Venezia, troppi furti e mette le telecamere: multato e denunciato dallo Stato

Troppi furti subiti e il titolare di un panificio a Venezia decide di montare le telecamere. Peccato che l'ispettorato del lavoro l'abbia prima multato e poi denunciato

"Assurdo". Non sbaglia il signor Antonio Barozzi, titolare del panificio Barozzi di Venezia, commentando la doppia beffa che subito dai ladri e poi dallo Stato.

Derubato, multato e denunciato

Il negozio di Barozzi si trova in campo in Santa Margherita a Venezia. I ladri hanno massacrato con i raid notturni il locale. Dopo l'ennesimo attacco, il titolare ha deciso che era il momento di trovare una soluzione. Telefono in mano ha contatto una ditta esperta e ha installato delle telecamere all’esterno del suo esercizio nella città lagunare.

Cercando di evitare ulteriori mazzate dai ladri, Barozzi viene colpito dal tiro mancino dell'ispettorato del lavoro, che multa il panificio con un sanzione da 500 euro. Barozzi sconsolato elimina le telecamere e paga la multa. Ma non finisce qui: "Un mese fa, poi, quelli dell’ispettorato sono tornati, contestandomi che erano rimasti dei cavi di cablaggio. E l’altro giorno, per questo, mi è arrivata la lettera di segnalazione all’autorità giudiziaria".

E no che non sbagliava il signor Barozzi: "Assurdo: denunciato per aver cercato di difendermi dai ladri", come si riporta Il Gazzettino.

Commenti
Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Ven, 11/05/2018 - 10:14

leggi fatte apposta per esasperare i lavoratori autonomi (equiparati a capitalisti) :-) ma ci state pure a credere al PD?

Rotohorsy

Ven, 11/05/2018 - 10:23

Fare impresa (specialmente piccola) in Italia è praticamente impossibile. Appena possibile meglio abbassare la saracinesca.

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Ven, 11/05/2018 - 10:40

Andrebbe fare ricorso, poi al tar che scagiona tutti.

fabrizio71

Ven, 11/05/2018 - 10:48

Ladri e stato derubano allo stesso modo. Meditate...

Ritratto di Svevus

Svevus

Ven, 11/05/2018 - 10:53

La buroKrazia dell' ex-stato italiano è nemica mortale dei cittadini italiani !

gneo58

Ven, 11/05/2018 - 11:01

Io qualche soluzione l'avrei, senza tante spese e tanta pubblicita'.

MOSTARDELLIS

Ven, 11/05/2018 - 11:06

Questa gente dell'ispettorato sono dei delinquenti. Non meritano nemmeno di essere chiamati italiani.

gc03

Ven, 11/05/2018 - 11:09

Ma certo, fa comodo fare cassa spremendo un negoziante italiano. Alle 9 di mattina e'al lavoro, e paga le multe che lo stato gli fa. Gentile ispettorato, cosa ne dice di mandare i vostri dipendenti in giro la notte a cercare i laboratori tessili clandestini? Quelli non fanno comodo. Al massimo trovereste 10 cinesi stipati in un metro quadrato, e dovreste inseguire il capo che fugge dalla finestra... Quello sotto casa mia e'aperto da 5 anni. Nessuno di voi e'mai venuto a trovarli nonostante le segnalazioni.

Ritratto di bingo bongo

bingo bongo

Ven, 11/05/2018 - 11:11

Siamo in Italia, popolo di pecoroni.nopecoroni

Ritratto di -Alsikar-

-Alsikar-

Ven, 11/05/2018 - 11:13

Poi ci sono quelli che, da buoni beoti, si chiedono le ragioni per le quali l'Italia è in declino e, per questo, destinata a scomparire. Se si applica alla realtà il diritto 'punto e virgola', questi sono gl'inevitabili risultati: ovvero quando con le astrattezze o utopie ci s'illude di governare o piegare la realtà. Anche se in tanti non afferreranno il nesso, da questa banale vicenda si evince l'ennesimo, chiaro segnale della giungla che avanza.

Ritratto di bettytudor

bettytudor

Ven, 11/05/2018 - 11:14

Lo Stato è dalla parte dei ladri evidentemente. Cane non mangia cane

routier

Ven, 11/05/2018 - 11:49

Se non vado errato "burocrazia" è una parola comunemente interpretata come: "eccessivo potere della pubblica amministrazione" pertanto una vera iattura!

