Uomo ubriaco aggredisce un'infermiera e i poliziotti dopo essere stato soccorso

Un romano di 43 anni prima minaccia il personale del 118 e poi prende a calci e pugni gli agenti

Era in uno stato euforico a causa dell'alcol. Prima è stato soccorso dai sanitari del 118, poi ha aggredito un’infermiera e gli agenti di polizia. Un romano di 43 anni è stato arrestato con l’accusa di resistenza e lesioni a pubblico ufficiale ma anche di interruzione di pubblico servizio.

Come riportato da Roma Today, l’uomo era sottoposto alla misura della sorveglianza speciale. Il fatto è accaduto ieri pomeriggio quando, in preda ai fumi dell’alcol, ha ricevuto prontamente l’assistenza del 118 a Casalotti, una zona ad ovest della Capitale. Una volta giunto sul posto, il personale medico ha dovuto subire le minacce e gli insulti dell’uomo e ha quindi fatto intervenire la Polizia. Sono arrivati gli agenti del commissariato Primavalle che sono riusciti a convincerlo ad entrare in ambulanza per essere trasportato in ospedale. Sembrava tutto tranquillo, ma lo stato di calma è durato pochi minuti.

Nel percorso verso l’ospedale, infatti, ha cominciato ad agitarsi fino ad aggredire l’infermiera presente in ambulanza. In un secondo momento, sono intervenuti i poliziotti che hanno aperto la porta posteriore del mezzo ma anche in questo caso sono stati assaliti dall’uomo, che ha tirato loro calci e pugni. Gli agenti non ci hanno messo molto a bloccarlo, arrestarlo e condurlo negli uffici di polizia. Come detto dovrà rispondere dei reati di resistenza e lesioni a pubblico ufficiale ma anche di interruzione di pubblico servizio.

Commenti

killkoms

Gio, 22/08/2019 - 20:16

colpa della ba sa glia!