Trovato nuovo farmaco ​che "rigenera" i denti

I ricercatori del King's College di Londra hanno individuato nel Tideglusib la capacità di attivare le cellule staminali della polpa dei denti

Questo farmaco potrebbe rivoluzionare il rapporto tra pazienti e dentisti. I ricercatori del King's College di Londra hanno individuato nel Tideglusib la capacità di attivare le cellule staminali della polpa di dente. Di fatto questo farmaco potrebbe rigenerare la parte danneggiata che non produce più dentina. “Il nostro approccio è semplice e permette il trattamento di grandi cavità, fornendo protezione alla polpa e il ripristino della dentina”, ha affermato uno dei ricercatori, Paul Sharpe, “Inoltre utilizzando un farmaco già testato in studi clinici per il morbo d’Alzheimer è possibile accelerare il processo che lo renderà fruibile nelle cliniche come trattamento dentale”.

“Il dente non è solo un grumo di minerale, con le otturazioni si sostituisce tessuto vivo con cemento inerte”, ha detto Sharpe al Guardian, "Funzionano bene, ma per riparare il dente sicuramente il nostro sarebbe un approccio migliore, perché ripristina la sua vitalità”. Di fatto, secondo le nuove tecniche portate avanti dai ricercatori, il Tideglusib stimola le cellule e rigenera la dentina senza l'intervento di sostanze estranee. Il farmaco in questo momento è stato testato sui denti dei topi con ottimi risultati. Il prossimo passo sarà la sperimentazione sull'uomo.

Commenti

ilbelga

Mar, 10/01/2017 - 18:19

chissà quanto costerà? sicuramente una montagna di denaro come al solito...

killkoms

Mar, 10/01/2017 - 21:17

probabilmente farà la stessa fine che fece,circa 32 anni fa,un rivoluzionario gel (o sostanza simile) che scioglieva (o avrebbe dovuto sciogliere)la parte ammalorata dei denti cariati,mandando in pensione il trapano del dentista!

Ritratto di Dario Maggiulli

Dario Maggiulli

Mar, 10/01/2017 - 22:58

Ecco una posizione di privilegio dei topi rispetto agli uomini. Scherzi a parte, mi interessa molto sapere quando potremo beneficiarne. - 22,58 - 10.1.2017

gneo58

Mer, 11/01/2017 - 08:30

ci sono tantissimi rimedi alle nostre malattie ma non usciranno mai - in questo caso si va a toccare il reparto "dentisctico" che muove milioni (o miliardi) - come i farmaci per altre malattie varie ecc ecc. Malattie, poverta', guerre e via dicendo fanno comodo a tanti, tantissimi, anzi troppi.

Tergestinus.

Mer, 11/01/2017 - 10:24

Eh, già, basti pensare a quanto la diffusione dell'automobile sia stata a suo tempo contrastata e frenata dalle lobby dei carrettieri, dei maniscalchi e dei commercianti di fieno!

Ritratto di rosario.francalanza

rosario.francalanza

Mer, 11/01/2017 - 13:30

Però i topi sono roditori per cui i loro denti sono in continua crescita: non è poi così difficile fargli ricrescere i denti. Comunque vediamo cosa succede al momento di sperimentarlo sugli uomini!

baronemanfredri...

Mer, 11/01/2017 - 14:00

SE E' VERO E' OTTIMO MA PERCHE' NON APPLICATE QUESTA TECNICA, SEMPRE SE E' VERA, AGLI ORGANI DELL'OCCHIO CORNEA NERVO OTTICO E ALTRE ZONE. CIECHI O IPOVEDENTI VI RINGRAZIERANNO. POI E' MEGLIO PERDERE UN DENTE CHE UN OCCHIO