Treviso, guida per 50 anni senza patente: 76enne multata dopo un tamponamento

Alla richiesta degli agenti di esibire il documento di guida, l'anziana ha dichiarato di averlo dimenticato. Ma le verifiche incrociate nei database hanno dimostrato la verità. La donna dovrà pagare una sanzione che, per legge, va dai 5 ai 15mila euro

Ha sempre guidato, senza mai provocare un incidente alle altre auto e senza alcuna disattenzione sulla strada. Sembrava un'autista perfetta: attenta alle regole della circolazione e sempre pronta a non commettere infrazioni. E in 76 anni di vita, nessuno l'aveva mai fermata: né i carabinieri, né la polizia stradale. Nessun incidente, nessuna multa. Fino a qualche ora fa, quando è stata vittima di un tamponamento (a catena) da parte di altre auto. E in quella circostanza, le forze dell'ordine hanno capito che la donna alla guida della sua Suzuki station wagon, un'anziana di 76 anni di Pravisdomini, in provincia di Pordenone, era senza patente di guida. È accaduto in via della Vallata, a Vittorio Veneto, in provincia di Treviso.,

La dinamica

Secondo quanto riportato dal Corriere del Veneto, infatti, all'arrivo delle forze dell'ordine per gli accertamenti di routine, lunedì mattina, alla richiesta degli agenti di esibire la patente la donna non aveva nulla con sé. E non perché l'avesse dimenticata a casa o in qualche altro portafoglio, ma perché, in tutta la sua vita, non ha mai conseguito l'esame che permette di poter guidare veicoli sulla strada. Così da vittima di tamponemento, la signora è finita nei guai, perché da circa 50 anni girava in macchina al volante senza poterlo fare. Alle forze dell'ordine, infatti, in quella circostanza, aveva mostrato soltanto il libretto di circolazione.

La verifica degli agenti

In un primo momento, la 76enne si sarebbe difesa dicendo di aver perso il documento, ma il controllo al terminale avrebbe dato un esito competamente diverso, grazie anche alle verifiche incrociate. Il documento, infatti, non poteva essersi smarrito semplicemente perché nessuno lo aveva mai emesso. In base a quanto ricostruito, infatti, la 76enne non avrebbe mai partecipato a un corso di scuola guida, né avrebbe mai sostenuto l'esame necessario alla presenza di un ispettore della motorizzazione civile. Per questo motivo, ora, l'anziana dovrà pagare una sazione che, per legge, va dai 5 ai 15mila euro.

Il caso di Latina

Un caso simile si era verificato a Fondi, in provincia di Latina, soltanto qualche settimana fa, quando una 70enne era stata sorpresa a guidare senza documenti. Fermata dalle forze dell'ordine si era finta sorpresa e ai vigili che le chiedevano patente e libretto lei aveva risposto: "Ai miei tempi non si usava". In quel caso, però, la donna stava guidando un'Ape Piaggio, che non è un'automobile ma che ha comunque bisogno di un patentino per essere guidata.