Tribunale di sorveglianza: Tanzi resta in carcere

Il tribunale di sorveglianza di Bologna ha respinto l’ultima istanza dei suoi legali, che avevano chiesto i domiciliari

Callisto Tanzi resta in carcere. Il tribunale di sorveglianza di Bologna ha respinto l’ultima istanza presentata dai suoi avvocati, che avevano chiesto una "carcerazione più dignitosa", ovvero la possibilità di scontare la pena ai domiciliari, nella villa della moglie. Ma i giudici dicono di no: "Non è vero che si è pentito", si legge nelle motivazioni. I giudici precisano anche che non è vero che l'ex patron della Parmalat "in libertà possa ricevere cure non disponibili in regime detentivo".

Molto dimagrito, Tanzi è tornato da una ventina di giorni in carcere, dopo essere stato a lungo detenuto in ospedale per problemi di salute. È stato condannato in via definitiva a un anno e 8 mesi per aggiotaggio, a 18 anni in Appello per bancarotta fraudolenta in relazione al crac Parmalat e ad altri 9 anni in secondo grado per Parmatour.

Commenti

Albi

Mar, 17/07/2012 - 12:44

Anche Tanzi però è un pò stupidino. Basterebbe che accusasse del fallimento Berlusconi....

Presbitero

Mar, 17/07/2012 - 12:44

Tanzi deve restare in carcere per scontare tutta la sua condanna. Si raccontava di 100.000 risparmiatori depredati dei loro risparmi di una intera vita dal magnifico delinquente , lui e tutti i suoi famigliari sono solo dei volgarissimi ladri , dovrebbero essere ripuliti d'ogni loro avere e tornare a lavorare (dopo scontata la pena) per giustificare ogni centesimo da loro speso. Altro che beni rifugio con quadri e gioielli , l'intenzione era chiara godersi la ricchezza a spese della disperazione di moltissimi onesti risparmiatori. In galera e senza pieta'...tutti i Tanzi che non possono giustificare onesti guadagni.... .

Ritratto di gianniverde

gianniverde

Mar, 17/07/2012 - 12:54

Non ho mai capito perchè i giudici giudicano le persone in base a delle dichiarazioni false di false costrizioni e pentimenti.Stanno forse usurpando il titolo di pastori della chiesa??

armando.milost

Mar, 17/07/2012 - 14:51

Non ci credono che sia pentito. Tutti i pentiti.... liberi come provano di essere pentiti? Non discuto nel merito dei processi ma, mi permetto di discutere sui vari gradi del pentimento. Aam31.

Wolf

Mar, 17/07/2012 - 15:08

Nessuna pietà....mi costa dirlo da garantista...ma con i delinquenti veri non possiamo cedere.

Ritratto di emanuelem57

emanuelem57

Mar, 17/07/2012 - 15:49

Quelle migliaia di persone che sono state ridotte sul lastrico da questo delinquente avranno almeno una piccola consolazione. Ma di quelli come lui pronti a razziare ne circolano ancora tanti...

Cinghiale

Mar, 17/07/2012 - 16:27

Non so se tutti sono al corrente del fatto che i familiari del Calisto vivono agiatamente a Parma, sono pieni di soldi! I più truffati non sono stati i risparmiatori ma i lavoratori che ingannati da quest'essere hanno accettato parte del TFR in obbligazioni Parmalat che si sono rivelate assolutamente senza valore. Tanzi fai schifo!

canova.emilio

Mar, 17/07/2012 - 19:06

Anche tutti i risparmiatori che ha truffato, addirittura suoi diretti dipendenti, avrebbero desiderato semplicemente una vecchiaia dignitosa, ma lui lo ha impedito. Troppo tardi per pentirsi, pentimento che peraltro non stà provando. Il carcere gli serva per ricordare, per riflettere e se ne ha voglia anche per pregare.

cesar

Mar, 17/07/2012 - 23:34

Tanzi deve restare in carcere per scontare tutta la sua condanna...come dovrebbero fare tutti...indistintamente se colpevoli.....non so se sia vero che ci sia un accanimento del magistrato su di lui dovuto al fatto che si penta + oppure - di quel che ha fatto ....se così fosse al giudice dovrebbe essere riservato un posto in cella di fianco a Tanzi..per par condicio...

armando.milost

Mer, 18/07/2012 - 08:11

Non entro nel merito del processo. Ma se fosse un pentito di mafia sarebbe già a casa. Non si può essere pentito di serie A e serie B. Aam31.