Trova il tesoro del padre: sono 800 milioni di lire ma ormai la banca non li cambia più in euro

L'incredibile scoperta in una vecchia cassetta di sicurezza: per la Banca d'Italia è carta straccia

Ha aperto la cassetta di sicurezza del padre morto e vi ha trovato dentro un tesoro da 800 milioni di lire. È quanto successo, incredibilmente, a una donna italiana originaria di Verona ma emigrata da anni in Francia, a Parigi.

La signora, quasi per caso, ha fatto l'assurda scoperta in una filiale parigina dalla Bnp Paribas. Oltre alle centinaia di milioni nella vecchia valuta italiana, anche 3mila franchi francesi che suo papà aveva custodito per anni e anni senza dire niente a nessuno.

Poi, però, è arrivata la beffa: infatti, se l'istituto bancario transalpino le ha cambiato subito e senza alcun problema i franchi in euro, lo stesso non è accaduto in Italia, come scrive Il Messaggero. Già, perché ormai da anni non è più possibile convertire le lire in euro.

Insomma, per la Banca d'Italia quel tesoro da 800 milioni di euro è ormai solo carta straccia.

Commenti

cgf

Lun, 04/02/2019 - 12:19

è il vampiro visco con il mattacchione bersani ad accelerare la fine delle lire. Vuoi mettere? lo Stato ha emesso carta moneta della quale... e ben sapevano che c'erano 'tanti materassi' perché avevano davanti quante lire sono state cambiate.

Ritratto di Risorgeremo

Risorgeremo

Lun, 04/02/2019 - 12:45

Beh, non si può pretendere che la vecchia valuta duri in eterno: dovremmo stare ancora a parlare di dobloni o talleri? Vien piuttosto da riflettere sul fatto che il caro estinto persino in punto di morte o nel testamento abbia voluto mantenere gelosamente segreti i suoi possedimenti monetari. Ora si è guadagnato di certo un affettuoso e imperituro ricordo da parte della discendenza.

SpellStone

Lun, 04/02/2019 - 12:48

non e' corretto se si puo' fare coi franchi si deve poter fare con le lire...

Ritratto di bandog

bandog

Lun, 04/02/2019 - 13:10

ringrazi er bocconiano!

Ritratto di bandog

bandog

Lun, 04/02/2019 - 13:13

Risorgeremo Lun, 04/02/2019 - 12:45,i dollari sono sempre validi,come mai!!i quanto a dobloni e talleri essendo in materiali pregiati,ce ne fossero..

Ritratto di 98NARE

98NARE

Lun, 04/02/2019 - 13:14

Risorgeremo , quando non si vuol capire si fa come LEI; e eviti "battutine" NON INTELLIGENTI E RISPETTOSE; se si cambiano i Franchi, perchè mai non le Lire......ma per LEi il concetto evidentemente è un 'altro..... prendere in giro il povero deceduto. Animale !!!!

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Lun, 04/02/2019 - 13:32

portali in Germania----bandog anche quelli di Buffalo Bill? Anche in USA hanno delle scadenze.In Svizzera li cambiano ogni 20 anni circa.

routier

Lun, 04/02/2019 - 13:43

In fatto di furti con i guanti bianchi, Arsenio Lupin avrebbe molto da imparare.

Popi46

Lun, 04/02/2019 - 13:49

Beh, se è stata così cretina da non interessarsi della famiglia, affetti e soldi compresi, oltre al fatto di ignorare che le lire, da una certa data in poi, sarebbero divenute carta straccia....si consoli,risparmierà il costo della carta igienica per il resto del suo tempo terreno

