In valigia cosmetici pericolosi, denunciato nigeriano

Operazione della Gdf all'aeroporto di Capodichino a Napoli. Il "corriere" tradito dal nervosismo ai controlli. Trasportava cosmetici prodotti con sostanze pericolose e illegali

Aveva la valigia piena di cosmetici pericolosi, finisce nei guai un nigeriano, tradito dal suo stesso nervosismo all’aeroporto di Capodichino a Napoli.

L’uomo è stato denunciato dagli uomini della Guardia di Finanza e dai doganieri dello scalo aeroportuale napoletano, dove era atterrato dopo essere partito da Istanbul. A insospettire le forze dell’ordine è stato il suo atteggiamento. Era diventato nervoso e agitato mentre, in fila con gli altri viaggiatori, attendeva che venissero compiuti i controlli di routine sui bagagli dei passeggeri. Un comportamento che non è passato inosservato e ha indotto i finanzieri a controllarlo con particolare attenzione.

I sospetti che lo stesso nigeriano aveva sollevato agitandosi sono stati confermati. In valigia, infatti, l’uomo trasportava quarantuno flaconi di cosmetici vietati. Balsami, maschere di bellezza e prodotti per i capelli tutti illegali perché contenevano una sostanza nociva alla salute, l’idrochinone. In più, i prodotti cosmetici non avevano alcuna documentazione sanitaria. Tutto il materiale – quasi venti chili di cosmetici – è stato posto sotto sequestro mentre per il viaggiatore è scattata la denuncia.

Non è la prima volta che la Guardia di Finanza rovina i piani dei "contrabbandieri" dei cosmetici contraffatti, fasulli o - come nel caso di Capodichino - pericolosi per la salute di chi li usa. A settembre dello scorso anno, in provincia di Gorizia, le fiamme gialle portarono a termine un'imponente operazione con il sequestro di oltre 180mila prodotti di bellezza (dai trucchi fino alle piastre per i capelli) scoperte in un tir proveniente dalla Slovenia. La merce, prodotta in Cina e "sdoganata" a Lubiana era diretta a un'azienda napoletana che, secondo gli inquirenti, avrebbe provveduto alla commercializzazione.