Uccise moglie, pena dimezzata "La compagna lo aveva illuso"

Altra sentenza choc: l'omicida dovrà scontare 16 anni e non 30 perché "ha agito come reazione al comporamento di lei"

Ancora un altro caso di omicidio "per colpa" della vittima. Dopo il caso dell'uomo di Riccione che si è visto dimezzare la pena per aver ucciso l'ex nel pieno di una "tempesta emotiva", a Genova un altro si è visto condannare a soli 16 anni (contro i 30 richiesti dall'accusa) perché "illuso" dalla compagna.

Come racconta Tgcom24, lo scorso aprile il 52enne operaio ecuadoriano Javier Napoleon Pareja Gamboa accoltellò la moglie Jenny Angela Coello Rayes, 46 anni, nel loro appartamento dopo aver scoperto che la donna non aveva lasciato l'amante. Tre mesi prima lui aveva scoperto il tradimento ed era tornato in Ecuador. Poi, dopo che la donna aveva giurato di aver troncato l'altra relazione, era tornato in Italia. Infine l'omicidio.

Ma per i giudici la "colpa" fu quasi della donna: "L'uomo non ha agito sotto la spinta della gelosia, ma come reazione al comportamento della donna, del tutto incoerente e contraddittorio, che l'ha illuso e disilluso allo stesso tempo", sottolinea la sentenza, "È stato moddo da un misto di rabbia e disperazione, profonda delusione e risentimento, ha agito sotto la spinta di uno stato d'animo molto intenso, non pretestuoso, né umanamente del tutto incomprensibile".

"Ho perso la testa", aveva raccontato l'uomo, "Abbiamo discusso e io non ho capito più nulla. Ho preso un coltello dalla cucina e l'ho colpita. Poi sono scappato. Ho buttato il coltello da un ponte, ma non ricordo dove. E ho vagato per due giorni, non mi ricordo nulla di dove sono andato, come ci sono arrivato. Sabato sera abbiamo cenato, poi abbiamo visto un film. E abbiamo discusso della sua relazione extraconiugale. Non era la prima volta che aveva una relazione con altri. La discussione è degenerata e l'ho uccisa. Ma io l'amavo, l'ho sempre amata nonostante tutto".

"Il contesto in cui il suo gesto si colloca vale a connotare l'azione, in un'ipotetica scala di gravità, su un gradino più basso rispetto ad altre", sottolinea il giudice. Tra l'altro la sentenza non potrà essere impugnata dal momento che il figlio della coppia e gli altri parenti della vittima, parti civili nel processo, hanno ricevuto il risarcimento richiesto.

"Non ho parole. Non c’è delusione o gelosia che possa giustificare un omicidio. Chi ammazza in questo modo deve marcire in galera", ha commentato il ministro dell’Interno Matteo Salvini.

Commenti

Giorgio5819

Mer, 13/03/2019 - 11:25

Stiamo superando il limite dello schifo umano... DOVE SONO MINISTRO DELLA GIUSTIZIA E PDR ??

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Mer, 13/03/2019 - 12:22

Che l'uomo si ritenesse offeso, non poteva essere una giustificazione per ammazzarla.

Giovanni Aguas ...

Mer, 13/03/2019 - 12:24

Sbaglio o si ritorna al delitto d'onore?

unghiecondenti

Mer, 13/03/2019 - 12:24

Non mi FIDO più di queste " elette persone " .

SPADINO

Mer, 13/03/2019 - 12:27

rimossi anche quelli che fanno rimborsare il ladro dalla vittima.

Ritratto di MIKI59

MIKI59

Mer, 13/03/2019 - 12:27

Le domande sono tante. Siamo noi cittadini che la pensiamo in modo diverso? Sono le leggi che sono cambiate? Esiste una nuova classe di giudici che hanno vinto i rispettivi concorsi senza fare i concorsi? I dubbi iniziano ad essere tanti. Credo il Guardasigilli debba intervenire, se non vogliamo che la giustizia in Italia diventi ridicola e offensiva verso le vittime.

Ritratto di etaducsum

etaducsum

Mer, 13/03/2019 - 12:38

Ero convinto che il delitto d’onore fosse stato abolito tra squilli di tromba, converti di campane e manifestazioni di gioia. Temo che la mia memoria cominci a dare i numeri. Forse la miglior magistratura del mondo ha solo abolito il giustizialismo per cert’uni e il garantismo per i suoi avversari politici. È così? Qualcuno mi illumini!

agosvac

Mer, 13/03/2019 - 12:42

Ormai è chiaro: i giudici interpretano le leggi a modo loro.

