsa in Italia, anche se mi sembra più probabile una contaminazione sangue-sangue dovuta ad un errore umano.

Ritratto di stamicchia

stamicchia

Mar, 05/09/2017 - 14:40

L'Italia è una nazione dove abbondano le persone che odiano gli islamici, schifano gli africani e rinnegano perfino il loro Papa che parla di convivenza pacifica in nome di una religione personale che non può chiamarsi Cristianesimo. Tuttavia nessuno che abbia la coerenza di definirsi fieramente e convintamente razzista: viene da sorridere.

Ritratto di hardcock

hardcock

Mar, 05/09/2017 - 14:40

Una domanda da un perfetto ignorante in materia. Se un individuo ammalato venisse punto da una zanzara autoctona questa potrebbe acquisire la possibilità di infettare a sua volta altre persone? Gradirei una risposta da qualche luminare preparato. Grazie Molice Linyi Shandong China

Altoviti

Mar, 05/09/2017 - 14:41

A mannik e ccappai: ignoranti siete voi che non andate a fondo e che da presuntuosi trattate gli altri di ignoranti. Razzisti siete voi che dimostrate di odiare la vostra gente. Non è importando povertà e malattie che aiuteremo l'Africa, ci distruggeremo solo noi. Il centro di Roma è ridotto a orinatorio per colpa della gente boriosa di sinistra che ha preso in mano il paese col golpe del 2011.Organismi internazionali dicono che entrano centinanai di portatori di malaria dall'Africa in Italia ogni giorno! Poi potete negare e chiudere gli occhi, tutto a bene finché il PD si riempie le tasche svuotando quelle dei cittadini.

Ritratto di elkid

elkid

Mar, 05/09/2017 - 14:56

--Dordolio--col tuo intervento avvalori la tesi di mannik--che ci fossero dei bambini ammalati di malaria cosa implica?---ma te lo ficchi nella testolina che o c'è la zanzara adatta che fa da vettore(quelle italiche non sono buone e sono incapaci-e te pareva) oppure c'è un tizio che prende proditoriamente una siringa --fa un prelievo ad un malato ed inietta sangue infetto nell'altro per avere lo stesso risultato?--swag

Altoviti

Mar, 05/09/2017 - 15:00

A hardcock: pare di no, le zanzare autoctone non veicolerebbero la malattia, ma la zanzara vettore del parassita Plasmodio è presente in Europa da diversi anni e dunque anche in Italia, da qui una teorica via di contagio, oppure col sangue da persona infetta.

Ritratto di abj14

abj14

Mar, 05/09/2017 - 15:02

pasquinomaicontento 14:00 "Coppi/Geminiani" – Confermo in toto quanto da lei esposto e che il limite dei caratteri non mi lasciava citare sul mio post 13:09. Dirò ora che, dopo ll sciagurata esperienza in Italia, mi ero recato all'ospedale Michel Levy di Parigi; lì sono stato visitato proprio dal professore che aveva curato Geminiani e mi aveva raccontato appunto quanto successo ai due ciclisti, in linea con quanto da lei riferito. Quando gli ho consegnato i miei vetrini utilizzati in Italia per l'esame del sangue (goccia spessa) e pur essendo gli stessi già maneggiati e magari sporchi, mi ha confermato all'istante trattarsi di malaria ("palu" come dicono i francofoni). Mi fece quindi una presa del sangue e, dopo 2/4 giorni non ricordo bene, mi confermò i tre tipi di malaria che ho citato. Ben-bon, dopotutto mi è andata non bene ma di lusso e non lo ringrazierò mai abbastanza. – P.S. : L'ospedale in Italia mi aveva diagnosticato "Sepsi da virus sconosciuto".

paolonardi

Mar, 05/09/2017 - 15:03

elkid e riflessiva non possono esimersi da sparare cavolate a raffica. Quando i popoli civilizzati si recano in zone a rischio hanno l'obbligo delle prevenzione con l'assunzione di chinino e non possono essere portatori del plasmodio. Sono quelli poco civilizzati che hanno focolai endemici dell'agente patogeno.

Jesse_James

Mar, 05/09/2017 - 15:07

@elkid ma che diavolo stai dicendo? In vita mia non ho mai avuto ne cani, ne gatti, ne qualsiasi tipo di animale. E poi non sono affermazioni mie, se leggi meglio il mio commento. Me lo dissero i medici dell'ospedale in cui sono stato curato. Io all'epoca non sapevo nemmeno cosa fosse la leishmaniosi.

