Usa, primo incidente mortale per auto a guida autonoma

Incidente in Florisa. La vettura si è schiantata contro un tir, a quanto pare ingannata dal colore del mezzo, molto simile a quello del cielo in quel momento

Un incidente mortale. Il primo provocato da un'auto a guida autonoma. È successo il 7 maggio in Florida. La vittima, il 40enne Joshua D. Brown, era su una Tesla S e aveva inserito il sistema di guida automatica su un'autostrada. A un certo punto però la vettura si è schiantata contro un tir, a quanto pare ingannata dal colore del mezzo, molto simile a quello del cielo in quel momento.

Il conducente del tir ha raccontato che il guidatore della testa "stava guardando Harry Potter sullo schermo della sua TV" e andava così veloce che "si è infilato sotto il mio rimorchio senza che riuscissi nemmeno a vederlo".

Tesla ha spiegato sul suo sito che né il conducente né il sistema di guida autonoma hanno visto il lato bianco del Tir (che in quel momento stava svoltando a sinistra, occupando quindi completamente la carreggiata), che si trovava perpendicolare all'auto, contro un cielo particolarmente luminoso. "La particolare altezza del rimorchio - ha scritto l'azienda - combinata con la sua posizione attraverso la strada e le circostanze estremamente rare dell'impatto, hanno fatto sì che il modello S passasse sotto il rimorchio".

La Nhtsa, l'autorità Usa per la sicurezza stradale, ha messo sotto inchiesta la compagnia automobilistica Tesla.

La vittima, Joshua Brown, era un sostenitore del sistema Autopilot: aveva postato su Youtube alcuni video in cui ne mostrava il funzionamento e la capacità di evitare gli incidenti. Tesla ha scritto che Brown “era un amico di Tesla e della comunità degli amanti delle auto elettriche, una persona che credeva fortemente nella missione di Tesla”.

Commenti

Libertà75

Ven, 01/07/2016 - 10:55

Beh diciamo che cmq il TIR era in mezzo alla strada e che tale tipo di incidente sarebbe potuto succedere anche a guida umana vista la particolare omogenità cromatica tra rimorchio e cielo.

blackbird

Ven, 01/07/2016 - 10:59

Se il collaudatore non si è accorto del rimorchio, evidentemente anche gli "occhi" della vettura non sono riusciti a vederlo, troppo "umani". Inserire un radar, sonar, occhi sensibili ad altre frequenze, un laser o altre diavolerie per integrare la vista elettronica? Forse, o forse i tempi e le tecnologie non sono ancora maturi.

accanove

Ven, 01/07/2016 - 11:21

..in ogni caso doveva esservi l'opzione FRENA ...... ed è particolarmente preoccupante leggere che a causa del colore il mezzo non è stato identificato dal robot come ostacolo

schiacciarayban

Ven, 01/07/2016 - 11:50

Mi dispiace per questo ragazzo, ma la guida automatica è un progetto totalmente demenziale e alienante. Cosa ce ne facciamo della guida automatica? Ormai tutto sta diventando virtuale o automatico, che razza di vita è? A quando il lavoro automatico, l'attività sportiva automatica o il sesso automatico?

peperonelibero

Ven, 01/07/2016 - 11:51

!? come è possibile che in autostrada si possa arrivare perpendicolarmente ad un rimorchio?

maxxx666

Ven, 01/07/2016 - 11:58

Sarebbe interessante stabilire a chi dare la responsabilità del sinistro visto che qui si sta incolpando una macchina a cui non si può imputare un reato.

Jimisong007

Ven, 01/07/2016 - 12:03

Comportamento umano dell'automatismo, forse guardavano Harry Potter entrambi

Ritratto di 98NARE

98NARE

Ven, 01/07/2016 - 12:07

se ci si affida sempre di piu' alla robotica, BISOGNA RICORDARE CHE E' STATO UN UMANO A COSTRUIRLO E PROGRAMMARLO, quindi l'errore e' ovvio che ci sara' sempre. poi errori cosi' come dice accanove sono incredibili e assurdi. mah vedremo .....

canaletto

Ven, 01/07/2016 - 12:11

NON SALIREI MAI SU UNA MACCHINA CHE SI GUIDA DASOLA. E' UNA GRANDE CRETINATA QUESTA INVENZIONE. QUANTI INCIDENTI SUCCEDERANNO. MA VOLETE TOGLIERE IL PIACERE DI GUIDARE????????

Ritratto di stock47

stock47

Ven, 01/07/2016 - 12:45

Una volta di più si dimostra veritiero il detto che "chi fa da sé fa per tre".

bruno.amoroso

Ven, 01/07/2016 - 13:02

schiacciarayban: me la vidi bruttissima una volta in autostrada per un colpo di sonno. Le autostrade sono ipnotiche e appiattiscono il cervello, spero che la guida automatica diventi una realtà prima possibile

linoalo1

Ven, 01/07/2016 - 13:47

Questo è i Progresso!!!Tra non molto,noi Umani,non guideremo più e spsriranno anche i Taxi!!!Saliremo sull'auto,diremo,a voce alta,la Destinazione e faremo solo i Passeggeri!!!A guidare l'auto,sarà un Computer,appositamente Cablato!!Solo in questo modo,caleranno sensibilmente sia gli Incidenti che i Morti e,finalmente,anche le Assicurazioni!!La Tecnologia,ormai c'è!!!Si tratta solo di affinarla allo scopo!!!

