Quel grido "Pakistan!". Poi l'attacco ai ragazzi e le molestie alle ragazze

Il racconto di una testimone: "Erano in cinque con accento straniero, presumibilmente pakistani, ubriachi e barcollanti. Hanno infastidito due ragazze, poi uno di loro si è avventato contro un giovane seduto con altri amici"

Episodio di aggressione avvenuto nella serata di sabato a Trieste, per la precisione in piazza Sant'Antonio. Qui, secondo quanto riferito da alcuni testimoni al quotidiano "Trieste Caffè", un gruppo di stranieri, probabilmente pakistani, avrebbero molestato due ragazze sedute su una panchina, per poi prendersela con alcuni giovani del posto. Il fatto si sarebbe verificato intorno alle 22.00.

"Un gruppo di cinque ragazzi dall’accento straniero, presumibilmente pakistani, la gran parte ubriachi e barcollanti, ha iniziato ad infastidire insistentemente due giovani ragazze sedute su una panchina", ha raccontato una signora. Le molestie non sono fortunatamente andate avanti, spiega la testimone, in quanto insieme alle ragazze si trovava un cane che ha reagito abbiando furiosamente contro gli stranieri, facendoli allontanare.

Ormai fuori controllo, il branco avrebbe allora rivolto la propria attenzione su un gruppo di ragazzi seduti a poca distanza. "Uno dei cinque stranieri si è avventato, senza il benché minimo razionale motivo, contro uno dei tre giovani, gli altri quattro gli hanno dato man forte. Uno dei due amici dell’aggredito ha cercato di intervenire a supporto dell’amico. Di tutta risposta il gruppo degli ubriachi ha iniziato ad urlargli scontro, a schernirlo", prosegue il racconto della signora.

Dal momento che la situazione stava degenerando, la donna, che si trovava insieme al marito, ha deciso di intervenire. "Mio marito si è messo accanto a loro cercando di difendere il tre giovanissimi, di tutta risposta è stato schernito da due ubriachi. Nel frattempo sono arrivati altri loro amici, si sono raggruppati a parte iniziando ad urlare “Pakistan, Pakistan”, andandosene poi via. Da avere davvero paura", conclude la testimone.

Non è chiaro se sul posto siano o meno intervenute le forze dell'ordine. A quanto pare il gruppo di stranieri potrebbe essere responsabile anche di altri disordini causati nelle vicinanze della piazza. Poco tempo dopo, infatti, una coppia sarebbe stata aggredita da un branco di extracomunitari. Probabilmente le stesse persone.

Le indagini degli inquirenti sono in corso.

Commenti

maricap

Lun, 30/09/2019 - 16:41

Rifarsi su chi li fa entrare, e li spaccia come risorse, tacciando di fassista, rassista xenofobo e nassista, chi vorrebbe difendere le frontiere, e rispedire a casetta loro gli invasori, senza doverli mantenere pagando tasse da rapina.

Gatto Giotto

Lun, 30/09/2019 - 17:00

Fra tutti i problemi dell'Italia, il principale è la sinistra italiana.

venco

Lun, 30/09/2019 - 17:36

E poi tutti i giornali e il papa dicono che noi abbiamo in odio gli immigrati.

Ritratto di Lissa

Lissa

Lun, 30/09/2019 - 17:40

Purtroppo fin quando avremo una sinistra, queste sono le conseguenze minime. Aspettiamoci di peggio o iniziamo a reagire con fermezza.

Yossi0

Lun, 30/09/2019 - 17:46

grazie a chi li fa venire "accogliendoli" e spacciarli per risorse

bruco52

Lun, 30/09/2019 - 18:02

non c'è che dire, bravi musulmani e ancor più ottime risorse....s'ubriacano, molestano la gente, cercano la rissa e odiano questo Paese, che li ha accolti, sfamati, alloggiati, curati e vestiti...al loro paese per un comportamento del genere sarebbero stati perlomeno bastonati....

