Tutti i numeri segreti sull'invasione dell'Italia

Dal 2012 a oggi gli allontanamenti nell'Ue sono rimasti a quota 400mila l'anno, mentre i clandestini superano i 2 milioni. E Bruxelles ha regalato 1,2 miliardi alle Ong

Non ne servono molti. Per capire l'origine e la conseguenza dell'emergenza sbarchi bastano due numeri: 1,2 miliardi e 2,1 milioni. Partiamo da quest'ultimo. Due milioni e centomila è il numero di persone illegali che sono sul territorio europeo. Il dato proviene dall'Eurostat ed è stato pubblicato dal sito Truenumbers.it.

Come si vede nel grafico pubblicato nella pagina a fianco la crescita di clandestini in Europa inizia a partire dal 2012. Fino ad allora i decreti di espulsione emessi dai Paesi europei sono rimasti stabili a quota di 500mila circa l'anno. Il numero delle espulsioni effettive è sempre stato leggermente inferiore, intorno a 400-450mila. Poi, dal 2012 inizia il boom degli sbarchi e gli Stati, Italia compresa, vanno in tilt: mantengono stabile il numero dei decreti di espulsione mentre la marea umana che approda in Europa aumenta in modo incontrollato. Restando stabili anche le espulsioni effettive, nel 2015 il fenomeno va fuori controllo e i clandestini arrivano a quota, appunto, di 2,1 milioni. Si tratta di persone delle quali nessuno sa praticamente nulla se non, forse, il giorno e il luogo dello sbarco e la struttura di accoglienza nella quale sono state ospitate fino al giorno in cui hanno deciso di rendersi irreperibili.

Veniamo al secondo numero. I 2,1 milioni di clandestini sono la conseguenza (anzi, una delle conseguenze) della politica europea sull'immigrazione e, in particolare del rapporto assolutamente opaco che l'Ue ha deciso di intavolare con le Organizzazioni non governative. Se molte di queste, impegnate nel recupero degli immigrati e del loro trasporto sulle coste italiane con delle navi di loro proprietà, non accettano di mostrare nemmeno i loro bilanci, altrettanto, però, l'Europa che le finanzia. Nel 2015 (mancano dati più recenti) l'Ue ha versato alle Ong europee qualcosa come un miliardo e 248 milioni di euro, come mostra il grafico nella pagina qui accanto. Ma è un dato parziale perché i finanziamenti alle Ong provengono da decine e decine di capitoli di spesa dell'Unione e se l'Ue stessa non si decide a un'operazione trasparenza, sapere quanta parte di questi 1,2 miliardi finisce alle Ong che trasportano gli immigrati è impossibile. Quello che si sa è che sono senza dubbio la maggior parte e che a incassare questi soldi sono state 570 organizzazioni che hanno stipulato con i vari uffici europei 1.239 contratti per realizzare altrettanti progetti.

In altre parole: da una parte Bruxelles finanzia organizzazioni non governative per svolgere un compito che dovrebbe essere svolto da lei stessa. Oltre il 93% dei finanziamenti alle Ong, infatti, proviene dal capitolo di spesa chiamato Global Europe il cui budget viene usato per le attività extra Ue, spesso identificate come attività di «buon vicinato» tra le quali è compreso anche il traghettamento dei profughi. Appena 46,74 milioni di euro finiscono alle Ong per realizzare progetti interni ai confini europei come l'assistenza ai poveri, sanità e cultura. Significa che l'Europa ha deciso di appaltare a soggetti terzi una fetta importante della sua politica estera e di sicurezza (ma si può affidare a organizzazioni private non trasparenti la politica di sicurezza esterna di un continente?) sapendo benissimo di non avere l'autorità per imporre agli Stati membri di accogliere l'incredibile onda di immigrati che arrivano proprio in seguito anche ai suoi finanziamenti. Il risultato sono quei 2,1 milioni di persone di cui le autorità statali e comunitarie non sanno nulla e che vagano senza documenti, senza permessi e senza lavoro in giro per il continente.

Le persone sbarcate in Italia tra il primo gennaio e il 26 maggio sono state 60.200 dei quali appena 6.193 ricollocati presso altri Paesi europei che, spesso, frappongono una serie di motivi burocratici per rifiutare l'accoglienza. La maggior parte, 2.299, li ha presi in carico la Germania mentre la Romania, in 5 mesi, ne ha accettati appena 45. L'Ungheria zero. A fronte di questa situazione ciò che finora il governo Gentiloni ha ottenuto è la promessa del commissario europeo all'immigrazione Dimitris Avamopoulos di sbloccare subito 35 milioni a favore dell'Italia per aiutarla a sostenere l'emergenza di questi giorni. Per dare un'idea: considerando che, ufficialmente, le persone sbarcate tra il primo gennaio e il 27 giugno (esclusi quindi i 12.500 sbarchi stimati tra il 28 e il 29 giugno) sono 73.380 e che per ognuno si spendono 35 euro al giorno, con 35 milioni possiamo garantire loro vitto e alloggio per i prossimi 14 giorni. Poi?

Commenti

Templar

Dom, 02/07/2017 - 17:04

poi tutti a casa!

investigator13

Dom, 02/07/2017 - 17:32

bilancio della follia criminale Ue contro i popoli europei. Ai popoli europei tocca trovare la soluzione per fermare questa follia per farci invadere, quindi tocca a noi liberarci dell'invasore. La pazienza è arrivata al limite, qualcosa dovrà succedere e succederà. Non aspettiamo aiuti dall'Ue, non ci saranno, agiamo, trasgrediamo ma fermiamo noi l'invasione.