Ritratto di chris7

chris7

Ven, 01/07/2016 - 14:30

@canaletto mah il piacere di guidare è una cosa la guida atomatica di tutti i veicoli eliminerebbe qualunque incidente in quanto le auto a guida autonoma (per es quella di google) hanno si causato incidenti ma solo perchè si sono attenute al codice della strada (che molti guidatori non seguono alla lettera)

Ritratto di Giorgio_Pulici

Giorgio_Pulici

Ven, 01/07/2016 - 14:32

Se consideriamo l'esigua quantità di persone che guidano con un sistema automatico in rapporto a questo incidente mortale, le % di probabilità di incidente saranno altissime, ben superiori a quelle di una guida manuale.

mariolino50

Ven, 01/07/2016 - 17:09

Le auto non hanno ampi spazi intorno, come invece le navi e gli aerei, il minimo errore può essere mortale, chi è favorevole alla guida totalmente automatica non è molto pratico di computer, e non ha nemmeno lavorato in impianti industriali ad alta complessità, sempre e comunque sorvegliati da uomini addestrati h24 365 giorni anno. Affidarsi alla cieca alle macchine è molto pericoloso, non hanno la mente flessibile come noi, rispondono solo a impulsi semplici, non sono in grado di prevedere oltre il programmato, di fronte all'imprevisto fanno spesso casino. Ricordarsi anche la vecchia ma sempre valida legge di Murphy, se una cosa può succedere succederà, prima o poi, qui è stato pure prima.

Zizzigo

Ven, 01/07/2016 - 17:17

Un estremamente raro caso di cecità, al quale si è affidato un estremamente fiducioso fan delle gite: "spera in Dio". Finché tutti i veicoli non saranno dotati di tutti i sensori, in grado di dialogare con il mondo circostante... ma la pecca del sistema abita nell'incapacità di distinguere, a breve distanza (e doveva farlo!), un cielo d'aria da un muro di acciaio. Le giustificazioni stanno a zero. E di notte, come si sarebbe comportata?

Ritratto di sekhmet

sekhmet

Ven, 01/07/2016 - 17:27

Mi pare calzante l'osservazione di 98NARE-12:07. Le macchine seguono un programma scritto da un essere umano, fallibile come me. Allora, posso accettare un suggerimento da una macchina, ma preferisco decidere (ed eventualmente sbagliare) in proprio. In fin dei conti, il giornale posso anche leggerlo quando non sono impegnato a guidare, no? Sekhmet.

carpa1

Ven, 01/07/2016 - 18:01

D'ora in poi i Tir dovranno recare davanti, dietro e sui lati una scritta a caratteri cubitali "ATTENZIONE:SONO UN TIR", scritta che dovrà cambiare automaticamente verificando che si di un colore in contrasto col colore dello sfondo (cielo o non cielo).

frabelli1

Ven, 01/07/2016 - 18:36

@Libertà75. Assolutamente no, perché un guidatore avrebbe frenato immediatamente e preso iniziative, mentre così il veicolo ha proceduto senza variare minimamente il comportamento. @blackbird Dove sta scritto che era un collaudatore? Quello era un automobilista normale.

oldstyle

Ven, 01/07/2016 - 19:37

1) La guida autonoma avrà senso SOLO se un giorno TUTTE le auto avranno guida autonoma, interconnesse tra loro con un sistema centrale. 2) Trovo assurda la dinamica, una guida autonoma DEVE avvalersi di sensori ottici ma non solo, la mia audi del 2008 ha il cruise control adattivo con radar, anche se il sensore si è confuso con i colori un radar deve percepire un ostacolo e frenare l'auto. 3) Uno dei pochi piaceri della guida è rimasto il guidare la propria auto, stiamo uccidendo anche quello, che tristezza. 4) Ma come caxxo faceva l'autista a sapere quale fim guardava il pilota della tesla???

ecastellani

Ven, 01/07/2016 - 20:23

domanda "banale": ma in questa ultrasofisticata supercar non c'è un banalissimo radar? forse non ti permette di riconoscere l'oggetto ma per lo meno te ne segnala la presenza in barba al colore. Dovrebbe esserci almeno come sistema di sicurezza.

Ritratto di RindoGo

RindoGo

Ven, 01/07/2016 - 20:33

Selezione naturale di false intelligenze, come chi ha progettato l'auto e chi gli va dietro con entusiasmo. Speriamo sia la pietra tombale per questo azzardo tecnologico che solo uno come Marchionne può mettere in testa ai propri progetti, perché non è i grado di inventare nulla di nuovo riguardo a consumi e prestazioni.

emulmen

Ven, 01/07/2016 - 20:49

anche in F1 il livello di sofisticazione ormai è tale che presto anche il pilota sarà un optional..ci sono almeno 5 centraline che comandano ogni aspetto, ogni parametro del motore, delle gomme, del cambio, delle sospensioni...per far andare più veloce una F1 basta impostare una mappatura di centralina diversa da quella usata fino a quel momento o prima del via impostare via notebook quanta benzina inviare in ogni curva appena si preme il pedale dell'acceleratore fly-by-wire collegato all'apposita centralina...

gianrico45

Sab, 02/07/2016 - 00:09

Sarebbe bastato un sonar.