Gli uomini, gli animali e il tradimento

Riflessione tra gli animali africani. Circondato, all'interno del Parco Kruger, in Sudafrica, in una bellissima casa, nella quale mi ha ospitato un amico inglese, colto e gentile, David Gold, rifletto sulle differenze tra gli uomini e gli animali. Vedo qui scimmie, maestosi rinoceronti, famiglie di elefanti, elegantissime zebre, leoni dominanti uno stuolo di leonesse, leopardi in contemplazione del tramonto, borbottanti ippopotami emergenti da piccoli laghi, facoceri minacciosi e cornuti, regali giraffe che sfiorano le cime degli alberi, coccodrilli come sculture egizie, immobili e scattanti. Particolare tenerezza, nella loro mansueta potenza, fanno gli elefanti, stretti in gruppi familiari, con bambini tra le gambe, in un'antica e perenne consuetudine di protezione. Li osservo e penso che tutti questi diversi animali fanno da millenni le stesse cose. Gli uomini, che hanno arricchito il mondo rendendolo più bello, sono buoni e cattivi come gli animali. Amano e uccidono. Ma ciò che li rende così diversi sono i mutevoli costumi e l'attitudine al tradimento. Gli uomini cambiano abitudini per noia; e così forzano la loro natura con improvvise novità nei loro rapporti, e manifestano una inclinazione alla infedeltà, pervertendo l'ordine delle cose: sul piano politico, sul piano artistico, sul piano sessuale. E quindi, mentre degli animali puoi prevedere le mosse, degli uomini non le puoi veramente conoscere e puoi aspettarti di tutto.

Commenti

Italiamoremio

Mar, 28/08/2018 - 17:17

Questo accade perché nel mondo animale non c'è una comunità di diabolici furbacchioni che da un lato corrompono e dall'altro piangono lacrime di coccodrillo.

CarlSchmidt

Mar, 28/08/2018 - 19:17

La natura degli uomini è dominata dalla "cultura", cioè da un insieme di idee e valori che ne guidano il comportamento. Il cambiamento è alla base delle capacità di adattamento della nostra specie. Son gioie e dolori (il "peccato originale") e finora ha funzionato. . .

Ritratto di Leo Vadala

Leo Vadala

Mar, 28/08/2018 - 20:57

Mi sa che Sgarbi ha scoperto l'acqua calda.

maria angela gobbi

Mer, 29/08/2018 - 11:05

gli animali NON fanno da millenni le STESSE cose,tant'è vero che certi animali sono spariti,e certi animali sono NUOVI.Certo che si adattano a cambiamenti e così sopravvivono,altrimenti si estinguono Che poi,in certi comportamenti,siano meglio di noi è vero;non hanno però la "compassione" (tranne forse i cani,animali addomesticati da secoli..)

Agev

Mer, 29/08/2018 - 18:22

Il nostro caro Vittorio ha finalmente scoperto.. Meraviglia delle Meraviglie .. Il Sud Africa . Terra Meravigliosa che amo alla follia. Mi è rimasto nel cuore il cosiddetto mal d'Africa.. Terra che non visito da più di quarant'anni .. E' per amore che ho conosciuto il Sud Africa .. Ho quasi sempre avuto un amore nei luoghi che ho visitato e conosciuto.. E per amore facevo migliaia di chilometri. Caro Vittorio la Natura ha già vestito il suo abito migliore .. Solo che la quasi totalità degli umani presa com'è dalla propria idiozia ed ignoranza non ha occhi e sensi per vedere/sentire . L'armonia nascosta si scopre con gioia mentre l'ovvio porta solo indifferenza . Qui più che da altre parti trovi l'armonia nascosta che scopri con gioia.. E la natura .. Il contatto e non solo con tutta la Natura è Pura e semplice Armonia.. Il resto vien da Sé . Gaetano