Uomo di 48 anni accoltellato da un coetaneo al centro sociale

E’ stato operato ma resta in gravi condizioni. Fermato l’aggressore

Un uomo di 48 anni è stato accoltellato ieri mattina, verso le 10,20 a Lissone, precisamente all’interno del Centro sociale Botticelli. Protagonisti della rissa, degenerata in ferimento, sono due italiani pregiudicati, ospiti del Centro. Da quanto emerso i due avrebbero avuto diverse liti negli ultimi giorni, anche se non sono per il momento chiari i motivi. Con ogni probabilità la causa scatenante potrebbe essere futile, dovuta magari a problemi di condivisione degli spazi vitali.

La lite sarebbe avvenuta in due distinte riprese. In un primo momento i due italiani sarebbero venuti alle mani. Solo in seguito uno dei due 48enni ha impugnato un coltello e si è scagliato contro l’avversario, ferendolo in modo piuttosto profondo sotto l’ascella destra. Immediatamente i testimoni presenti hanno avvertito il 118 e i sanitari giunti sul posto, considerata la gravità della ferita da taglio, hanno deciso di trasportare d’urgenza la vittima all’ospedale San Gerardo di Monza, dove ha subito un importante intervento chirurgico. La vittima infatti durante la colluttazione ha perso molto sangue e al momento si trova in prognosi riservata.

L’aggressore subito dopo aver assalito e accoltellato l’avversario, è salito su una bicicletta e si è allontanato, facendo perdere momentaneamente le proprie tracce. I carabinieri accorsi al Centro Botticelli non hanno impiegato molto tempo a rintracciare il fuggiasco, conoscendone l’identità e i suoi precedenti penali. Alle 15,40 infatti i militari hanno riconosciuto e fermato l’uomo all’interno del parco di Villa Tittoni. L’arma usata per ferire la vittima è stata trovata ancora in possesso dell’aggressore. I carabinieri stanno comunque facendo le opportune indagini per capire cosa possa aver scatenato tanta violenza.

Commenti
Ritratto di bandog

bandog

Mar, 12/03/2019 - 10:43

chissà quante altre risse sanguinarie nei cessi sociali vengono occulate