Trento, guardie giurate armate davanti alla chiesa Santa Maria

Il nuovo presidente di provincia Maurizio Fugatti ha stanziato 50mila euro per un bando che riguarda la "tutela e il presidio dei luoghi di culto" e da oggi, a Trento, ci saranno le guardie giurate a presidio della chiesa Santa Maria

Guardie giurate a protezione della chiesa di Santa Maria a Trento. La decisione arriva direttamente dalla giunta del nuovo presidente di provincia Maurizio Fugatti che ha stanziato 50mila euro per un bando che riguarda la "tutela e il presidio dei luoghi di culto".

Fugatti ha preso questa decisione dopo che un uomo aveva urinato sui muri esterni della chiesa che è recentemente è stata presa di mira dai ladri. I continui furti dalle cassette dell'elemosina hanno spinto la parrocchia a ridurre l'orario di apertura della chiesa. "A noi interessa garantire la fruibilità del luogo di culto", ha detto il presidente illustrando il provvedimento e augurandosi che l'uomo che urinato al di fuori della chiesa, immortalato con una foto mentre compiva la sua bravata, "sia arrestato". Finora a garantire la sicurezza dentro Santa Maria erano stati i volontari dell’Associazione Nazionale carabinieri, mentre ora ci saranno le guardie a presidiare l'esterno delle chiesa. E, secondo quanto scrive l'Adige, l'iniziativa potrebbe essere estesa a tutte le altre chiese.

Commenti

Aquilee1077

Sab, 24/11/2018 - 16:17

Alcuni anni fa a Firenze, una sera ho visto una comitiva di somali appena arrivati urinare sulla facciata di Santa Maria Maggiore ridendo come matti. Ero solo in questa Terra di Nessuno e non ho potuto far niente.

lonesomewolf

Sab, 24/11/2018 - 17:23

I NUOVI BARBARI. CHE PIACCIA O NO, STIAMO VIVENDO UN'EPOCA SIMILE A QUELLA DOPO LA CADUTA DI ROMA...

VittorioMar

Sab, 24/11/2018 - 18:09

..neanche in tempo di GUERRA si è mai ARRIVATO A TANTO...CHE VERGOGNA E INDECENZA !!!

gabryvi

Sab, 24/11/2018 - 18:14

Vi siete dimenticati di dire che è la chiesa del Concilio di Trento! Non una chiesa qualsiasi!

Cheyenne

Sab, 24/11/2018 - 18:14

chi urina o fa scempio delle chiese va punito con trenta anni di carcere duro in un campo di concentramento.

andy15

Sab, 24/11/2018 - 18:35

Malgrado io sia ben contento che la Lega abbia vinto in Trentino, confesso di non capire perche' la protezione dei luoghi di culto la deva pagare il contribuente. Io vorrei sapere: chi piscia sui muri della chiesa? E chi ruba i soldi dalle cassette dell'elemosina? Chiedo perche' c'e' il dubbio che questi gesti vengano compiuti proprio da coloro che la Chiesa ha invitato a se' (cioe' in Italia) da mezzo mondo. Se cosi' fosse, la Chiesa si paghi da sola gli addetti alla sicurezza.

maurizio50

Sab, 24/11/2018 - 19:30

C'è poco da fare . Grazie all'intelligenza dei catto comunisti che hanno importato camionate di selvaggi , per risolvere i problemi causati dai finti profughi dovremo militarizzare le città e, perimi tra tutti, luoghi di culto e trasporti ferroviari e con autobus. E le spese ricadranno su di noi. Poi ci sono in giro super idi.oti che vogliono ancora far arrivare risorse dall'Africa!!!!

Ritratto di bracco

bracco

Sab, 24/11/2018 - 20:02

In tempi passati non ci si sarebbe mai immaginato di vedere le guardie davanti alla chiese. Questo è quanto ci ha regalato la sinistra a dimostrazione che l'islamico è un individuo pericoloso per l'Italia. Bisogna ancoa dirlo ?...basta vedere quello che combinano a casa loro...

Gianx

Sab, 24/11/2018 - 21:05

Male!! La chiesa dove PAGARE tali costi, NON i cittadini! Questi evasori fiscali di imu x 14 miliardi di euro, compiono crimini protetti dal nome del signore....

Albius50

Dom, 25/11/2018 - 07:40

Piccolo particolare il DUOMO DI MILANO è sorvegliato dalle guardie da ormai tantissimi anni, quindi ritengo che a TRENTO la basilica in questione ha la stessa valenza perché essa rappresenta la CITTA', ormai anche a casa propria devi mettere dei sistemi di allarme proprio x il dilagare della delinquenza, e l'impotenza della POLIZIA che tanto anche se li arresta la MAGISTRATURA li SCARCERA.