Uccise un rapinatore:assolto il gioielliere

Il 49enne torinese aveva sparato a un ladro, intento a derubare il suo esercizio, colpendolo al braccio. Il tribunale: legittima difesa

"Non sono un giustiziere". Con queste parole Pierangelo Conzano, gioielliere quarantanovenne, accusato per l'uccisione di un rapinatore che aveva derubato il suo esercizio, ha accolto la sentenza del tribunale, che lo ha assolto per legittima difesa.

Conzano era stato accusato dopo avere sparato al braccio ad un rapinatore, colpendolo all'arteria omerale. Era stato trattato come un giustiziere, nonostante in 30 anni di porto d'armi non avesse mai sparato un colpo. Aveva giustificato il suo gesto come un tragica fatalità. "Ho pensato soltanto a difendermi", aveva detto poco dopo i fatti che lo avevano visto protagonista.

Oltre alle ripercussioni legate al processo in atto, la vicenda ha influenzato Conzano anche in relazione al suo lavoro. "In molti - racconta - vengono nel mio negozio soltanto per morbosità, mentre altri mi chiedono ancora se ho riaperto, quando in realtà non ho mai chiuso".

Commenti

williamtorino

Lun, 12/03/2012 - 17:09

Decisione perfetta: è del tutto evidente che si trattava di leggittima difesa. Un saluto ed un abbraccio a Pierangelo Conzano.

Bubu

Lun, 12/03/2012 - 17:17

Menomale per il gioielliere, almeno si da un messaggio a eventuali ladri di restare a casa loro. Solo in ItaGlia si poteva condannare la vittima e portare in paradiso i ladri...

paomoto

Lun, 12/03/2012 - 17:20

Ogni tanto una bella notizia

michele lascaro

Lun, 12/03/2012 - 17:26

L'estensore di questo articolo si riferisce, per caso, al colpo, che, sbagliando traiettoria ha leso l'arteria femorale, o pensa che questa arteria scorra nel braccio? Questo è il dilemma! In ogni modo sono contento per l'esito del processo.

giampaolo burba

Lun, 12/03/2012 - 17:33

finalmente una bella notizia! Adesso all'accusa 2 anni e 2 mesi come aveva chiesto per il gioielliere ma da scontare subito.

Lucasartor

Lun, 12/03/2012 - 17:34

La giustizia ha trionfato almeno per questa volta!

prodomoitalia

Lun, 12/03/2012 - 18:34

Sono felice per il Sig. Conzano ! Invio al Giudice un fraterno abbraccio ed una forte stretta di mano. Così dovrebbe operare sempre la Giustizia !

Raoul Pontalti

Lun, 12/03/2012 - 18:39

Non si chiama Spaccarotella e nemmeno Amigoni il gioielliere e quindi tirando al braccio non ha preso l'arteria femorale che è della coscia bensì l'arteria brachiale (detta anche omerale e di qui l'errore per assonanza fatto dall'articolista)- In realtà il gioielliere ha detto a sua difesa, ed è stato creduto, di non aver sparato con lo scopo di colpire e quindi uccidere, ma solo di spaventare per disarmare il rapinatore. Io sono assolutamente contrario a che si spari contro il semplice ladro e anche contro rapinatore che non faccia uso di armi da taglio o da fuoco e in ogni caso mai alla schiena (chi fugge non può più offendere), ma se il rapinatore armato lo hai di fronte e ti minaccia con un arma da fuoco o da taglio è giusto e sacrosanto sparargli anche a costo di ucciderlo, perché chi non si perita di minacciare la vita altrui non può pretendere di veder rispettata la propria e non si può impedire la legittima difesa. Sono contento per la giusta assoluzione (si guardi il video).

mizar

Lun, 12/03/2012 - 18:48

non ci posso credere...hanno scoperto che esiste anche la Legittima Difesa.....

NickCarter1900

Lun, 12/03/2012 - 18:55

Questo dimostra che quando l'atto è, sopra ogni ragionevole dubbio, coerente a quanto richiesto dalla norma in vigore, l'assoluzione non può che essere totale. L'Autorità Giudiziaria torinese, dopo opera paziente e professionale, sta dando i suoi frutti. Grazie!

eglanthyne

Lun, 12/03/2012 - 19:04

Felicitazioni Signor Conzano e auguri di tornare presto alla normalità .

voce.nel.deserto

Lun, 12/03/2012 - 19:15

Toh ! Esiste un giudice a Berlino! Temevamo che non ce ne forssero più!

clintock

Lun, 12/03/2012 - 19:23

Finalmente una bella notizia

lamwolf

Lun, 12/03/2012 - 19:43

Ogni tanto la legalità e la giustizia trionfa. Era ora!!! il garantismo per i criminali non si riperquoti negativamente per le vittime dei reati. Diamo giustizia a chi è stato vittima di reati e i rei in galera.

