Uomo trovato morto in una piazzetta di sosta dell’autostrada A1

L’ipotesi sarebbe quella dell’omicidio. Il cadavere mostra infatti una profonda ferita alla testa

Un uomo è stato rinvenuto cadavere questa notte, tra giovedì 9 e venerdì 11 maggio, in una area di sosta dell’autostrada A1, in direzione nord. Secondo un primo esame, l’uomo sarebbe morto dopo aver ricevuto un forte colpo in testa. Il cadavere presenta infatti una profonda lesione sulla nuca. E’ stato un camionista che, verso mezzanotte, si è accorto del corpo privo di vita di un uomo e ha avvertito immediatamente le Forze dell’ordine. Il cadavere apparterebbe a un italiano di mezza età residente a Bologna. Il ritrovamento è avvenuto all’altezza di Castelfranco Emilia.

Secondo le prime indiscrezioni l’ipotesi maggiormente accreditata sarebbe quella dell’omicidio, soprattutto per la ferita in testa. Solo una più accurata autopsia sul corpo potrà chiarire esattamente l'ora e il motivo esatto del decesso. Sul luogo indicato sono giunte sia la Polizia della Questura di Modena che la Scientifica. Inutile l'arrivo dei medici che hanno solo potuto constatare la morte dell'uomo.

Durante la notte gli agenti si sono occupati di svolgere i rilevamenti del caso e cercare l’arma, probabilmente un oggetto contundente con il quale è stato inferto il colpo mortale. Gli inquirenti hanno aperto un'indagine e hanno anche recuperato i filmati delle telecamere di sicurezza presenti sul tratto autostradale interessato. La zona dove è avvenuto il ritrovamento del cadavere è nota per essere un luogo frequentato da prostitute, clienti, e coppie notturne.