Ritratto di stamicchia

stamicchia

Mar, 05/09/2017 - 15:22

"Prima di tutto vennero a prendere gli zingari. E fui contento perché rubacchiavano. Poi vennero a prendere gli ebrei. E stetti zitto, perché mi stavano antipatici. Poi vennero a prendere gli omosessuali, e fui sollevato, perché mi erano fastidiosi. Poi vennero a prendere i comunisti, e io non dissi niente, perché non ero comunista. Un giorno vennero a prendere me, e non c'era rimasto nessuno a protestare" (frase di un pastore prestante, resa famosa da Bertold Brecht)

Ritratto di marco piccardi

marco piccardi

Mar, 05/09/2017 - 15:23

spesso le larve di insetti si trovano nel legname usato per fissare i carichi a bordo delle navi e quando giungono a destinazione vi e' il pericolo di diffusione, alle nostre latitudini, di insetti pericolosi. per evitare cio' alcune nazioni obbligano gli stivatori a utilizzare legno ''fumigato'' oppure nuovo. Se cio' non accade allora la nave e tutto il carico (almeno ai miei tempi veniva messa in una sorta di quarantena). Questa prassi e' sistematica negli U.S.A., Australia, Nuov Zelanda e credo anche nelle Filippine. Probabilmente non e' pertinente all'articolo, ma e' pure sempre un contributo. Per il resto una preghiera per la bimba.

schiacciarayban

Mar, 05/09/2017 - 15:37

La Lorenzin (ministra) che notoriamente di medicina non capisce una cippa, ha già stabilito che la malattia è stata contratta in ospedale. Ha perso un'alta occasione per stare zitta!

Ritratto di abj14

abj14

Mar, 05/09/2017 - 15:38

Beh, mi permetto di dire la mia sui vari commenti sin qui esposti. Mi sembra che si vada da un estremo all'altro spesso con scarsa conoscenza medica per taluni (ospedali compresi purtroppo). Io, dopo l'esperienza infelice 40 anni fa in Italia (Ospedale infettivi La Maddalena Trieste) e pur avendo continuato a risiedere in Costa d'Avorio, da dove sto scrivendo, e a girare in tutta l'Africa Occidentale dal Senegal all'Angola, ho avuto solo due ricadute sanate subito; la 1a volta 30 anni fa a Douala con una sola iniezione di FANSIDAR, la 2a volta 5 anni fa ad Abidjan con 24 compresse di COLART in 3 giorni (4+4 x 3). Resta comunque il fatto che è una malattia birichina e subdola nonché letale per alcuni ceppi se non curata immediatamente (per es. plasmodium falciparum). - Saluti ivoriani a tutti (compreso elkid . . . strano ma vero).

tigerfish

Mar, 05/09/2017 - 16:03

per contrarre la malaria servono un malarico e una anopheles che tutte le anopheles siano scomparse per sempre dall'italia è tutto da dimostrare per i malarici non c'è problema con tutte le "risorse" che sono in giro

Razdecaz

Mar, 05/09/2017 - 16:06

Ho sempre pensato ai clandestini, guardando le modalità dei loro arrivi in itaglia, e considerando che in itaglia nessuno li sottopone a nessun controllo sanitario serio ed affidabile, che prima o poi sarebbero ritornate vecchie malattie ormai scomparse come la lebbra, il colera, la malaria e l'ebola, ma anche la scabbia, la rogna, la rabbia ecc.. Ma dire questo equivale ad essere razzisti e nazisti. Io sarò pure razzista ma il ministero della salute che non spiega a nessuno cosa viene fatto per controllare tutti i clandestini che entrano in itaglia, è assolutamente reticente. Secondo me. Ora gli italidioti comunistoidi buonisti fasulli, ciechi e sordi, faranno la gara a chi la spara piu grossa!!

steluc

Mar, 05/09/2017 - 16:07

Poche storie, questo angioletto è morto di buonismo ignoranza e cialtroneria. Soprattutto dei cosiddetti esperti,non si mettono nello stesso reparto pazienti infetti con pazienti diabetici , men che meno in età pediatrica. Gli africani andavano isolati, o è razzismo anche quello?

Razdecaz

Mar, 05/09/2017 - 16:22

La tragedia che ha colpito la famiglia di Marco Zago e Francesca Ferro, per la perdita della loro Adorata figlia Sofia è per me un motivo di dolore. Condoglianze vivissime per il grave lutto che ha colpito la vostra famiglia.

perilanhalimi

Mar, 05/09/2017 - 16:31

io sono contro l` immigrazione , ma per la malaria dubito che gli immigranti c` entrino. E` importante la ricostruzione temporale. l` incubazione del plasmodium falciparum e` di una a 5 settimene, quindi la bimba ha preso il protozoo da una a 5 settimane prima dei sintomi.Se era a Trento in quell period in qualche modo si e` contaminate col sangue degli altri bimbi. Altrimenti e` purtroppo un caso di malaria autoctona probabilmente da Anopheles piena di plasmodium arrivata da un areo. Non esistono portatori sani di Plasmodium falciparum!!!!

Ritratto di Sarudy

Sarudy

Mar, 05/09/2017 - 17:14

.... MA CHE NE DITE SE PENSIAMO CHE QUESTA IMMIGRAZIONE INCONTROLLATA DALL'AFRICA C'ENTRI UN PO' CON LA MALARIA DELLA POVERA BAMBINA??? CHE NE DITE SOLONI DELL'ACCOGLIENZA???

giovanni235

Mar, 05/09/2017 - 17:14

Prepararsi a breve a casi di vaiolo,ebola,colera e peste.Tubercolosi e scabbia(rogna) ormai sono già conclamate.

