Varese, maxi operazione contro lo spaccio di droga: 20 misure cautelari

11 persone finiranno in carcere, 4 agli arresti domiciliari e 5 dovranno presentarsi alla polizia giudiziaria tutti i giorni

È iniziata questa mattina, la maxi operazione dei carabinieri di Luino, in provincia di Varese, che stanno mettendo in esecuzione 20 misure cautelari, a carico di altrettante persone, ritenute respondabili a vario titolo di spaccio di sostante stupefacenti.

L'indagine, denominata "Maghreb", era iniziata nell'estate del 2017, quando i militari dell'Arma avevano iniziato ad indagare sullo spaccio di droga nel Varesotto. Gli accertamenti dei carabinieri hanno portato a individuare un gruppo criminale, composto in prevalenza da cittadini stranieri, di nazionalità marocchina, che abitavano nel nord milanese e gestivano, in modo organizzato e sistematico, la vendita di eroina, cocaina, hashis e marijuana. Lo spaccio di droga avveniva nei boschi della parte Nord del Varesotto.

Durante l'operazione sono già stati recuperati 7 chili delle varie sostanze stupefacenti, usate e vendute dall'organizzazione. Dei 20 indagati, 11 sono stati sottoposti a misura cautelare in carcere, 4 dovranno andare agli arresti domiciliari, mentre gli altri 5 saranno sottoposti all'obbligo di presentarsi ogni giorno alla polizia giudiziaria.