Turista si tuffa nel Canal Grande: "Avevo caldo"

Protagonista della vicenda un uomo austriaco ubriaco. Dopo essere stato salvato è stato costretto pagare una multa di 550 euro

Hanno dato l'allarme appena hanno visto un uomo in mare. Subito, sul posto, sono giunti i soccorsi che hanno lanciato un salvagente al turista per poi recuperarlo a bordo. "Avevo caldo", avrebbe detto ai vigili urbani cacciandosi così in grossi guai.

Protagonista della bizzarra vicenda un turista austriaco di 48 anni. Affascinato dalle bellezze di Venezia e con qualche boccale di birra nello stomaco, l'uomo ha pensato bene di farsi un tuffo in laguna. Così si è buttato in acqua nei pressi del pontile di San Tomà.

Passanti e residenti hanno subito contattato la polizia locale e raccontato l'accaduto. Secondo quanto riferito, il turista si sarebbe tuffato e avrebbe poi iniziato a nuotare (con difficoltà) verso il pontile dei gondolieri.

Come riporta il Corriere, l'uomo avrebbe poi esordito con un "Avevo caldo", sperando forse di cavarsela. Invece ora dovrà vedersela con le sanzioni amministrative. Il turista è stato infatti costretto pagare una multa di 550 euro (350 euro di base a cui se ne aggiungono altri 100 per l'ubriachezza e 100 ancora per il provvedimento del Daspo al quale è stato sottoposto). L'uomo è stato poi accompagnato a piazzale Roma e per le prossime 48 ore non potrà fare ritorno in città.

Commenti
Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Gio, 18/07/2019 - 18:38

troppo poco! agli austriaci vanno applicate almeno il triplo, per i dispetti che ci fanno quando noi andiamo da loro...

alfonso cucitro

Ven, 19/07/2019 - 08:23

Perché tutte queste performance negative avvengono solo in Italia?Vorrei vedere se queste cose le facessero gli italiani all'estero e cosa succederebbe.Bisogna ringraziare sempre e soprattutto il permissivismo della giustizia italiana.