Ritratto di stufo

stufo

Mar, 05/09/2017 - 17:19

Pazzesco, mi sono sintonizzato su Rai News 24 a già avevano pronto un servizione sulla malaria, quanti bimbi muoiono al minuto (una volta ogni due minuti, sull'altro servizio 1...)Tabelline, carte geografiche, foto e brevi filmati. Tutto già pronto, che fulmini!

Boxster65

Mar, 05/09/2017 - 17:23

Già me la vedo la Lorenzin che gongola chiamando i suoi amici alle case farmacetiche.... tempo qualche giorno e troveremo l'ennesimo decreto della Ministra della Sanità che renderà obbligatoria la profilassi antimalarica per tutti i bambini dalle materne all'Università. Chi non si metterà in regola entro un mese gli verrà spedita direttamente a casa direttamente dal Ministero una fornitura di zanzare anofeli con un biglietto di accompagnamento che reciterà testuali parole : - non hai voluto fare la profilassi?? mel te ne colga!"

Ritratto di El Presidente

El Presidente

Mar, 05/09/2017 - 17:28

@paolonardi Non scriviamo cavolate per favore! Solo l'anno scorso in Italia abbiamo avuto oltre 600 casi di malaria e circa metà di questi erano italiani prevenienti dall'estero per lavoro o vacanza. Non esiste alcun obbligo di fare profilassi preventiva antimalarica (proprio per la quasi impossibilità di trasmettere la malattia a qualcun'altro al rientro a meno di non portarsi dappresso anche le zanzare giuste! ) e questa profilassi (Malarone o Lariam), peraltro, ha spesso effetti secondari anche piuttosto pesanti e non può essere mantenuta oltre qualche settimana. Chi lavora per lunghi periodi in Africa non fa alcuna profilassi perché si intossicherebbe.

Ritratto di El Presidente

El Presidente

Mar, 05/09/2017 - 17:35

@Jon In realtà secondo me i medici sono stati anche bravi. I sintomi della malaria sono molto generici e comuni a mille altre patologie (una banale influenza ad esempio) e, avendo a che fare con una persona che non aveva tenuto alcun comportamento a rischio nelle settimane precedenti, è comprensibilissimo che a nessuno sia venuto in mente. Inoltre la forma che ha ucciso la piccola è la più letale e la più veloce tra le varie possibili.

Holmert

Mar, 05/09/2017 - 17:46

E' da tempo che sulla malaria si sta studiando un vaccino, non ne ho sentito più parlare e ne ho perso le tracce. Comunque le zanzare anofeles, quelle che fanno da tramite tra infetto e sano, possono essere trasportate con gli aerei provenienti da zone malariche, sui barconi che trasportano migranti o per tanti altri mitivi. Io ho diagnosticato due malarie,uno rientrava dalla Libia per lavoro, un altro dal Kenia. Non è contagiosa senza che ci sia la zanzara genere anofeles, ma io indagherei anche sui ricoverati insieme a lei e sul modo con cui sono stati usati siringhe o altro capaci di veicolare tracce di sangue infetto.

Ritratto di El Presidente

Anonimo (non verificato)

Ritratto di Ludovicus

Ludovicus

Mar, 05/09/2017 - 18:17

Veramente patetico (non oso dire divertente di fronte a una tragedia simile) vedere i sinistri tipo elpirl fare i tuffi carpiati con triplo salto mortale ad avvitamento sinistrorso per cercare di dimostrare che e' del tutto normale che un bambina italiana, che non e' mai stata fuori dall'Italia, possa prendersi e morire di malaria... fra un po', per sostenere questa cosa, tireranno fuori il flogisto e la virtus malarica, come si faceva nel medioevo. Patetici. E sxxxxxi.

Raoul Pontalti

Mar, 05/09/2017 - 18:18

Mah... non mi tornano i conti: a) la malaria era endemica in alcune zone d'Italia dove allignavano specie di Anopheles vettori biologici; b) la distribuzione della malaria endemica in Italia era sovrapponibile a quella della talassemia; c) malaria e talassemia non hanno mai colpito il Trentino quando la malattia era endemica in Italia e i casi registrati erano solo d'importazione (anche viciniore: dal Veneto) d) la presenza di bimbi stranieri con malaria al nosocomio trentino pare cronologicamente incompatibile con l'incubazione della malattia: d) la bambina è stata in Veneto al mare in zona già malarigena e dove tuttora esistono specie di zanzare vettrici dei Plasmodi anche se sino a poco tempo fa di prevalente interesse veterinario (parassite di volatili per lo più ma anche di bestiame) ma vedasi i casi di febbre del Nilo Occidentale (trasmessa da Culex e non da Anopheles.

dot-benito

Mar, 05/09/2017 - 18:28

ALMENO SI MALASSERO ANCHE I PIDIOTI CHE CONTINUANO A PORTARCI GENTE MALATA

Ritratto di lucaju

lucaju

Mar, 05/09/2017 - 18:29

...ma "el squirt" non sarà la sbrodolina in incognito?...

