Venezia, spacciava droga in un b&b: in manette 20enne albanese

La Polizia Locale di Venezia ha arrestato un cittadino 20enne di origini albanesi: il giovane aveva stabilito una vera e propria base di spaccio in un b&b dove riceveva abitualmente i suoi clienti

La Polizia Locale di Venezia ha tratto in arresto un 20enne di origini albanesi per spaccio di sostanze stupefacenti. Il giovane straniero aveva stabilito una vera e propria base di spaccio di droga all'interno di un b&b di Favaro Veneto, nei pressi di Venezia. Lo spacciatore è stato tenuto sotto controllo dai poliziotti per diverso tempo prima di essere definitivamente catturato e arrestato.

Nel corso delle indagini gli agenti hanno appurato che il 20enne incontrava nei fine settimana diverse persone che si recavano presso un b&b della zona in auto o in moto. L'incontro durava solo pochi istanti, poi i clienti andavano via in fretta, mentre il pusher rientrava nella struttura. La medesima scena si è ripetuta successivamente durante un altro appostamento, in cui il 20enne ha incontrato un giovane e poi è salito sulla sua auto in direzione Mestre. Mentre era alla guida, però, è stato fermato per un controllo lungo la strada e, alla vista degli agenti, ha gettato fuori dal finestrino un involucro che è stato subito recuperato dalle forze dell'ordine. All'interno sono stati rinvenuti circa 11 grammi di eroina e un bilancino di precisione.

I poliziotti hanno poi proceduto ad una perquisizione all'interno del b&b in cui l'uomo era stato visto abitualmente spacciare. In un'abitacolo della struttura ricettiva sono state, infatti, trovate altre 23 dosi di cocaina già confezionate e 5600 euro in contanti, provento dell'attività illecita. Lo spacciatore albanese è stato quindi arrestato e portato in carcere: il giudice ha poi convalidato il suo arresto e ha disposto la custodia cautelare in carcere fino al giorno del processo.