Giorgio Rubiu

Lun, 30/09/2019 - 18:32

Ubriachi? Sono Musulmani e non dovrebbero bere alcolici!

Ritratto di navigatore

navigatore

Lun, 30/09/2019 - 19:17

e questo è solo un triste inizio, alla fine .....avanti popolo bandiera rossa...

Divoll

Lun, 30/09/2019 - 20:05

E qualcuno vorrebbe dare a questi la cittadinanza italiana...

Amazzone999

Lun, 30/09/2019 - 20:17

Penetrano attraverso la rotta balcanica e, invece, di rispedirli indietro, li accogliamo a nostro rischio e pericolo. Assieme al Bangladesh, il Pakistan si è estremamente radicalizzato ad opera di imam, associazioni, moschee e ONG islamiche di carattere fondamentalista, finanziate da Arabia Saudita, Qatar, Emirati e altri paesi musulmani. Sono in perenne conflitto con gli induisti, non tollerano i fedeli di altre religioni, gli atei, gli omosessuali, perseguitano i cristiani. Vi albergano numerosi movimenti islamisti e jihadisti che bruciano chiese e templi. Il caso Asia Bibi è emblematico. Il Pakistan usa le leggi sulla blasfemia per colpire le minoranze religiose, perpetrare vendette private con false accuse, costringere alle conversioni forzate all'Islam. Chi sono i clandestini pakistani che giungono a Trieste? Sono giovani, girano in gruppo, hanno un atteggiamento spesso arrogante e uno sguardo torvo. Inevitabili episodi come quello riscontrato.

Ritratto di giùalnord

giùalnord

Lun, 30/09/2019 - 21:59

Un appello ai sinistri:inneggiate ancora l'accoglienza indiscriminata e il disordine pubblico e la mancanza di sicurezza dei cittadini prenderà il sopravvento!

Reip

Lun, 30/09/2019 - 22:49

Le ragazzine italiane farebbero bene a girare con profilattici e vasellina.. Del resto poverine... Non hanno speranze! ...Non le protegge nessuno! ...Meno male che non ho figli!

Ritratto di giùalnord

giùalnord

Mar, 01/10/2019 - 00:02

Reip Lun, 30/09/2019 - 22:49 Ma con quale coraggio lei scrive queste parole? Io sono un padre e ancor prima un cittadino italiano,onesto che paga le tasse e mi sento orgoglioso di far parte della comunità italiana. Non riesco a credere che i nostri figli debbano andare in giro muniti di profilattici e vasellina. Magari la sua sarà ironia;comunque sia bisogna svegliarsi da questo etere che la sinistra sparge nell'aria:bisogna reagire e salvaguardare il futuro dei nostri figli e camminare con dignità e sicurezza senza che nessuno si avvicini a farci del male impunemente. Mi creda non mi trova d'accordo con quanto scritto da lei ,anche se non lo pensa affatto.

corto lirazza

Mar, 01/10/2019 - 00:06

Il cane era ovviamente iscritto alla Lega. Fiano ha pesantemente criticato il comportamento fascista dell'animale che pare sia stato qualche anno fa addirittura accarezzato da Salvini.

amicomuffo

Mar, 01/10/2019 - 08:13

se neanche Gandhi è riuscito a pacifare gli indiani con i pakistani un motivo ci sarà.

Amazzone999

Mar, 01/10/2019 - 08:53

Ancora qualche nota. A Trieste non si erano mai visti tanti pakistani, bengalesi, afghani che si aggirano nel centro della città. Trieste è una città con una lunga storia legata all'Impero asburgico (Austria-Ungheria dal 1867), del quale era il porto commerciale, che è perdurata dalla fine del XIV secolo alla prima guerra mondiale. Cosmopolita come tutti i porti, abituata al passaggio di merce e uomini, tollerante nei confronti delle altre religioni, ebraica e cristiane ortodosse, tranne una, quella islamica. L'Austria non ha mai permesso la costruzione di una moschea: conosceva la situazione balcanica e i tentativi di invasione ottomana. Ora, dal 2015 (sindaco PD) gli islamici hanno ottenuto una moschea con annessa scuola coranica, affiliata all'UCOII, ergo Fratelli Musulmani, in uno storico edificio, per le pressioni di un imam siriano, ingegnere, che nel 2018 è stato liquidato perché troppo aperto al dialogo e poco irregimentato.