squalotigre

Mar, 05/09/2017 - 18:44

elkid- lei peggiora di momento in momento. Abbandoni il fiasco ed anche l'uso di sostanze strane. Da poco ho letto la notizia che la bambina si sarebbe infettata a Trento perché si trovava accanto a due bambini provenienti dal Burkina, affetti da malaria. Io sono medico anche se non infettivologo, ma qualche sospetto che le sia stata trasmessa in qualche modo da quei bambini attraverso una puntura o attraverso un contatto ematico, mi viene. Non guardo il colore della pelle quando opero i miei pazienti e quindi l'accusa di razzismo gliela spedisco accompagnandola con una sonora pernacchia. Dire che senza controlli i clandestini portano malattie scomparse da decenni non è razzismo, è verità inoppugnabile. Se ne faccia una ragione lei e i buonisti d'accatto.

Ritratto di Ludovicus

Ludovicus

Mar, 05/09/2017 - 19:00

@staminchia, quante cretinate fuori luogo che scrive

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Mar, 05/09/2017 - 19:13

@Elkid - il tuo Q.I. misurato è da ripetere. La macchinetta non si è spostata di un mm. Mi sa che è nullo, visto quanto scrivi. Non deluderti, almeno non è negativo, per ora.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Mar, 05/09/2017 - 19:15

@marino biroccio - intanto abbiamo visto i tuoi amici comunisti cosa hanno fatto con gli insetticidi. Risultati? Più che negativi, visto il fattaccio. Che dispacci squallidi che scrivi. Sarà mica colpa di Salvini? barlafus.

flip

Mar, 05/09/2017 - 19:17

questi beceri che arrivano in Italia portano involontariamente uova di insetti che poi nascono qui. ma c'è un' altra possibilità di infezione molto, molto virale. Il COLERA. L' l'oca che dirige il ministero della sanità non si preoccupa del degrado igienico delle città......faremo una brutta fine!

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Mar, 05/09/2017 - 19:19

@Mannik - invece di dare del razzista a tutti (attento alla querela), fai nome e cognome ( e aspettati una querela più grossa). Altrimenti taci. Oltretutto porta una pezza giustificativa medica che attesti il razzismo di chi accusi. Buona fortuna. Attento anche con chi hai a che fare, perchè non tutti querelano. Avanti, prova.

Anonimo (non verificato)

bobots1

Mar, 05/09/2017 - 19:28

In Africa si va dagli anni 50...andata e ritorno. Però per un cinquantennio la malaria era sparita in Italia...come anche la turbecolosi. Ora sicuramente le condizinoni climatiche sono cambiate ma la vogliamo mettere come possibile causa anche questa sfigatissima invasione di africani. Non dico che sia stata la causa ma un pensierino serio io lo farei. La logica ce lo impone. O vogliamo fare come gli struzzi? Vediamo solo quello che vogliamo vedere...

st.it

Mar, 05/09/2017 - 19:35

IL PLASMODIO può tranquillamente essere veicolato dalle numerose risorse, la zanzara tigre si presta molto bene a sostituire l'anopheles, ERGO LIMITIAMO LA PROLIFERAZIONE DI PUTTANATE : La malaria in italia è stata debellata da oltre 40 anni.

Mokelembembe

Mar, 05/09/2017 - 19:38

Non è necessario uscire di casa....i ''servizi'' sono e saranno sempre più a domicilio

paolonardi

Mar, 05/09/2017 - 19:40

Ora le anime belle parlano di malattia autoctona olendo sinificara che l'invasione africana non c'entra per nulla, ma le ultime notizie parlano di bambini del Burkina Faso ricoverata insueme alla bimba nell'ospedale di Trento in cui questa era ricoverata.

Royfree

Mar, 05/09/2017 - 19:45

Ennesima vittima sacrificale di anni di politica demenziale fatta da schifosi idioti non eletti. Complimenti, oltre a ridurre la libertà individuale, impoverito la classe media, infestato le città con orde di feccia troglodita parassita, reso insicure le periferie e le città metropolitane, fatto aumentare gli stupri e crimini vari ora è assodato che hanno riportato in vita malattie che da tempo avevamo debellato. Ora si capisce pure l'accanimento per obbligare i vaccini. Schifosi escrementi di topi gay, dovete perire nel peggiore dei modi.

pc64

Mar, 05/09/2017 - 19:46

Scusate ma non capisco perché accapigliarsi tanto. L'unico vettore di trasmissione del plasmodio (il protozoo responsabile della malaria) è la zanzara anofele, che da noi è estinta ormai da molti anni, grazie a bonifiche e ddt. Quindi delle due l'una. O la bambina è stata punta da una zanzara anofele, venuta da chissà dove e portata da chissà chi, visto che le zanzare non fanno voli intercontinentali. Oppure la bambina è entrata in contatto con il sangue di malati di malaria, probabilmente i due bambini del Burkina ricoverati nello stesso reparto. In questo secondo caso è probabile un errore o una disattenzione del personale sanitario dell'ospedale.

