Usa, decapita l'ex suocera mentre la nipotina chiama i soccorsi terrorizzata

Una donna di 35 anni ha ucciso l'ex suocera decapitandola davanti alla nipotina di 9 anni che è riuscita a chiamare i soccorsi scappando dall'appartamento

Una donna di 35 anni, Rachael Christina Hilyard, ha ucciso la sua ex suocera nel suo appartamento di Wichita, in Kansas.

L'anziana, Micki Davis, si era recata con la nipotina a casa della 35enne per recuperare alcuni effetti personali del figlio. Appena arrivate, però, le due sono state aggredite dalla killer con un coltello. La piccolina, di 9 anni, è riuscita a scappare e con il telefono della nonna ha chiamato i soccorsi.

Appena arrivati gli agenti della polizia hanno fatto irruzione nella casa della donna dove è stato ritrovato il corpo decapitato di Micki. Rachael, che nel frattempo si era data alla fuga, è stata rintracciata poco distante dall'appartamento. Adesso è in carcere con una cauzione fissata a 200mila dollari e l'accusa di omicidio di primo grado.

Secondo quanto riporta The Daily Haze, Rachael alcuni anni fa era stata vittima di un incidente stradale e aveva riportato delle lesioni cerebrali. Da allora mostrava segni di instabilità.
Nei giorni precedenti l'omicidio aveva scritto una serie di strani messaggi su Facebook in cui faceva accenno a uno corso per killer psicopatici e a decapitazioni. "Possono cercare di tagliarmi la testa - si legge in un post di mercoledì scorso - ma loro non sanno che ne so più di loro".