Vai in vacanza? Ecco il decalogo ​per l'esodo sicuro

Attenzione agli sbalzi termici dell'aria condizionata e a partire riposato. Tutte le regole da seguire

Italiani che andate in vacanza fate attenzione allo sbalzo termico da aria condizionata. In una delle estati più calde degli ultimi 30 anni il bisogno di refrigerio è tra i più desiderati ma, con il grande esodo, secondo gli esperti potrebbe fare lo sgambetto a 7 italiani su 10 (69%).

Temperature eccessivamente basse in auto possono infatti portare a disidratazione (53%), laringiti e faringiti (62%) e, unite all’escursione termica dell’esterno, alterare lo stato di salute delle vie respiratorie (44%) e far insorgere anche gli effetti del colpo di calore (36%). A questo si aggiungono anche altri errori, da un’alimentazione poco bilanciata (51%) a un’organizzazione poco ponderata (34%), che rischiano di impattare negativamente sul viaggio verso le meritate vacanze.

Ecco allora che il decalogo per l’esodo sicuro, che emerge da uno studio di In a Bottle (www.inabottle.it) condotto su circa 60 esperti tra medici e nutrizionisti per capire quali sono i rischi in vista del grande esodo e le regole per affrontarlo al meglio.

La prima regola: parti riposato. Riflessi pronti e mente lucida sono indispensabili per affrontare un viaggio lungo e condizioni atmosferiche intense.

Concediti una sosta in più. L’unico orologio di cui tener conto è quello biologico e, specie per le lunghe tratte, fermarsi spesso aiuta la circolazione e scaricare la tensione della guida.

Evita gli eccessi alimentari. Non va bene avere lo stomaco vuoto né stomaco pieno. Sono preferibili i pasti leggeri, frequenti e ricchi di frutta e verdura.

Anche il dress code è importante. Meglio optare per tessuti naturali e confortevoli che aiutano il corpo a respirare.

Fai attenzione agli sbalzi termici. La differenza tra temperatura interna ed esterna non deve mai essere superiore ai 10 gradi: un’aria eccessivamente fredda produce un ambiente secco e accelera la disidratazione.

Recupera i sali persi La sudorazione porta ad eliminare liquidi e Sali. Ricompensarli aiuta a evitare disturbi come i crampi muscolari dovuti a deficit di potassio.

Bevi acqua costantemente Il modo migliore per idratarsi è bere poco ma in maniera costante per l’intera durata del viaggio indipendentemente dallo stimolo della sete.

Evita di abusare di sostanze stimolanti, sono “falsi amici” e potrebbero avere l’effetto opposto a quello desiderato.

Attenzione all’alcol: oltre alle sanzioni previste dalla legge, può accelerare la disidratazione e annebbiare la soglia di attenzione.

Pondera l’orario ed evita di partire nelle ore più calde della giornata o a orari che scombussolano i normali ritmi del riposo.