Varese, 15enne sfregiata in volto da sconosciuto: indagini in corso

La giovane vittima stava aspettando i genitori insieme ad un'amica, quando è scattata l'aggressione. Il soggetto, descritto come un 50enne italiano, ha minacciato le due adolescenti con un coltello, riuscendo a ferire la 15enne

Terribile episodio di aggressione ai danni di una minorenne a Varese. La ragazzina, che si trovava in compagnia di un'amica, è stata improvvisamente presa di mira da un uomo. Questi, senza alcuna spiegazione, si è infatti scagliato contro di lei armato di coltello, riuscendo a sfregiarla al volto.

La violenza si è verificata sabato scorso, poco dopo la mezzanotte. La vittima, una 15enne, stava aspettando i suoi genitori in via Del Cairo. Con lei l'amica di 14 anni.

Le due avevano trascorso la serata insieme ed attendevano di fare ritorno a casa, quando hanno visto avvicinarsi un uomo in sella ad una bicicletta. Dopo averle superate, quest'ultimo è tornato indietro per prendersela inspiegabilmente contro di loro. "Vi ammazzo, vi faccio fuori", le avrebbe minacciate dopo aver estratto un coltello, come riportato da "IlGiorno".

Terrorizzate, le adolescenti sono subito scappate, ma il pericoloso soggetto le ha inseguite, riuscendo ad afferrare la 15enne. Mentre l'amica riusciva a trovare scampo all'interno di un bar ed a chiedere aiuto, la ragazzina ha ricevuto un fendente al volto ed uno al braccio, riportando serie lesioni.

Subito dopo aver commesso l'aggressione, il facinoroso è fuggito, facendo perdere le proprie tracce. Sconvolta e sanguinante, la 15enne è stata immediatamente soccorsa dagli avventori del locale e dai sanitari del 118, accorsi sul posto.

Trasportata in ospedale, la giovane ha ricevuto le cure del caso. Per quanto riguarda la ferita riportata al volto, i medici stanno valutando l'idea di sottoporre o meno l'adolescente ad un intervento chirurgico per rimediare a quello che potrebbe essere uno sfregio permanente.

Sul caso stanno ora indagando gli agenti della questura di Varese. I poliziotti hanno già ascoltato il racconto delle due minorenni, che sono riuscite a fornire una precisa descrizione del loro aggressore. Un uomo sulla cinquantina, con capelli lunghi ed una cicatrice sul viso, probabilmente italiano. Si tratterebbe di un soggetto già noto agli inquirenti, che adesso stanno cercando di rintracciarlo.