Gianni11

Ven, 11/05/2018 - 11:52

Ecco un'altro esempio dell'assurdita' di uno Stato che non difende ne cittadini, ne proprieta', ne territorio ma agisce da tiranno contro le persone perbene. Uno schifo piu' un'offesa. Tale Stato e' illeggittimo per definizione.

timba

Ven, 11/05/2018 - 11:53

Gc03. Hai perfettamente ragione. Non è che in Italia non si possano risolvere i problemi. Non si vuole. Ed allora ci si rivolge dove i problemi non ci sono. E' più facile. Siamo pieni di liquame straniero che vende di tutto a tutte le ore del giorno impunemente per strada in nero e senza alcuna licenza. Siamo pieni di laboratori clandestini cinesi che tutti sanno dove sono ove non si rispetta alcuna norma. In un paese normale cosa si farebbe? Prima si smaltirebbe tutta questa immondizia in discarica e poi si andrebbe eventualmente a controllare il capello ai poveri cristi. In Italia no. Dal 68 in poi è in voga il "dagli all'imprenditore o all'onesto cittadino ma scordati di toccare qualsivoglia liquame delinquente, soprattutto se straniero e nero. Perchè sennò sei un fascista, razzista e per niente equo e solidale".

Ritratto di Flex

Flex

Ven, 11/05/2018 - 12:27

Lo Stato, quel che ne rimane, difende sempre gli stessi.....

Ritratto di Marcello.508

Marcello.508

Ven, 11/05/2018 - 12:35

Se le telecamere sono puntate su suolo pubblico è necessaria l'autorizzazione. Chi le ha installate dovrebbe conoscere queste elementari regole e avrebbe dovuto avvertire il proprietario del panificio. su suolo privato non è necessaria alcuna autorizzazione.

adal46

Ven, 11/05/2018 - 13:17

Le visite ricevute erano da parte di gente della stessa risma....

giosafat

Ven, 11/05/2018 - 13:59

Non bastava richiamare il panettiere, tartassato ed esasperato, al rispetto di eventuali regole? L'Ispettorato del lavoro meriterebbe un commento...da denuncia. Non lo scrivo...ma lo penso, intensamete pure.

Mechwarrior

Ven, 11/05/2018 - 14:09

Svegliatevi: lo stato non vuole che ci si difenda dai ladri altrimenti il primo a correre dei rischi sarebbe lui.

Ritratto di ottimoabbondante

ottimoabbondante

Ven, 11/05/2018 - 15:17

All'interno dello stabilimento é vietato da parte del titolare mettere telecamere. I sindacati (rovina d'Italia) hanno detto che non si puó controllare il dipendente. Fuori dallo stabilimento che Ç4770 centra l'ispettorato del lavoro. Probabilmente un dipendente sindacalista ha denunciato il fatto all'ispettorato che é intervenuto. Conoscendo i miei polli se allungava agli ispettori una busta tutto passava in sordina. Gli ispettori del lavoro, tutti provenienti dal profondo sud, si accaniscono a volte per delle sciocchezze girando lo sguardo invece su altre situazioni macroscopiche. Come la sciocchezza di denunciarlo per avere lasciato i cavi. Poareti.

Ritratto di Professor...Malafede

Professor...Malafede

Ven, 11/05/2018 - 15:58

In Italia le leggi servono a legare le mani ai cittadini onesti e basta. I delinquenti se ne fregano e fanno quello che vogliono. E' dal 1870, ossia dall'Italia unita che lo Stato, ex piemontese, sta vessando i cittadini e li sta derubando. Del resto l'Italia è nata da un gran ladrocinio ordito dai Savoia e dai massoni.

dedalokal

Ven, 11/05/2018 - 16:16

Tutto "normale" in questo Paese di emme....

jenab

Ven, 11/05/2018 - 16:22

mi sembra giusto, non vorai mica offendere i ladri, anche loro hanno una famiglia

beale

Ven, 11/05/2018 - 16:25

se fosse successo in Sicilia, in Puglia, in Calabria o in Campania, quelli dell'ispettorato del lavoro si sarebbero guardati bene dal tornare.

isolafelice

Ven, 11/05/2018 - 16:48

Se avesse contattato una vera ditta esperta questa l'avrebbe avvisato degli obblighi di legge e una volta consegnata adeguata istanza alla Direzione Territoriale del lavoro, e fatto firmare liberatoria ai dipendenti non avrebbe avuto problemi.(Gli è anche andata bene, di solito la prima sanzione è di 1500,00€)

kytra1936

Ven, 11/05/2018 - 17:02

Cosa c'è di strano ? Lo Stato è perfettamente organizzato e funziona alla perfezione per rompere le palle alle persone normali. In quel caso è di un'efficienza teutonica. Se invece sei arrivato su un barcone, ti fai mantenere, vivi scippando e cacando nei giardini pubblici, allora nessuno ti tocca. fai quel che ti pare e sei stracolmo di diritti. Dov'è il problema ?

