"Velo ok", quei rilevatori di velocità "irregolari"

Un nuovo "nemico" per gli automobilisti. Adesso sulle strade spuntano i "Velo Ok". Le nuove colonnine arancioni che spuntano sulle strade sono dei veri e propri rilevatori di velocità

Un nuovo "nemico" per gli automobilisti. Adesso sulle strade spuntano i "Velo Ok". Le nuove colonnine arancioni che spuntano sulle strade sono dei veri e propri rilevatori di velocità. Il nome esatto del sistema è "Speed Check". Questi autovelox di fatto rolevano la velocità sulle strade che conducono verso i le città o nei centri abitati. Vengono posizionati in serie per cercare di intimidire il conducente che dopo avre passato il primo ne trova un altro subito dopo. Un deterrente psicologico che però a volte si tramuta in multa. Dentro le colonnine infatti vengono montate videocamere che rilevano la velocità.

Non conoscendo quali sono gli Speed Check attivi, infatti, gli automobilisti sono in ogni caso portati a mantenere la velocità richiesta dal primo Velo Ok, per evitare una salata multa. Recentemente è stato chiarito che questi sistemi sono regolari se al loro interno hanno le videocamere e soprattutto rilevatori di velocità regolari. Da qui una valanga di multe risulterebbe invalida perché i rilevatori sarebbero irregolari. Le amministrazioni comunali hanno due strade da percorrere: la prima è quella che prevede la presenza di un vigile al fianco del "Velo ok", l'altra è quella di eliminare tutte le colonnine irregolari.