Torna libera la ragazza che ha ucciso il padre violento. "Ha agito per difendersi"

Prima di colpire il padre gli disse: "Fermati, non fare più niente". Ora Deborah è tornata in libertà. Il giudice: "Ha agito per difendersi"

Torna libera Deborah Sciacquatori, la ragazza di 19 anni accusata di aver ucciso il padre domenica scorsa a Monterotondo, in seguito all’ennesimo litigio con l'uomo.

La Procura di Tivoli ha spiegato che l'atto "si può qualificare allo stato come episodio di eccesso colposo" e secondo il procuratore Francesco Menditto vi sono già gli elementi per definire la legittima difesa. Deborah, infatti, ha colpito il papà con un coltello da cucina per proteggere se stessa, la mamma e la nonna materna dalle continue violenze del genitore.

"Papà fermati, non fare più niente". Lo avrebbe detto Deborah, padre Lorenzo, ex pugile di 41 anni, nel corso della lite che poi la porterà a reagire e a colpire a morte alla nuca l'uomo con la lama. Ma la 19enne dopo aver affondato il colpo, gli avrebbe detto:"Non mi lasciare, ti voglio bene".

Queste parole, spiega il procuratore Menditto, "sono state confermate anche dai testimoni presenti al momento dei fatti". "Deborah - ha aggiunto Menditto - nel corso dell'interrogatorio ha pianto tantissimo". Importante è anche un passaggio dell'interrogatorio di Antonietta, la mamma di Deborah, che ha spiegato ai magistrati di "non aver denunciato nuovamente l'uomo perchè aveva il terrore che le autorità le avrebbero tolto la figlia".

"Non possiamo colpevolizzare Deborah per non aver denunciato prima e neanche sua madre, forse siamo responsabili anche noi, le istituzioni che non sono riuscite a riscuotere la fiducia necessaria" . A dirlo è sempre procuratore di Tivoli, Francesco Menditto, rispondendo alle domande dei cronisti presenti alla conferenza stampa. Una denuncia che in realtà era stata presentata da Antonietta, mamma di Deborah, nel 2014. Per quell'episodio Lorenzo Sciacquatori, era stato arrestato con l'accusa di maltrattamenti.

Commenti

venco

Mar, 21/05/2019 - 12:55

Qui i giudici son stati giusti, bravi.

Anticomunista75

Mar, 21/05/2019 - 12:59

te pareva. Nessun eccesso di legittima difesa in questo caso. Femmina contro uomo italiano. Mica uomo italiano contro criminale straniero.

Ritratto di Lissa

Lissa

Mar, 21/05/2019 - 13:01

Finalmente una sentenza giusta. Questa povera ragazza soffrirà per tutta la vita per aver dovuto difendere la mamma e la nonna.

ostrogoto55

Mar, 21/05/2019 - 13:06

Leggendo quanto è successo, da parte dei giudici mi sembra un atto dovuto. Non avrebbero potuto fare diversamente, pensiamo al contrario..... Deborah, non sarà facile sopravvivere a questo, ma ti auguro tanta tanta serenità a te e a tua madre. Amen

Ritratto di ammazzalupi

ammazzalupi

Mar, 21/05/2019 - 13:06

Dovrebbe essere sempre così. Purtroppo, una rondine non fa primavera...

CarloColombo

Mar, 21/05/2019 - 13:07

Certamente era la decisione giusta da prendere. Ora stiamo a vedere se è vero o la mettono dentro in seguito per qualche ripensamento.

Libertà75

Mar, 21/05/2019 - 13:08

io non capisco perché si metta la foto di costei, merita rispetto, silenzio e compassione

giovanni951

Mar, 21/05/2019 - 13:11

da tempo non si sentiva una sentenza giusta

Ritratto di Pajasu75

Pajasu75

Mar, 21/05/2019 - 13:14

@Venco... No. Non sono stati giusti. Secondo me anche in questo caso la giustizia italiani dimostra tutto il proprio valore: zero! In passato i familiari avevano già denunciato l'uomo per violenze e maltrattamenti, e cosa è stato fatto? Nulla naturalmente, abbandonando le vittime al loro destino di prede. Questa volta l'epilogo è stato leggermente diverso, ma sempre tragico perchè anche questa volta le vittime hanno perso. Oppure qualcuno pensa che per una ragazza di 19 anni uccidere il padre mentre questi ti sta massacrando sia come mandare giù un bicchiere d'acqua? Diversamente se la giustizia fosse intervenuta prima la serenità di questa ragazza esisterebbe ancora. Come dico sempre quando il diritto non ha coercizione è solo una presa in giro per coloro che ci credono.

cir

Mar, 21/05/2019 - 13:21

molto affrettata come sentenza, indagini ? interrogazioni ? dubbi ? tutto cosi facile perche' e' una donna ???