Ritratto di anticalcio

anticalcio

Mar, 05/09/2017 - 19:47

allora,ricapitoliamo:morbillo....meningicocco...malaria....scabbia...TBc...continuo?? malattie estinte..gia',fino all'arrivo di ospiti NON graditi!! per quello che vogliono fare una dozzina di vaccini ai bambini...lo avete capito??

19gig50

Mar, 05/09/2017 - 20:03

Continuate a fare entrare questi nxxxi e per la nostra estinzione non ci sarà bisogno della bomba di Kim. Speriamo che si ammali chi dico io!!!

tigerfish

Mar, 05/09/2017 - 20:44

la fretta a ipotizzare un contagio a trento è quantomeno sospetto e sa di "ordine dall'alto",il contagio interumano non esiste e non penso che a trento usino la stessa siringa per più pazienti l'unica ipotesi valida è che una anopheles autoctona abbia punto un malarico alloctono

corto lirazza

Mar, 05/09/2017 - 21:01

quanti premi nobel in questi posts!

Raoul Pontalti

Mar, 05/09/2017 - 21:04

Vorrei far notare soprattutto a chirurghi e vecchi lupi di corsia che nel loro corso di studi non hanno mai affrontato esami specifici di parassitologia, malattie parassitarie ed epidemiologia (materie incluse in microbiologia, biologia generale e poi nelle patologie speciali e nelle cliniche) come in Italia sussistano tuttora almeno 4 o 5 specie di zanzare vettrici della malaria umana (non interessano qui la malaria dei polli del sudest asiatico e quella dei primati da Plasmodium knowlesi) e precisamente Anopheles labranchiae confinata a sud della linea gotica, Anophels superpictus confinata nelle regioni meridionali e almeno un paio di specie del cosiddetto maculipennis complex (Anopheles maculipennis, A. atroparvus, forse anche A. messae) nell'Alta Italia, soprattutto in Veneto e Romagna con conseguente rischi di reintroduzione di Pl. vivax e Pl. malarie.

Ritratto di atlantide23

atlantide23

Mar, 05/09/2017 - 21:19

no infatti. Lei non e' mai uscita dall'italia....sono gli altri che sono entrati...!

lavieenrose

Mar, 05/09/2017 - 21:28

per prima cosa esprimo le ie più sincere condoglianze ai genitori. In secondo luogo ammetto la mia totale ignoranza in materia ma mi chiedo perchè i due bimbi affetti da malaria fossero in camera con la piccola e perchè quella barzelletta di ministro abbia detto subito che vi poteva essere una correlazione nella vicinanza dei tre bimbi.

rokko

Mar, 05/09/2017 - 21:31

ohm, secondo me ti sei messo alla tastiera sbronzo. Secondo te una zanzara anofele ha viaggiato in un gommone, poi a Lampedusa o in Sicilia ha preso un volo di linea per arrivare a Trento e pungere la bambina? Inoltre, ti faccio notare che Libia e Tunisia sono fra le terre al mondo più inospitali possibili per le zanzare di qualsiasi specie, perciò zanzare da lì per l'Italia stai tranquillo che non ne partono.

rokko

Mar, 05/09/2017 - 21:37

cgf, probabilmente non sai nemmeno quali sono le larve di zanzara, se no la sciocchezza delle larve trasportate con i barconi te la saresti risparmiata. Per tua informazione, sono quella specie di "bastoncini" minuscoli che vedi muoversi nelle acque stagnanti, mi spieghi come sopravviverebbero ad una traversata in mare?

Ritratto di stufo

stufo

Mar, 05/09/2017 - 21:40

Era stata vaccinata recentemente ? Ha avuto forse una reazione allo stesso che si vuole nascondere ?

Ritratto di stufo

Anonimo (non verificato)

federik

Mar, 05/09/2017 - 22:30

Ringraziate preti e comunisti, nonchè questo sporco ed illegittimo governo, per aver favorito l'immigrazione di nxxxi con ogni malattia e rogna.

Ritratto di alichino

alichino

Mar, 05/09/2017 - 22:51

Aspettiamo le analisi del plasmodium delle tre contagiate

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Mar, 05/09/2017 - 22:56

@rokko - ma come fai a sapere tutte queste cose, visto ceìhe non capisci una mazza su tutte le altre cose? Ti sei mangiato tutte le zanzare? Non erano da mangiare? No. Svegliati, falso intellettuale.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Mar, 05/09/2017 - 22:57

@stamicchia- eh, bisognerebbe risponderti: stamicchia.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Mar, 05/09/2017 - 22:59

@Mr Blonde - si se ci dicono ignoranti ci offendiamo (e potremmo fartela pagare molto cara, non fare il furbo oltre misura), dett o da dei somari come voi, è il colmo. Non ti accorgi che avete le orecchie più lunghe dei sopracitati equini?