Katrina2005

Lun, 12/03/2012 - 19:48

Finalmente ! aggiungo solo che si dovrebbe poter sparare a vista a chiunque entri nella propieta altrui senza permesso ............. vedreste comew diminuirebbero gli assalti e come diminuirebbe di numero una certa etnia .......... due piccioni con una fava ! e ora segnalate pure mille infrazioni o benpensanti del nimby

Stefano Rossi

Lun, 12/03/2012 - 20:07

Per me il punto è che non avrebbe dovuto esserci nemmeno il dubbio e neppure il processo. In caso di minaccia apparentemente reale la legittima difesa dovrebbe essere presunta e una persona minacciata, sia per la sorpresa, sia per lo spavento, non è in grado di moderare l'istintiva reazione e quindi non è consapevole e responsabile: si difende nel modo che l'occasione gli fornisce.

uggla2011

Lun, 12/03/2012 - 20:16

Ha ucciso un ladro,quindi é come se non avesse ucciso nessuno.Perché tutto questo tempo e questi soldi sprecati per rompere i c......i ad una persona onesta?

Ritratto di pupillo

pupillo

Lun, 12/03/2012 - 20:24

GIOIELLERE ASSOLTO credevo fosse impossibile che ci fosse un giudice al di sopra delle parti ed obiettivo bravo quel giudice che ha assolto il gioielliere una grande stretta di mano ed un saluto a lui augurandole buon lavoro con la speranza che seguiti a lavorare con il senso della giustizia.-

corto lirazza

Lun, 12/03/2012 - 21:03

speriamo che questa sentenza sia la prima di una lunga serie

Ritratto di stenos

stenos

Lun, 12/03/2012 - 21:05

E' meglio che accenda un cero alla Madonna. Con i ceffi comunisti che infestano le procure gli e' andata di lusso.

nigher

Lun, 12/03/2012 - 21:42

si merita la medaglia al valore!!!!

nigher

Lun, 12/03/2012 - 21:45

si merita la medaglia al valore!!! Non c'era bisogno neanche di proccessarlo.

Effebi

Lun, 12/03/2012 - 21:52

Ma come? Niente eccesso colposo di legittima difesa, o scusanti per l'infanzia poco felice del rapinatore o amenità come il fatto che nel suo retroterra culturale fare rapine è un modo normale di fare soldi? Ma il garantismo per i delinquenti dove è finito?

forbot

Lun, 12/03/2012 - 22:05

Premetto che non gioisco per la morte di un rapinatore; è pur sempre un essere umano. Chiaramente però chi commette certe azioni, molto deplorevoli, si deve aspettare anche che qualcuno , prima o poi, lo ripaga con ugual moneta.- Forse, capiterà sempre più spesso, speriamo.- Chissà che questa gente non inizi a pensare anche ad un lavoro serio; pur se mal pagato, alla lunga si guadagna di più.

MARCO45

Lun, 12/03/2012 - 22:55

Sentenza giusta e basta. Basta anche con questo buonismo perchè la morte di un rapinatore non è certo bella. Ma chi l'ha voluto il gioiegliere o il rapinatore? Che diritto ha di minacciare e rubare le cose degli altri? Ne abbiamo un esempio dipico tempo fa: bancario ucciso a sangue freddo e senza motivo in quanto già avevano rubato quello c'era da rubare e se qualcuno sparava per difendersi era giusto? Si o no? Finiamola con queste sciocchezze e provate cosa vuol dire avere un pistola puntata alla tempia come è successo al sottoscritto alcuni anni fa. Non ero armato e i soldi non erano miei ma se avessi avuto una pistola non avrei esitato un momento.

rikkà

Lun, 12/03/2012 - 22:55

Medaglia d'oro al gioielliere!

Loreno Bardelli

Mar, 13/03/2012 - 08:27

Ma cosa succede ? In meno di una settimana ben 3 , diconsi TRE , sentenze inaudite : con la prima la Cassazione ha cassato , con rinvio alla Corte d'Appello Penale, la sentenza di condanna di Dell'Utri ; con quella menzionata nell'articolo viene "incredibilmente" assolto il gioielliere che sparò per legittima difesa ; infine viene confermato nella sentenza nel processo Tagliavia che con la trattativa fra Stato e mafia Forza Italia non c'entra , ma detta trattativa venne incoraggiata da "altri" ( per inciso Presidente della Repubblica era Scalfaro , Presidente del Consiglio era Ciampi e Ministro di Grazia e Giustizia era Cossu ): Sogno o son desto ? E' pur vero che una rondine non fa primavera , ma spero che tre ......

Riccardo54

Mar, 13/03/2012 - 08:41

Finalmente una sentenza giusta. Chi delinque ha fatto una scelta contro la società, non ci sono scusanti. Chi difende qualcosa di suo da un'attacco, segue una legge naturale sancita anche dal nostro ordinamento. Errato è il concetto di "eccesso di legittima difesa" che permette una perversa interpretazione della legge e dei fatti.

Loreno Bardelli

Mar, 13/03/2012 - 09:20

Lapsus calami : ministro era Conso e non Cossu ...

germana

Mar, 13/03/2012 - 09:26

Speriamo che non sia una voce nel deserto...

Il_Presidente

Mar, 13/03/2012 - 21:08

grandioso, allora una qualche giustizia esiste!

MARCO 34

Mer, 14/03/2012 - 09:04

#4 michele lascaro In effetti nell'articolo si parla di arteria omerale e non femorale. E' giusto segnalare eventuali errori degli articolisti, ma è anche giusto essere sicuri di quello che si è letto prima di scrivere commenti inutili

MARCO 34

Mer, 14/03/2012 - 09:09

#Raoul Pontalti. Vale anche per lei quello che ho detto a lascara: nell'articolo si parla di arteria omerale e non femorale