Trieste, 17enne presa a calci da due uomini sul bus: nessuno fa nulla

Il racconto scioccante della giovane, finita in ospedale: "Io non conosco questi due uomini. Mi hanno presa a calci e buttata per terra. Ero al centro del bus ed è pazzesco, nessuno ha fatto niente"

Momenti di follia questa mattina a bordo di un autobus di linea di Trieste, dove una giovane di 17 anni è stata brutalmente aggredita da due uomini senza alcuna apparente motivazione.

Secondo le prime informazioni riportate da "TriestePrima", l'episodio si è verificaro sul mezzo della linea 20, intorno alle 7:10. La giovane si stava recando a scuola, quando è stata inspiegabilmente coinvolta nella lite fra due uomini di mezza età che, dopo avere a lungo discusso con toni accesi, hanno preso di mira la minorenne.

È la stessa vittima dell'aggressione, ancora sotto choc, a raccontare quegli istanti. "Sono salita sull'autobus per venire in centro e andare a scuola in piazza Oberdan. Arrivati in città, in via Carducci sono saliti a bordo due uomini dall'accento triestino sulla quarantina. Stavano litigando tra di loro e ad un tratto mi hanno presa a calci, buttata per terra. Sono ancora adesso sconvolta, l'autista e le persone sull'autobus non sono intervenute". A scioccare la 17enne, oltre all'atroce violenza subìta, è proprio il fatto che nessuno abbia almeno tentato di soccorrerla. "Ero al centro del bus ed è pazzesco, nessuno ha fatto niente".

In seguito all'aggressione, la ragazza è comunque riuscita ad abbandonare l'autobus della Trieste Trasporti, scendendo alla fermata in prossimità della sua scuola. Qui, dolorante e sconvolta, ha telefonato ai genitori, raccontando loro quanto le era appena accaduto.

Questi ultimi sono subito corsi a prendere la figlia per raggiungere insieme a lei la questura, dove è stata sporta formale denuncia. Terminate le formalità, la 17enne, che lamentava un forte dolore al braccio ed aveva una caviglia gonfia, è stata successivamente accompagnata al pronto soccorso dell'ospedale locale.

"Io non conosco questi due uomini, non so chi siano ma so che parlavano in dialetto triestino e hanno circa 40 anni" ha riferito la giovane agli inquirenti, che ora si stanno occupando di risalire all'identità dei responsabili."Non li ho mai visti prima, erano arrabbiati tra di loro e poi sono venuti verso di me e hanno cominciato a farmi del male".

Le indagini sono in corso, e gli agenti della questura si stanno occupando di acquisire le immagini registrate dalle telecamere di sorveglianza presenti sull'autobus.

Commenti

Giorgio5819

Lun, 20/05/2019 - 16:06

Le bestie vanno messe nelle gabbie...

Cyroxy80

Lun, 20/05/2019 - 16:20

Il quotidiano locale, Il Piccolo, non riporta la notizia, TriestePrima si, ma la faccenda sembra molto strana.. in pieno centro, bus sicuramente pieno di studenti e vecchiette, "scaraventata a terra, tappata la bocca, presa a calci e a schiaffi" ma esce tranquillamente alla sua fermata di scuola senza che nessuno chiami la polizia e solamente con un livido ed una caviglia gonfia?? E poi di cosa parlavano in dialetto?? Perché dovrebbero averla aggredita senza motivo?? Qua mancano delle informazioni fondamentali per giudicare l'episodio, sempre che sia realmente accaduto.