Ritratto di cicciomessere

cicciomessere

Mar, 21/05/2019 - 13:27

Una tragedia , povera ragazza e poveri i famigliari . Nessuno spende una parola sul fatto che questo disgraziato fosse sempre ubriaco ( droga di stato ) e pure cocainomane , se si fosse fatto un spinello invece , apriti cielo e guerra santa alla DROGA.

cardellino

Mar, 21/05/2019 - 13:30

Finalmente una bella notizia. Povera ragazza mi immagino come si sentirà? Ma perché il padre non è stato allontanato prima a fronte delle varie segnalazioni fatte? E togliete quella foto per un minimo rispetto rispetto

Libero 38

Mar, 21/05/2019 - 13:39

Che strana giustizia. Se mentre dormi sei svegliato da un ladro che ti massacra di botte per difenderti decidi di prendere la pistola e lo uccidi sei accusato di omicidio,se poi la figlia uccide il padre perche'violento ha fatto il suo dovere.

Ezeckiel

Mar, 21/05/2019 - 13:39

Passi Concordo con te,. Non sarà facile vivere con questo fardello,per questa ragazza Auguri per una Vita serena

Ritratto di sbuciafratte

sbuciafratte

Mar, 21/05/2019 - 13:59

E io piango con lei.Povera ragazza povera madre.Ma possibile che prima di intervenire ci deve scappare il morto ! Dove è l'assistenza delle istituzioni a seguito di denuncia di maltrattamenti? Si deve sempre finire a schifio? Al padre Lorenzo andava trovato un lavoro vero,la pace in famiglia sarebbe tornata! I gialloverdi traggano lezione da questa tristissima vicenda.mannaggia e poi mannaggia

Malacappa

Mar, 21/05/2019 - 14:02

Quando la giustizia e' giustizia un applauso ai giudici

Divoll

Mar, 21/05/2019 - 14:08

Povera ragazza, non le sara' facile vivere con questi ricordi e questo peso sul cuore, anche se forse non poteva (piu') agire altrimenti.

Ritratto di bracco

bracco

Mar, 21/05/2019 - 14:31

GIUSTIZIA E' FATTA

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Mar, 21/05/2019 - 14:54

Che dicono quelli a favore di Caino?

Anticomunista75

Mar, 21/05/2019 - 16:23

leggo una sequela di commenti a favore della sentenza...non mi stupisce, l'uomo di oggi è terribilmente terrorizzato dal senso di colpa indotto dalla propaganda che, quando accadono fatti come questi raramente da attenuanti al presunto assassino, se è di genere maschile. Calma, e chi lo ha stabilito che il presunto assassino fosse veramente l'unica persona? il giustizialismo femminista?

Ritratto di beatoangelico

beatoangelico

Mar, 21/05/2019 - 17:17

Assolta senza indagini, processo e tutto quel che prevede il Codice Penale ? Immagino che fosse un maschio lo avrebbero già messo in gattabuia. Continua il processo di femminilizzazione della società italiana. I giudici donne sono lo strumento ideale del caos in atto.

Ritratto di Loudness

Loudness

Mar, 21/05/2019 - 17:35

Qui niente maschicidio ne' eccesso colposo di legittima difesa...

Romalupacchiotto

Mar, 21/05/2019 - 17:43

Deborah non avere paura, hai vissuto degli anni di inferno con un padre violento verso tutta la famiglia, il tuo gesto è stato dettato dalla tua persona che non ne potevi più, ed hai pensato a salvare il resto della tua famiglia. Ti auguro di ritrovare la pace che non hai avuto in tutti questi anni. Per tuo padre l'unica consolazione che ora riposa in pace.

Anticomunista75

Mar, 21/05/2019 - 18:02

ops, intendevo presunto picchiatore...certo, la ragazza e la madre, e pure la nonna dicono di aver subito anni di violenze mi pare, ma purtroppo la versione del padre non si può ascoltare e come sappiamo, nel dubbio, ha sempre ragione il sesso femminile. Comunque questo fatto costituisce un ottimo precedente. Sono sicuro che quando un italiano ucciderà un ladro straniero entrato in casa sua sarà sicuramente assolto perchè "ha agito x difendersi".

audace

Mar, 21/05/2019 - 19:00

Oggi, se un genitore da uno schiaffo al figlio/a .. puoi ucciderlo … è legittima difesa