masbalde

Mar, 05/09/2017 - 23:06

Ministero della salute e Istituto Superiore di Sanità: su questa malaria misteriosa si vedrà il valore e l'intelligenza della Lorenzin e dei suoi esperti. Il mondo scientifico ci guarda.

masbalde

Mar, 05/09/2017 - 23:27

per avere possibilità di propagazione della malaria servono sia le zanzare giuste, le anopheles, sia i serbatoi umani giusti, cioè persone che hanno avuto la malaria e che pur se guariti diventano portatori sani: in Italia evidentemente ci sono ambedue. Le zanzare, arrivate con l'ondata di caldo africano. I portatori sani arrivati coi gommoni e le ong. Servirà tanto DDT.

clapas

Mer, 06/09/2017 - 00:30

Quante teorie, la realtà è che una bambina è morta di malaria senza essere stata in Africa e con la circostanza di essere stata ricoverata in ospedale nel periodo in cui erano stati ricoverati due casi di malaria, provenienti dal Burkina Faso. Ciò significa che deve esserci una relazione. Ciò che comunque traspare è la superficialità e l'incompetenza.

roberto zanella

Mer, 06/09/2017 - 00:47

Il Tempo di Roma titola prima pagiana LA MALARIA CE L'HANNO PORTATA GLI IMMIGRATI

rokko

Mer, 06/09/2017 - 06:42

pensionato.stufo, se leggendo quattro cose su Wikipedia si pretende di avere la scienza in tasca, stiamo freschi.

orailgo38383838

Mer, 06/09/2017 - 07:10

da Libero di stamane : "Sofia, la bambina di 4 anni morta per malaria all’ospedale di Brescia, potrebbe aver contratto la malattia nel reparto di Pediatria dell’ospedale Santa Chiara di Trento dove erano ricoverati, circa un mese fa, due fratellini tornati dal Burkina Faso affetti da malaria. Per il momento, stando a quanto si apprende da fonti ospedaliere, questa è solo un’ipotesi di lavoro per capire come la malattia si sia potuta trasmettere, visto che la piccola non aveva fatto viaggi all’estero. La bambina aveva avuto un ricovero per diabete" Ecco la probabile spiegazione...quindi...se così fosse...altro "regalo" dei migranti

rokko

Mer, 06/09/2017 - 07:11

Leonida55, io sarò un falso intellettuale, ma tu sei un vero cerebroleso. Di sciocchezze a commento di questo articolo ne sono state scritte in quantità industriale, e tu stato uno dei maggiori contribuenti. Zanzare che sopravvivono in Libia, viaggiano in gommone, prendono l'aereo per Trento, pungono portatori sani di malaria per infettare una bambina di 4 anni, morbilli portati dagli immigrati, e così via. Bah

squalotigre

Mer, 06/09/2017 - 07:36

Raoul Pontalti - mi fa piacere che ad un povero chirurgo, quale sono, lei con la sua consueta modestia abbia dato lezioni relative all'esistenza di zanzare che hanno la possibilità di trasmettere la malaria. Nel mio corso di studi ho affrontato l'esame di microbiologia ed ho anche studiato la patologia medica con i capitoli che riguardano le malattie trasmissibili attraverso le punture di insetti. Quello che lei sostiene non fa che avvalorare il sospetto che una zanzara autoctona abbia punto una delle risorse boldriniane affette da tale malattia e l'abbia trasmessa alla bambina. Questo avviene anche perché tali risorse non vengono controllate e visitate accuratamente e sono libere di trasmettere parassiti e virus sconosciuti o debellati nelle nostre latitudini. Amen.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Mer, 06/09/2017 - 08:18

Ultime notizie: sembra accertato che siano responsabili zanzare provenienti dall'Africa, ma potrebbe oessere state veicolate anche mediante viaggi commerciali. Ci si può preservare soltante facendo le analisi a tutti coloro che provengono (o ritornano) dai paesi tropicali. Un grosso problema.

Mannik

Mer, 06/09/2017 - 08:25

Leonida, si sente chiamato in causa per sfoderare la ridicola clava della querela? Dovrebbe frequentare qualche corso di legge prima di fare lo sbruffone giuridico.

chebarba

Mer, 06/09/2017 - 08:32

destino ingrato, il ricovero, il diabete,i medici non hanno pensato alla malaria quando l'anno portata al pronto soccorso, alla fine era troppo tardi per la cura. Di fatto la bimba è morta per aver contratto la malaria con ogni probabilità da altri due bimbi che erano ricoverati con lei a Trento, ora MI CHIEDO MA NON E' PASSATO IN MENTE A NESSUNO CHE DUE BIMBI (DI QUALSIASI NAZIONALITA' POTESSERO ESSERE) MALATI DI MALARIA ANDAVANO POSTI SOTTO UNA SPECIE DI QUARANTENZA E NON LASCIATI INSIEME AD ALTRI BAMBINI CHE SE SONO IN OSPEDALE HANNO OVVIAMENTE DEI PROBLEMI DI SALUTE E IL LORO ORGANISMO E' GIA' ABBASTANZA DEBILITATO PER DOVER RISCHIARE UNA MALATTIA INFETTIVA? E NON E' ROBA DEI GIORNI NOSTRI DA SEMPRE ESISTE LA QUARANTENA, L'ISOLAMENTO DEL MALATO (I MIEI MI ISOLAVANO PURE IN CASA SE AVEVO QUALCHE VIRUS)MA IL BUONISMO E LA PAURA DI ESSERE ACCUSATI DI RAZZISMO DAI FANATICI FANNO DANNI.

gneo58

Mer, 06/09/2017 - 08:45

sono arrivato alla conclusione che i post di Elkid non meritano la minima considerazione, la cosa migliore e' non rspondergli.

