Uomo travolto ed ucciso da un treno

Un 50enne è stato travolto ed ucciso da un treno in transito nei pressi della stazione ferroviaria di Fano

Un uomo è stato travolto ed ucciso da un treno in transito nei pressi della stazione ferroviaria di Fano, nella provincia di Pesaro Urbino.

La tragedia è avvenuta intorno alle ore 13.30 di mercoledì 26 settembre

La linea ferroviaria Adriatica è rimasta bloccata per diverse ore fino al tardo pomeriggio di ieri a causa dell'investimento avvenuto da parte di un Freccia Bianca diretto a Rimini.

La vittima, trovata senza documenti, è un uomo sui 50 anni, di corporatura robusta.

Una testimone racconta di aver visto la vittima correre di scatto lungo la pensilina della stazione Fanese e, all’arrivo del treno, gettarsi sotto i binari del mezzo.

Secondo dunque una prima ricostruzione da parte delle forze dell'ordine, l'uomo non ancora identificato si sarebbe suicidato.

Il corpo della vittima è rimasto incastrato per ore nella motrice del convoglio. La linea adriatica è stata paralizzata per l'intero pomeriggio per permettere all’Autorità Giudiziaria di effettuare i rilievi necessari.

Trenitalia, per garantire la continuità dei viaggi, aveva attivato servizi sostitutivi con autobus fra Pesaro e Falconara Marittima.

I passeggeri dei treni interessati dal blocco della circolazione ferroviaria sono stati inoltre assistiti dal personale di Trenitalia che ha poi distribuito generi di conforto, disponendo il rimborso integrale (100%) del biglietto per i passeggeri del treno Frecciabianca 8816 Lecce – Venezia.

La vittima, al momento, resta ancora da identificare.