Uccise la fidanzata: va ai domiciliari dopo 2 mesi in carcere

Lo scorso luglio il brutale omocidio. Oggi, dopo due mesi di carcere, il beneficio degli arresti domiciliari. Sul web decine di migliaia di firme per non farlo uscire

Francesco Mazzega ora è agli arresti domiciliari. Il beneficio gli è stato accordato oggi dopo aver passato gli ultimi due mesi in carcere. Lo scorso 31 luglio il 36enne aveva ammazzato la fidanzata, Nadia Orlando (21 anni), strangolandola e dopo aver vagato per tutta tutta la notte con il cadavere in auto si era costituito alla polizia stradale di Palmanova.

Da questa mattina Mazzega è agli arresti domiciliari nell'abitazione dei genitori a Muzzana del Turgnano, paese in provincia di Udine. All'omicida 31enne era stato concesso il beneficio degli arresti domiciliari già alcuni giorni fa ma l'esecuzione del provvedimento era stato ritardato per l'indisponibilità di un braccialetto elettronico. Che oggi gli è stato oggi applicato.

Nelle scorse settimane era stata lanciata una petizione, che ha raccolto decine di migliaia di firme, da parte dei concittadini di Nadia a Vidulis di Dignano - per chiedere che l'assassino non uscisse dal carcere dopo soli due mesi dal crimine.

Commenti

schiacciarayban

Mar, 26/09/2017 - 17:33

Addirittura 2 mesi in carcere per un omicidio? Non esageriamo mi raccomando!

Martinico

Mar, 26/09/2017 - 17:36

Mi chiedo che paese è il nostro. Abbiamo bisogno di raccogliere firme per far rimanere in carcere chi ha ucciso.

Ritratto di MIKI59

MIKI59

Mar, 26/09/2017 - 17:46

Tanto, ormai, la ragazza è morta. Evviva questo schifo di giustizia.

VittorioMar

Mar, 26/09/2017 - 17:54

...E IL MINISTRO ORLANDO CHE DICE ??..MANDA GLI ISPETTORI ?...NO E' FUORI SEDE !!....SI DELEGITTIMANO DA SOLI !!!..E L'ANM SI LAMENTA , PERCHE' ??

sparviero51

Mar, 26/09/2017 - 18:19

QUESTO DEVE ESSERE STATO RACCOMANDATO COME MINIMO DAL PAPÀ !!!!!!!! ( GIUDICIUME INFAME CANCRO DELL'ITALIA) .

Ritratto di _alb_

_alb_

Mar, 26/09/2017 - 18:50

Dovremmo iniziare seriamente a chiederci a CHE SERVE questa "giustizia" che lascia liberi gli assassini dopo pochi mesi e non prova neanche a prendere i ladri. Però è severissima con la gente che lavora che, magari, evade una piccola tassa o si scorda un F24. Qui c'è da resettare tutto da zero e ricominciare dalle BASI.

CALISESI MAURO

Mar, 26/09/2017 - 19:18

sper sia una bufalata del giornale!!

Ritratto di rebecca

rebecca

Mar, 26/09/2017 - 19:58

l'ennesima vergogna

gpl_srl@yahoo.it

Mer, 27/09/2017 - 07:46

questa decisione puo essere solo degna di un giudice in grado di meritarsi l- ergastolo