Ora

Mer, 06/09/2017 - 08:56

Ci si ammala di malaria solo in due casi, o punti dalla specie di zanzara o per contatto di sangue con una persona ammalata,quindi la bambina che non ha avuto contatti sangue sangue quasi sicuramente è stata punta dalla zanzara,come è arrivata la zanzara in Italia? Con le navi? Per colpa delle bestie clandestine?( come le chiamate voi)per colpa ti tutti gli africani che arrivano da certe zone? Quindi anche un africano pieno di soldi che viene in Italia a spendere può portare la zanzara giusto? Mi ricordo questi discorsi anche con l'ebola,anche allora le bestie erano tutte ammalate oltre che tuti terroristi dell'ISIS.Invece le prostitute africane quelle non sono malate quelle servono a soddisfare le voglie delle bestie italiane.

Holmert

Mer, 06/09/2017 - 09:05

Bravo El Presidente h 13:36, è così,la zanzara femmina anopheles, può arrivare in Italia attraverso gli aerei provenienti da zone endemiche di malaria. E figuriamoci con i barconi ed i migranti. Saranno arrivate migliaia di zanzare anopheles. E chi ti dice che non possa ricominciare il famoso ciclo di contagio? Comunque una cosa è certa,la bambina è stata messa a contatto con due bimbe del Burkina Faso che curavano la malaria(i tg parlano di profilassi invece che di terapia, falsando la notizia), dimenticandosi dell'isolamento per legge. Ci si può contagiare anche con trasfusioni di soggetti provenienti da zone endemiche e malati ,magari di forme minori e da aghi contaminati.Chi ci dice che non sia stato usato lo stesso ago per rilevare la goccia di sangue per misurare la glicemia, pungendo il polpastrello? Aspettiamo e vedermo come andrà a finire.

Pietro2009

Mer, 06/09/2017 - 09:12

Le malattie esistono e anche le zanzare viaggiano loro le malattie entrambi perché loro lo vedono bene siamo tutti uguali bianchi neri gialli rossi, viaggiano le merci come il caffè lo zucchero il petrolio il cacao e africano viaggiano i migranti i nostri turisti tecnici diplomatici e anche in questo caso le zanzare che sono intelligenti non distinguono pungono tutti e tutti ugualmente buoni. Non vogliamo la malaria e tutte le altre malattie...dobbiamo creare un mondo più giusto occuparci di noi stessi cioè come insegnano le zanzare di tutti i terrestri. Siamo umani ed è un bene esserlo! Per tutti!

Ritratto di stamicchia

stamicchia

Mer, 06/09/2017 - 09:58

Gentile Leonida55, lei sì che è persona dai giudizi profondi e dalla magistrale competenza. Mi piacerebbe conoscere, per ognuna delle persone che ha meritato l'onore di essere citata dalla signoria sua, quale sia la stupidaggine verso la quale lei ha indirizzato il suo superiore commento: si tratta di retriva e stantia Cupio Discendi. Con umiltà, suo devoto discepolo.

akrancic

Mer, 06/09/2017 - 10:25

elkid Mar, 05/09/2017 - 11:56 ---ci sono esempi di flora e fauna che fino a qualche anno fa si pensava fosse impossibile che attecchissero alle nostre latitudini- Tipo i bananeti di Piazza del Duomo a Milano?

emigratoinfelix

Mer, 06/09/2017 - 10:30

in primis va chiarito che attualmente NON esiste un vaccino contro lla malaria,soltanto una profilassi,utile ma non risolutiva;il tam tam falsobuonista di stato e sinistrorso sta facendo di tutto per eliminare qualsiasi collegamento tra la morte della povera bimba ed il fatto che sia stata ricoverata in una stanza con due altri bambini del Burkina Faso affetti a loro volta da malaria.Personalmente ritengo altissima la probabilita' di contagio,sufficiente una piccolissima escoriazione magari prodotta giocando ed il contatto,con il sangue infetto.

