Treviso, critica la pediatra su Facebook: bimbo cancellato dai pazienti

Dopo il post con le lamentele, la Usl invia una lettera alla mamma per comunicarle che il figlio non è più nella lista dei pazienti

Una mamma utilizza Facebook per lamentarsi della pediatra del figlio. In tutta risposta la dottoressa elimina il bambino dalla lista dei suoi pazienti.

"Venti giorni fa ho espresso un'opinione (su Facebook) - scrive sempre sui social la donna di Treviso - Ho detto che non sono riuscita a parlare direttamente con il medico, in tre settimane ho parlato con due sostituti e una segretaria . Poi mi è arrivata la lettera. Ho telefonato, un responsabile dell'Usl 2 mi ha riferito che la dottoressa ha deciso di non seguirmi più a causa di un mio post". Il bambino si è trovato quindi senza pediatra per colpa di uno sfogo della mamma su Facebook.

A spiegare a Il Messaggero cosa è successo è Francesco Benazzi, il direttore generale di quella stessa Usl che ha inviato la comunicazione alla donna: "Quello tra medico e paziente è un rapporto fiduciario. Come un paziente, se non ha più fiducia, può cambiare medico, così anche il medico può ricusare il paziente. Sono le regole del contratto nazionale...". Dunque, ora la mamma dovrà trovare un nuovo dottore di cui si fida di più.

Commenti

cgf

Ven, 09/03/2018 - 14:11

ti ha semplicemente dato una mano, se non eri contenta perché continuavi ad andarci? poi non è vero che sei senza, basta che ti dai una mossa, non è possibile che sia solo lei a svolgere quella mansione. Invece di lamentarti, vai e datti da fare.