Andrea Balzarotti

Ven, 11/05/2018 - 17:26

Il povero panettiere non sa muoversi e comunque il suo prodotto è a basso valore... ristoratori, macellai, salumai che conosco non hanno mai avuto problemi con i controllori... chi ha orecchie per intendere ha inteso,,,

Jon

Ven, 11/05/2018 - 17:44

I piccoli negozi, le piccole aziende DEVONO CHIUDERE..!! Amazon puo' mettere i braccialetti ai dipendenti, vietare il sindacato...altro che telecamere !! Alle multinazionali nulla si nega..hanno gli "agganci" giusti nella Commissione Europea..!!

Ritratto di bonoitalianoma

bonoitalianoma

Ven, 11/05/2018 - 18:28

Conviene all'ancora portatore sano di partita IVA, sig. Barozzi, chiudere l'attività lasciando a spasso i suoi dipendenti ... vedremo chi pagherà loro la pensione. Se poi il nuovo governo non troverà i fondi per pagare la "mancetta settimanale" ai derelitti nostrani, eredi degli Eroi del Risorgimento del Piave e della Resistenza, sarà opportuno che si rivolga a tutti quegli stranieri che bazzicano le strade vendendo ogni sorta di mercanzia e quelle botteghe di cui si ignora l'esistenza sul casellario fiscale.

Ritratto di NOMANI

NOMANI

Ven, 11/05/2018 - 18:31

Il montaggio e l'utilizzo della videosorveglianza è regolamentato da varie normative di legge. Bisogna rispettarle. Se passo col rosso prendo la multa. Che faccio chiamo delinquente il comune? Ma che discorsi sono? Se no metti il cartello di segnalazione della videosorveglianza o se le telecamere possono esercitare fattore di controllo su attività private sei fuori legge e devi pagare. Non c'è ancora l'anarchia.

sparviero51

Ven, 11/05/2018 - 18:37

L'UNICA COSA DA FARE È SCAPPARE AL PIÙ PRESTO DA QUESTO MERXAIO !!!

maricap

Ven, 11/05/2018 - 18:38

Nullafacenti, che devono giustificare il loro mercimonio, con uno stato di briganti.

Ritratto di pravda99

pravda99

Ven, 11/05/2018 - 19:30

Ovviamente il Giornale-Pravda non vi dice che esiste un regolamento che impone un'autorizzazione per installare telecamere, cosa che il reo non ha fatto. Capito come vi prendono per fessi e vi aizzano? E voi abboccate. Continuate cosi`, contenti voi...

Giorgio5819

Ven, 11/05/2018 - 20:04

Sempre siano stramaledetti nei secoli TUTTI i comunisti.

FIRMINO

Ven, 11/05/2018 - 20:26

Quando noi Italiani ci scanteremo sarà sempre troppo tardi,invece di paagre le tasse per mantenere questi farabutti STATALI, penso sia ora che cominciassimo a menare fendenti! Meditate gente, meditate fin che è presto!

Ritratto di pravda99

pravda99

Ven, 11/05/2018 - 20:33

E ovviamente il Giornale-Pravda non vi dice che esiste un regolamento che impone un'autorizzazione per installare telecamere, cosa che il reo non ha fatto. Capito come vi prendono per fessi e vi aizzano? E voi abboccate. Continuate cosi`, contenti voi...

mariod6

Ven, 11/05/2018 - 20:49

Gli ispettori del lavoro si accaniscono con i negozianti perché sanno che devono per forza pagare. Non fanno lo stesso però con gli extracomunitari parassiti ambulanti abusivi che lavorano sempre in gruppo o con i cinesi ed i magrebini, perché sanno bene che quelli menano. !!! Vero ???

Ritratto di Elvissso

Elvissso

Ven, 11/05/2018 - 21:20

X pravda99,questa norma della privacy esiste solo in italia,in russia puoi vedere il sangue negli occhi sulle webcam,ma non solo li''ma anche in spagna polonia,francia,brasile ,stati uniti etc..Qui tutelano i ladri non gli onesti.Al momento dellla denuncia del furto dovevano dare l'autorizzazione automaticamente,ma siamo in italia.

pilandi

Ven, 11/05/2018 - 21:31

allora questo qua pensa di mettere delle telecamere e di non informare che effettua registrazioni delle persone che passano??? Ma è scemo?