Ora

Mer, 06/09/2017 - 13:11

Xemigratoinfelix: Non è che con il gioco ci si infetta,solo con il contatto tra sangue e sangue, o che l'infermiera ha usato lo stesso ago per i prelievi oppure non c'è verso è molto strana la cosa.

rokko

Mer, 06/09/2017 - 13:52

squalotigre, avrai pure fatto studi medici di livello interplanetario , ma ti manca il contatto con la realtà. Se mi permetti cerco di darti delle nozioni di base. In Italia la malaria è presente, tanto è vero che è il quarto paese occidentale come numero di casi annui dopo usa, uk e Francia. Si tratta nella quasi totalità di malaria importata, cioè persone che viaggiano (magari per lavoro), contraggono la malaria e tornano malati. È evidentw che il fatto che queste persone siano italiane o immigrate è un aspetto che incide tanto quanto la loro statura o la marca dei vestiti che hanno. Per quanto riguarda i migranti che sbarcano, è quasi impossibile che abbiano malaria o zanzare, visto che la Libia o la Tunisia, zone di transizione, sono inospitali per le seconde e ad alto tasso di decesso per i primi.

Pietro2009

Mer, 06/09/2017 - 14:41

@jesse James delle 11.58 Quando i piemontesi videro il bidet nella Reggia di Caserta lo definirono oggetto sconosciuto a forma di chitarra”. La guida di una Reggia dei Savoia che andai a visitare racconto che il Re non si lavava...l'acqua ecc ce l'aveva ma in vita sua fece un solo bagno...io come lei stesso non sappiamo se la malattia di cui è stato colpito l'è stata trasmessa da un' ascella o da magari il suo o altrui cane credo però che l'ascella non fosse di un Savoia...se avesse avuto l'acqua una doccia e del sapone gli avrebbe usati...perché non gli sono stati dati...per cacciarlo prima? Le malattie e le zanzare che sono intelligenti e ci vedono meglio di noi vedono che siamo perfettamente buoni tutti bianchi neri cristiani islamici comunisti liberisti ecc. Non vogliamo le malattie? Dobbiamo. Urarle ovunque per il nostro stesso bene...i nostri indispensabili tecnici manager ecc viaggiano..le malattie non distinguono. Saluti

adgarliveri

Mer, 06/09/2017 - 14:44

Il Regime vuole che non si sappia la verità ( e chissà quante ne nascondono) in quell'ospedale sono ricoverati due bambini arrivati con barconi dal Burkina Faso...

MarioUnoDueTre

Mer, 06/09/2017 - 15:40

In Italia si muore di malaria senza andare in zone tropicali, chissà perché capitano cose che, storicamente, non erano mai capitate... cos'è cambiato? La politica sull'immigrazione è cambiata. Infatti, nell' ospedale dove è morta la bambina italiana, c'erano due bambini del Burkina Faso (colorati) malati di malaria. Stanno indagando per omicidio colposo, c'è poco da indagare, la colpa è di chi fa venire immigrati, per di più clandestini... anche se in Italia i clandestini pare non esistano più. Vanno arrestati i colpevoli, quelli che hanno causato la morte della bambina, cioè i politici che con le loro demenziali decisioni fanno morire i propri cittadini. Ma l'indagine per omicidio colposo, "ovviamente", non è verso i politici bensì verso i medici. Secondi i politici di sinistra, ovviamente, quelli che si devono vaccinare sono i bambini italiani... i maledetti, ridicoli politici sinistrati, hanno pure provato a ricattare i genitori con la minaccia di togliere la patria potestà... Intanto, due esperte politically correct, sostengono, sui canali all news, che in Italia il rischio di contagio è pari a zero, siamo a rischio zero, beh, secondo me siamo almeno a rischio "zero virgola".

Pietro2009

Mer, 06/09/2017 - 17:21

@mariouno due tre Le malattie esistono e anche le zanzare; viaggiano loro e le malattie ed entrambi perché loro lo vedono bene che siamo tutti uguali bianchi neri gialli rossi, viaggiano le merci come il caffè lo zucchero il petrolio il cacao africano ecc assieme ai ns marinai viaggiano i migranti i nostri turisti i ns tecnici, i ns diplomatici e anche in questo caso le zanzare che sono intelligenti non distinguono pungono tutti e per tutte ugualmente buoni. Non vogliamo la malaria e tutte le altre malattie?.Dobbiamo creare un mondo più giusto. perche’per le malattie che ci vedono benissimo siamo tutti uguali dobbiamo Occuparci di noi stessi cioè come insegnano le zanzare e le altre malattie di tutti i terrestri. Siamo umani ed è un bene esserlo! Per tutti!

squalotigre

Mer, 06/09/2017 - 19:01

rokko . in Italia la malaria è stata debellata attorno agli anni 50 del secolo scorso. I casi che si sono riscontrati , come lei giustamente afferma, sono casi importati cioè di persone che hanno contratto la malattia nei paesi in cui la malattia è endemica. Il caso della bambina è straordinario perché la bambina ed i suoi genitori non hanno messo i piedi fuori dall'Italia. Non è necessario avere fatto studi interplanetari per comprenderne la differenza, basta avere buon senso superiore alla media degli orsi. Mi auguro che lei ne sia in possesso. Tutto può essere successo ma le probabilità che sia stata infettata dalle risorse boldriniane contrabbandate in Italia senza alcun controllo medico è molto alta.