Amazzone999

Mar, 01/10/2019 - 09:26

Concludo. A Trieste albergano islamisti ed osservanti estremisti dei precetti coranici? Come in tutte le città di confine passa di tutto. Già Oriana Fallaci, una quindicina d'anni fa, segnalava che il centro islamico di Trieste, allora piuttosto celato e modesto, accoglieva anche fondamentalisti e individui pericolosi. Si dovrebbe indagare a fondo sull'attuale moschea e le sue attività, i membri del centro islamico, i loro contatti, finanziamenti ed eventuali appoggi e sostegno ai clandestini della rotta balcanica, ignorando l'inevitabile, sdegnosa negazione e l'altrettanto inevitabile ricorso alla taqiyya. Un paradosso: gli islamici hanno comperato per 500.000 euro lo storico palazzo, in cui hanno allestito moschea, scuola coranica, luoghi di incontro religioso e dibattito politico-giuridico-sociale, dai commercianti Levi, ebrei. Fermiamoli, prima che aumentino di numero e pretese. L'Austria-Ungheria lo faceva, noi no.

obiettore

Mar, 01/10/2019 - 09:31

Ricordo che arrivano a piedi a gruppetti fino in città, la cronaca locale lo scrive un giorno sì l'altro pure. Fuori dal supermercato di fronte alla stazione parlottano torvi rallentando i pedoni, risse e coltellate in pieno centro.....

Ritratto di navajo

navajo

Mar, 01/10/2019 - 09:50

Quando sono gli italiani ad aggredire degli stranieri, nessun quotidiano, specie di sinistra, perde occasione per dare grande rilevanza alla notizia. Quando, e molto più spesso, avviene il contrario, allora i bravi quotidiani rossi non pubblicano un rigo.

Reip

Mar, 01/10/2019 - 21:40

@Giualnord.. “bisogna svegliarsi da questo etere che la sinistra sparge nell'aria:bisogna reagire e salvaguardare il futuro dei nostri figli e camminare con dignità e sicurezza senza che nessuno si avvicini a farci del male impunemente”. Ma che belle parole! La mia e’ triste ironia, dato che italiani se ne fregano della sicurezza propria e dei propri figli! Basta che aprono gli stadi e sono tutti felici, malgrado gli insulti, le violenze e gli stupri che le donne subiscono da codeste bestie! C’e’ stata qualche manifestazione contro le comtinue violenze dei trogloditi africani che ci invadono? NO! Le femministe protestano contro “l’involuzione islamica” che ci riportera’ indietro di 200 anni e cacellera’ quei pochi diritti che le donne hanno conquistato dopo millenni di sottomissione? NO! Gli Italiani si oppongono per le strade e per le piazze a questa invasione? NO! Siamo un “non Popolo” vigliacco, meschino, debole e sottomesso, quindi mi aspetto il peggio!

Ritratto di giùalnord

giùalnord

Mer, 02/10/2019 - 18:41

Reip Mar, 01/10/2019 - 21:40 Avevo intuito che era solo ironia;ci mancherebbe. Non era un attacco nei tuoi confronti,assolutamente,la mia lamentela sta proprio nel fatto che gli italiani stanno diventando un popolo di codar di e il movimento femminista non si sente più,come se fosse scomparso, addirittura sotterrato da codesta politica di sinistra. Tutte le donne violentate e stuprate dai diversamente colorati non si ribellano più o fanno finta di non vedere;se dovesse essere un italiano a usare violenza,apriti cielo,scatterebbero le manette,eccome. Purtroppo siamo diventati un popolo di "IGNAVI"ed io francamente non lo voglio essere.