Ritratto di Menono Incariola

Menono Incariola

Ven, 11/05/2018 - 23:50

Un po' di "sistemi antiuomo" disseminati all'interno del locale durante le ore di chiusura... Dopo la prima "esperienza" non credo ci sara` piu` nessuno che provera` ad entrare non autorizzato. E se questo dovesse sfociare in una denuncia del titolare, aprire immediatamente una sottoscrizione pubblica che gli permetta di avere il miglior collegio di difesa al mondo. Dalle mie parti qualcuno si accorse che gli rubavano la legna. Senza far motto, preparo` un paio di ciocchi "particolari"... Da quando la stufa del suo vicino salto` in aria, nessuno provo` piu` a rubargli la legna...

philwoody52

Sab, 12/05/2018 - 01:31

gli ispettori del lavoro andassero a controllare nelle frutterie gestite dagli stranieri. ahivoglia a trovare cose da sanzionare. igene zero, scontrino pure, persone lavoro dentro e non sono ingaggiati e non pagano tasse. a questi, gli ispettori non vanno, perche sanno che non se li cagano proprio

curatola

Sab, 12/05/2018 - 05:07

meglio sensori di presenza e una guardia privata pagata dall associazione di categoria. difendersi coettivamente invece di piagnucolare o fare l eroe.

Ritratto di siredicorinto

siredicorinto

Sab, 12/05/2018 - 07:02

Abito ion un paesino della Provenza. Abbiamo di tanyo in tanto qualche problema con dei balordi. Ho una villetta con giardino ed ho installato una video sorveglianza. La ditta fornitrice mi ha ben spiegato che non si deve assolutamente riprendere sulla via pubblica, neanche dall'interno e, l'installazione l'hanno messa vrso l'interno. Quindi é la ditta che gli ha messo fuotilegge l'impianto di sorveglianza. L ditta fornitrice doveva avvertire il cliente dei limiti legali dell'installazione.I commenti tendenziosi tipo quelli di Pravda sono solo aria fritta.

federgian

Sab, 12/05/2018 - 07:44

Mi dispiace per "Il Giornale", ma l'articolo è un capolavoro di superficialità e dilettantismo scandalistico. Forse è vero che si tratta di una clamorosa ingiustizia, ma il sig. Bertocchi non ha detto nulla sui perché, sugli appigli giuridici: perché è proibito mettere una telecamera,mentre ce ne sono migliaia?

Cosean

Sab, 12/05/2018 - 08:38

In un Paese dove chi denuncia i delinquenti viene querelato e che privilegia la Privacy alla sicurezza, è un paese di malviventi. Quindi io non parteciperò alla campagna di questo quotidiano.

Ritratto di Andrea B.

Andrea B.

Sab, 12/05/2018 - 08:47

Quelli che mi fanno pena sono i commenti degli "schiavi felici" della burocrazia che giustificano tutto da parte dello stato perché "ci sono le regole". Bene, a parte che probabilmente più di uno di loro in altri casi già lo vedo pronto a giustificare insubordinazioni verso le autorità quando mettano in atto decisioni politiche contrarie, torniamo al caso in oggetto...la quantità spropositata di norme, oltre a far perdere inutilmente tempo e denaro, specialmente ai piccoli imprenditori, rende praticamente impossibile NON sbagliare per chi le volesse seguire, oltre che permettere "interpretazioni" assurde da parte dell'autorità, tese solo a cercare di multare. Un mio conoscente dopo alcuni furti in azienda aveva messo due telecamere all'interno, in area privata, ma che non riprendevano i dipendenti: multato!

Ritratto di anticalcio

anticalcio

Sab, 12/05/2018 - 08:59

bisogna risalire aglli autori della famigerata legge della privacy...voluta dall'0europa e sopratutto avvallata da esponenti si spicco della sinistra italiana.le telecamera,diceva con quella testa scampanata??? no puntate per la strada!! se esiste in italia una prova certa per condannare i delinquenti, è proprio quella.ma si sa come la pensano le sinistre....

RenatoBozzini

Sab, 12/05/2018 - 09:08

Ma quale Stato? di che stato stiamo parlando, dell'Italia? Ma fatemi un piacere. Va bene che siamo governati da una categoria antidiluviana o malata di falso perbeniwsmo scic ma definire l'Italia del 2018 uno Stato mi sembra eccessivo, fuori dalle righe come dicono i giornalisti.