Ritratto di Evam

Evam

Dom, 02/07/2017 - 17:52

Poi, se ne devono andare a casa loro o trovare un posto congruo per il loro modo di fare arrembaggio.

mazzarò

Dom, 02/07/2017 - 18:08

Per tutto questo disastro diciamo un grande grazie anche al nostro beneamato Berlusconi. Infatti, cosa ha fatto per evitare l'invasione della Libia e l'uccisione di Gheddafi nell'estate 2011.Era l'unico che avrebbe potuto fare qualcosa per evitare tutto ma decise di voltarsi dall'altra parte e tutti sappiamo le conseguenze.

Lugar

Dom, 02/07/2017 - 18:27

Forse sono un po maligno ma penso che come hanno creato le bad bank per clienti indesiderati così creeranno le bad nation per inserirci gli immigrati scomodi. Il miglior candidato al momento indovinate chi è?

Happy1937

Dom, 02/07/2017 - 18:48

Che l'Europa sia governata da un branco di imbecilli non e' una novita'. Speriamo che Macron porti un po' di cervello.

Ritratto di emo

emo

Dom, 02/07/2017 - 19:00

Poi? Poi ci pensano i nostri politici lungimiranti ed onesti, tanto un aentino di qua, uno di la i miliatfini saltano fuori mentre gli italidioti vanno a stracciarsi le vesti a Modena per Vasco ed i rimanenti non sanno ancora se andare in vacanza esotica o nostrana, infine rimangono i dissoccipati o indigenti che devono pensare in quale cassonetto anfare a rovistate per mangiare. Fate e facciamo schifo

nexux

Dom, 02/07/2017 - 19:23

Semplicemente agghiacciante. Gli inglesi hanno fatto benissimo a uscire da "questa europa".

honhil

Dom, 02/07/2017 - 20:05

1p)Adesso diventa chiarissimo il motivo per il quale Soros ha varcato il portone di Palazzo Chigi per venire a trovare Gentiloni. dopo aver parlato anche a quattr’occhi con Juncker. In Italia c’è in cantiere il tragicomico processo Stato/mafia di cui ancora a lungo si dibatterà fuori e dentro le aule dei tribunali, ma del quale mai e poi mai si leggerà la parola fine, vivente Berlusconi.

Idrissecondo

Dom, 02/07/2017 - 20:18

Tra un pò da migranti si trasformeranno in bagnanti. Si tufferanno dalla riva, nuoteranno per 100 mt e verranno raccolti, esausti, bagnati, infreddoliti, in cinta, da una lancia di salvataggio Ong. Magari, perchè no, anche libica. Ovviamente cofinanziata dall'europa, come tutte le altre

mariod6

Dom, 02/07/2017 - 20:26

Brava gente, vi siete sbagliati di uno zero in meno nel numero dei clandestini e degli sbarchi del 2017, mentre vi siete sbagliati di uno zero in più nel numero dei respingimenti. ma a chi volete darla a bere ??? In quanto poi ai 35 euro/giorno è un'altra bufala. Nessuno conta mai i soldi che costano le migliaia di "minori" non accompagnati ed i milioni di euro a settimana che costano i mediatori culturali, le organizzazioni dello stato, la Guardia Costiera, i Militari e le Forze dell'Ordine che devono gestire questa marea di escrementi che arriva da ogni parte.

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Dom, 02/07/2017 - 20:27

questo welfare che ora dovrebbe essere abolito. Non ci salveremo più. Ci proscugheranno ed è questo che la sx cerca.

mandorleto

Dom, 02/07/2017 - 20:39

e poi? e poi rtorna a pagare il popolo. Dovremmo andare anche noi in un altro paese e farci mantenere . . . io propongo il Principato di Monaco e voi?

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Dom, 02/07/2017 - 20:40

Meglio non saperlo, altrimenti la marcia su roma sarà sembrata una scampagnata.

zen39

Dom, 02/07/2017 - 21:05

E' sempre e solo una questione di soldi altro che solidarietà. Come mai Soros è andato da Junker quando l'Ungheria gli ha mostrato i denti? Ha voluto rassicurarsi che il il suo malefico progetto continui senza interruzioni.Quindi anche l'UE è agli ordini di Soros.

Nick2

Dom, 02/07/2017 - 22:05

Premesso che dai grafici non si capisce nulla (ma ai banana non interessa), analizziamo questi numeri da brividi. Due milioni di clandestini sono lo 0,4% della popolazione dell'UE, una bazzecola se confrontati agli 11 milioni presenti negli USA,(il 3,5% degli abitanti). Sono ben poche le nazioni del mondo che hanno "solo" questa percentuale di clandestini. Questo non significa che tutto vada bene, ma che il vostro idolo fascista in felpa e gli organi di informazione sui vicini vi prendono per il culo...

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Dom, 02/07/2017 - 22:39

piano Kalergi

Ritratto di ohm

ohm

Dom, 02/07/2017 - 22:43

Poi .....??? facile.....li manteniamo noi con le nostre tasse.....

Italianoinpanama

Dom, 02/07/2017 - 23:15

ahahah votate piddi!!

massimopa61

Dom, 02/07/2017 - 23:56

Quello che sta succedendo è follia allo stato puro. Ancora più folle è che nessuno riesca a fermarlo.

sdicesare

Lun, 03/07/2017 - 10:15

Prova provata che c'e' un piano preciso per far invadere l'europa. E' un progetto lucido e preciso per eliminare le identità nazionali. Solo cosi' possono costruire il "fogno" dell'europa unita. E la sinistra e' complice di questo piano.