Il vero fascismo

Che patologia più grave di un grave tumore aveva Sofri rispetto a Dell'Utri, da essere trattato in modo così diverso? La risposta è semplice: era di sinistra

Devo ricredermi, ha ragione La Repubblica a lanciare l'allarme su un pericoloso rigurgito di fascismo in Italia. Ma non perché - come enfatizza il quotidiano diretto da Mario Calabresi - cinque cretini di Forza Nuova leggono un volantino in un centro culturale pacifista e altrettanti agitano fumogeni sotto la sede del suo giornale mascherati manco fosse carnevale. Stiamo diventando un Paese fascista perché un anziano e malato detenuto viene tenuto in carcere nonostante i medici abbiano certificato che le sue condizioni di salute sono senza dubbio incompatibili con il regime di detenzione. Anzi, per la verità Mussolini gli oppositori politici li mandava al confino nella splendida isola di Ventotene o in esilio, come capitò anche a Indro Montanelli, futuro fondatore di questo Giornale.

La decisione di ieri del tribunale di sorveglianza di negare cure adeguate in luoghi adeguati a Marcello Dell'Utri, 76 anni, malato di tumore e ad alto rischio cardiopatico, suona come una condanna a morte di Stato. Condanna che l'imputato ha accettato annunciando di sospendere volontariamente e da subito anche le poche terapie che gli vengono somministrate in carcere. Noi quella condanna non la accettiamo e la cosa dovrebbe fare inorridire anche i sinceri democratici antifascisti che si agitano tanto per le pagliacciate di quattro ragazzotti in cerca di pubblicità (facendo così peraltro il loro gioco) ma che appaiono indifferenti alle violenze fasciste della giustizia.

Tanto accanimento, direi odio, nei confronti di Dell'Utri non può che avere radici politiche, perché il codice penale permetterebbe ben altre soluzioni. Tipo quelle trovate per Adriano Sofri, icona della sinistra salottiera e rivoluzionaria, che condannato per l'omicidio del commissario Calabresi (padre dell'attuale direttore della Repubblica) scontò metà di una misera pena (15 anni) nel comodo di casa sua per «motivi di salute». Chiedo ai signori giudici: che patologia più grave di un grave tumore aveva Sofri rispetto a Dell'Utri (che per di più non ha mai ucciso nessuno), da essere trattato in modo così diverso?

La risposta è semplice. Sofri era di sinistra (e che sinistra), Dell'Utri è stato a lungo il braccio destro di Berlusconi, e per questo può morire in cella come un cane. Se dovesse succedere, e mi auguro di no, chiunque può fare qualche cosa per fermare questo «fascismo» giudiziario - dal ministro della Giustizia al presidente della Repubblica - e se ne lava le mani dovrà risponderne. Agli uomini liberi da pregiudizi e alla propria coscienza, per tutta la vita.

Commenti

Tuthankamon

Ven, 08/12/2017 - 14:37

Qualsiasi cosa abbia fatto, Dell'Utri ha un solo neo agli occhi della magistratura. E' stato/Sta con Berlusconi!

manfredog

Ven, 08/12/2017 - 14:43

Il sedicente comunismo è stato, dal dopoguerra ad oggi (ma anche prima), il lasciapassare sociale per avere il diritto di comportarsi da delinquenti, rispetto a chi non era della stessa idea, senza sensi di colpa o possibilità di accettare di essere puniti per i crimini che si sono commessi; inoltre, tutto ciò, è anche servito per sentirsi a posto e superiori moralmente, in modo che tutte le malefatte, od i crimini, possano, in un modo o nell'altro, poter essere giustificati. mg.

Happy1937

Ven, 08/12/2017 - 14:46

La differenza? Dell’Utri non ha mai fattouccidere nessuno ed e’ condannato a soli 7 anni. Sofri ha armato la mano dei killer del commissario Calabresi e si e’ beccato una condanna a 24 anni, ma e’ comunista e quindi, con i magistrati politicizzati che ci ritroviamo fra i piedi, merita particolare benevolenza.