Ritratto di nando49

nando49

Mer, 13/03/2019 - 12:43

E' evidente che c'è un problema "giustizia". La cronaca ogni giorno ci informa di sentenze paradossali e assurde. La politica come al solito "dorme" e a sobbalzare sulla sedia nel leggere queste notizie sono solo i cittadini onesti e non il ministro della giustizia. Se questo, come dicono, è il governo del cambiamento, si attivi per cambiare le leggi che consentono ai giudici di emettere queste sentenze.

Ritratto di pulicit

pulicit

Mer, 13/03/2019 - 12:51

Vittime sempre in torto. Ma che magistratura abbiamo...rispecchia l'andazzo della nostra società attuale.Regards

Ritratto di Mario Galaverna

Mario Galaverna

Mer, 13/03/2019 - 12:52

Facciamo un giochetto, disegniamo la figura del perfetto assassino senza alcuna attenuante. Sarà come trovare la pietra filosofale.

fergo01

Mer, 13/03/2019 - 12:56

quello di cui sono entusiasta e che questo paese sta facendo di tutto per far diventare la gente onesta dei delinquenti, altrimenti certe sentenze non si spiegano

Ritratto di stenos

stenos

Mer, 13/03/2019 - 13:00

A questi gli va tolta la discrezionalità. 16 anni? Con le leggi sta dentro 4 o 5. La vita vale 4 anni? Ce lo dica compagno giudice.

Libertà75

Mer, 13/03/2019 - 13:02

ancora? ma che state dicendo? sono le solite attenuanti quando l'omicidio, pur se premeditato, viene a sovrapporsi più ad uno preteritenzionale per tutta una serie di mancate lucidità mentali... è dovere dei giudici inquadrare la corretta fattispecie

Ritratto di hernando45

hernando45

Mer, 13/03/2019 - 13:04

Questo SCHIFO di sentenza,viene dopo tante altre uguali e dopo BUON ULTIMA, la liberazione degli accoltellatori del Bettarini!!! C'è solo da domandarsi dove finira l'Italia con questi "GIUDICI"!!!jajajajajaja.

silvano.donati@...

Mer, 13/03/2019 - 13:05

sembra il paese di pinocchio dove viene arrestato il derubato....

Kino

Mer, 13/03/2019 - 13:06

Quando si parla di donne tutti giu' a piangere e lamentarsi. Ma non ne avete abbastanza di questa società femminista ? Non vi bastano i calci in c che le femmine propinquano quotidianamente ai maschi di questo paese ? Ma mettetevi una gonna almeno vi sentirete meglio !

aswini

Mer, 13/03/2019 - 13:14

che fanno cms e ministro della giustizia? impegnati a chattare? gli italiani sono stufi, volete rimettere in auge iol delitto d'0nore?

Una-mattina-mi-...

Mer, 13/03/2019 - 13:24

LE RAGIONI DEL DELINQUENTE SONO SEMPRE, IN TALIA, LE BENVENUTE!

ciccio_ne

Mer, 13/03/2019 - 13:53

come non credere alla testimonianza della donna che ha confermato che lo aveva illuso? Sono prove schiaccianti che un giudice non può omettere di considerare

Ritratto di gianniverde

gianniverde

Mer, 13/03/2019 - 14:29

Stanno recitando le più belle barzellette,e non si vergognano.

Ritratto di pigielle

pigielle

Mer, 13/03/2019 - 15:23

Siamo alla pazzia più assoluta .....è ritornato il DELITTO D'ONORE...

Ritratto di mbferno

mbferno

Mer, 13/03/2019 - 15:44

Quale sarà il prossimo obbrobrio di sentenza? Pena dimezzata perché la moglie cucinava da schifo? Schifo di giustizia. Bisogna ribellarsi a questi parrucconi indegni.

Scirocco

Mer, 13/03/2019 - 16:04

Ma abbiamo un Ministro della Giustizia in Italia che immediati prenda provvedimenti contro i magistrati? Ma ci rendiamo conto che siamo in mano a dei magistrati e giudici totalmente fuori controllo? Bisogna veramente andarsene da questo paese dove le persone per bene vanno in galera ed i delinquenti vengono messi fuori.

ziobeppe1951

Mer, 13/03/2019 - 19:12

EL PRESIDENTE...ILLUMINACI!...è importante il tuo contributo per dissolvere le nebbie del l’ignoranza

Ritratto di franco_G.

franco_G.

Mer, 13/03/2019 - 22:17

Fino al 1981 esisteva un articolo del CP che definiva il cosiddetto "delitto d'onore", per il quale la pena prevista andva da 3 a 7 anni. Poi siamo passati alla "famiglia aperta", per cui è normale che i rapporti diventino indefiniti ed indefinibili, per cui una loro lesione è pari ad un bicchiere di acqua fresca: infatti non è prevista in questi casi alcuna circostanza attenuente. Ewwiwwa ewwiwa la modernità !