Malacappa

Lun, 04/02/2019 - 13:54

Bhe per un po'non comprera'carta igenica

Ritratto di Candidoecurioso

Candidoecurioso

Lun, 04/02/2019 - 14:09

( Pagabili a vista al portatore. Firmato : il Direttore Generale della Banca d'Italia) Tutti gli assegni circolari non scadono se la banca non fallisce; quindi Solo la Banca d'Italia, ma lei dovrebbe sempre onorare quello che il suo direttore generale si è impegnato a fare firmando quella banconota il giorno in cui l'ha emessa senza data di scadenza nel contratto, cioè sulla banconota stessa. Quando poi non esisterà più l'ente emittente, come per i talleri e i dobloni, allora ne riparleremo.

carpa1

Lun, 04/02/2019 - 14:13

La banca d'Italia, quando stampa e mette in circolazione moneta, prende un impegno: garantire questa moneta e quindi, nel caso di emissione di nuove banconote o di cambio della valuta, di riconoscere (a meno che non si tratti di falsi) il diritto alla loro sostituzione con nuove banconote. Non si vede dove sta il problema di tempo; non esiste che possa mettere un termine temporale al cambio: in caso contrario si tratta di una decisione unilaterale che suona di truffa. Infatti ben vengano i cambi di valuta, se non altro per mettere fuori corso i falsi, ma questo non dovrebbe MAI danneggiare chi i quattrini se li tiene in casa anzichè depositarli presso i ladri istituzionali.

sr2811

Lun, 04/02/2019 - 14:35

Ma cosa state dicendo, i soldi verranno cambiati, in passata già era successo se uno è all'oscuro per eredità o trovati per caso nel materasso o altro vi è la buona fede, che trovi un buon avvocato e i soldi li prende.

Ritratto di aorlansky60

aorlansky60

Lun, 04/02/2019 - 15:05

Eppure questa vicenda dovrebbe pur insegnare qualcosa a chi legge qui : tutte le valute FIAT cartacee, alla fine, sono e rimangono carta; se questo signore avesse accumulato nel tempo il corrispettivo degli 800 milioni di lire, anziche in banconote cartaccee delle vecchie Lire, in Souvereign Pounds(Sterline UK), Kruggerand(moneta sudafricana), Marenghi(sono vari i paesi EU che lo coniano), Pesos Mexico, TUTTE QUANTE MONETE DI METALLO RIGOROSAMENTE IN ORO, dopo molti anni l'erede si sarebbe ritrovato un bene EFFETTIVO, riconosciuto in tutto il mondo perchè oltre al valore numismatico queste monete sono agganciate al valore della quotazione ufficiale dell'ORO alla piazza di Londra, e con l'ORO non si sgarra... con la carta(ccia) invece...

GioZ

Lun, 04/02/2019 - 16:36

Meglio che le conservi, chissà se un giorno...

ginobernard

Lun, 04/02/2019 - 16:40

ci sono casi in cui persone anziane lasciano tutto a badanti o associazioni religiose che li hanno accuditi durante gli ultimi anni di vita ... ma non lasciare uno straccio di testamento è strano. Se uno mi aiuta lascerei a lui no ?

Ritratto di lurabo

lurabo

Lun, 04/02/2019 - 17:24

@routier, in confronto a qualcun altro Arsenio Lupin era un dilettante

fuocoefiamme

Lun, 04/02/2019 - 19:33

@orlansky60 15,05 concordo perfettamente, ma non solo. Negli anni '90 l'oro fino valeva circa 16.000 lire al grammo (in euro 8,26) oggi è a 37,00 (in lire 71.650) quasi quattro volte e mezzo. Pensa se il padre avesse acquistato ottocento milioni di lire in lingottini o monete oro.

greg

Lun, 04/02/2019 - 21:01

PUBBLICARE -RISORGERANNO - dobloni e talleri sono di secoli fa, la lira c'era ancora il 31 gennaio del 2001, 18 anni fa. Se la Banca d'Italia fosse onesta, e ci tenesse agli italiani, visto il ladrocinio fatto da Prodi e Ciampi sul valore dell'euro, dovrebbe ripensarci e portare il termine almeno al 2030