Vaccini, l'allerta rimane alta: per l'Istituto Superiore della Sanità manca la copertura totale

A lanciare l'allarme il presidente ISS, Walter Ricciardi, che parla di "seri rischi"

"Ci sono seri rischi che, se si abbassa la guardia, possano ritornare in Italia malattie ancora più gravi del morbillo come la poliomielite e la difterite". A lanciare l’allarme è il presidente dell’Istituto Superiore di Sanità Walter Ricciardi, che vuole ricordare come in molte regioni – per non dire tutte – le regini italiani la copertura vaccinale non arrivi al 100%. Il che significa che si rischia seriamente di far venire meno la cosiddetta immunità di gregge, ovvero la protezione dei soggetti più deboli che non riescono a fruire dei vaccini.

"Quando si allenta l’attenzione su alcune malattie infettive e si ravviva solo in casi di decesso, non è un buon segno. Abbiamo ribadito nell’audizione in Commissione sanità che in questa fase alleggerire l’obbligo vaccinale è un errore. Quindi meglio lasciarlo e poi, come prevede la legge, rivalutare alla luce dei risultati, ma solo quando saremo in sicurezza. E ora non lo siamo" aggiunge il numero uno dell’ISS.

E sulle stessa onda di Ricciardi, come riporta Il Messaggero, c’è anche l’immunologo Roberto Burioni, che spiega: "Dal 2006 in Italia la profilassi è in costante calo, la copertura non è da Paese sviluppato. Nel 2016 la percentuale di vaccinazioni contro il morbillo è stata inferiore al Ghana e della Sierra Leone".

Ecco perché, per esempio, ci sono stati ben otto casi di morbillo in un ospedale di Bari: l’infezione sarebbe partita dal figlio di genitori No-vax, oltre che dalla tardiva applicazione dei protocolli previsti dalla legge.

Secondo una stima della Società italiana di igiene, medicina preventiva e sanità pubblica "ogni anno nascono 500 mila bambini e da zero a 16 anni ci sono 8 milioni di minori. I genitori refrattari alle vaccinazioni sono circa l’1%, quindi saranno tra gli 80 mila e i 100 mila i bambini che non eseguiranno la profilassi per scelta".

Sotto questo aspetto, la città peggiore è Bolzano: 71,86% di copertura per il morbillo, 85,87% per poliomielite e difterite, l’antimeningococco C è solo al 67%.

Commenti
Ritratto di libertà o cara

libertà o cara

Mar, 13/11/2018 - 14:13

Gentile dottor Franco, come ha fatto l'umanità senza la copertura totale fino ad oggi! Come faranno quei popoli che non hanno gli ordini dell'ISS! Camperanno benissimo come son campati fino ad oggi!

Ritratto di libertà o cara

libertà o cara

Mar, 13/11/2018 - 14:41

Gentile signor Franco, come è mai stato possibile giungere ai giorni nostri privi della superba copertura totale! Come potranno i popoli privi del servizio ISS inoltrarsi nel domani che si prospetta critico assai per chi difetta della copertura medica totale? È gli altri, quelli che hanno lo stregone ma non il medico che di solito realizza una parziale copertura medica totale! Ma la copertura totale cui cenna l'ISS realizza la copertura medica totale attuando la copertura dell'intera popolazione? Le popolazioni ahiloro mancanti del servizio ISS come potranno mai inoltrarsi nel tempestoso domani privi della copertura medica totale che non giunge a coprire il totale della popolazione? Sereno anno ... Libertà o cara P. S. Genova, strage e disastro! Chi difende i giovani italiani dalla droga?