Ritratto di bingo bongo

bingo bongo

Ven, 08/12/2017 - 14:51

Ricordiamoci che Mussolini era deputato socialista quando era l'unico partito di sinistra. Ricordiamoci che il segretario aggiunto al PCUS sovietico si congratulò con Benito Mussolini per la presa del potere in Italia.Ricordiamoci che Stalin sterminava i'oppositori,soprattutto ebrei, con tante belle "passeggiate" anche e soprattutto notturne durante l'inverno siberiano. Ora vi domando: qual'è la differenza,semmai esista,tra fascismo e comunismo nel mondo. Nessuna. Ed allora perché dobbiamo sorbirci ogni volta una lezione di morale da chi è amorale? nopecoroni

gianrico45

Ven, 08/12/2017 - 14:51

Dell'Utri è stato condannato per concorso esterno in una associazione mafiosa a 7 anni ed è ancora in galera. Sofri invece per concorso interno nell'omicidio Calabresi a 22 ed è libero da tanti anni.E voi in questa Italia di ..... volete che si possa fare, a livello giudiziario, un paragone fra i due.

consiglio

Ven, 08/12/2017 - 14:51

Una volta credevo nella giustizia della Magistratura. Da un po' di tempo oltre a molti dubbi ho anche alcune certezze per non crederci. Come siamo ridotti male !

Ritratto di ottimoabbondante

ottimoabbondante

Ven, 08/12/2017 - 14:55

Che domande !! Il primo era un kompagno che sbagliava, anche se andava ad ammazzare innocenti in giro per la penisola. Il secondo ha l'unica colpa di essere amico del 'pericolo pubblico n.1', anche se non ha ammazzato nessuno.

wintek3

Ven, 08/12/2017 - 14:55

Ma come fanno i giudici a sostituirsi ai medici? Possono forse fare diagnosi? Come si può in un paese civile assistere a simili disparità di trattamento? C'è molto di cui vergognarsi in Italia

Cheyenne

Ven, 08/12/2017 - 14:55

Con l'aggiunta che sofri è un criminale e dell utri no

umbertoleoni

Ven, 08/12/2017 - 14:56

Ho il dubbio, condito con un po di scherzosa immodestia, che questo articolo abbia tratto spunto dal mio intervento di ieri relativamente allo sconcio generato da questa questione: soltanto in uno stato guidato da un bieco regime, si inventa un reato assurdo come il concorso esterno, per sbarazzarsi degli avversari politici pericolosi ! In questo regime, la scuola staliniana/togliattiana, ancora permane nelle sue istituzioni .... ed l caso Dell'Utri ne e'esempio ! Bisognerebbe chiedere alla buonanima di pertini al riguardo: lui da avversario politico, fu mandato a villeggiare a Ventotene dal "criminale regime fascista"; Dell'Utri, da questa fulgida democrazia, permane in galera anche con un cancro maligno ! Cosa devono pensare pensare le persone perbene ?

Accademico

Ven, 08/12/2017 - 14:56

..."un giorno verrà il Giudizio di Dio,convertiteli"! Chi non ricorda questo grido, urlato tempo fa come mai ci saremmo aspettati... da Qualcuno, a commento di uno scempio analogo?

ARGO92

Ven, 08/12/2017 - 14:56

IL VERO FASCISMO QUELLO CRUENTO CRIMINALE STA SOLO A SINISTRA E I FATTI OGNI GIORNO LO DIMOSTRANO CHE VOI SIATE MALEDETTI PER L ETERNITA KOMUNISTI INFAMI

Vostradamus

Ven, 08/12/2017 - 14:58

Mi si permetta di dissentire. Da sempre, chi legge volantini è uno che legge volantini, e non è, necessariamente, per questo, né un cxxxxxo, né un "fascista". Eccetera, per il resto.

diwa130

Ven, 08/12/2017 - 14:58

Sele condizioni di dell'Utri sono quelle dichiarate, e' naturale che abbia lo stesso trattamento di Sofri. Contesto che Mussolini mandaste in "gita" i detenuti politici nella magnifica isola di Ventotene, che era come Alcatraz un carcere tremendo in un posto bellissimo ma inaccessibile. Solo che ad Alcatraz ci andavano i delinquenti, a Ventotene il "buon" Mussolini ci mandava chi non la pensava come lui. Lei e' proprio sicuro che nel caso di dell'Utri sia proprio tutto chiaro? Si rilegga un attimo le motivazioni. Non c'e' persecuzione. Si verifichi se le condizioni di salute sono quelle dichiarate e si agisca di conseguenza.Sul tipo di condanna di dell'Utri e Sofri, Come lei dovrebbe sapere, Sofri e' stato condannato per essere il mandante "morale" dell'omicidio eseguito da altri. il codice penale e' stato massacrato per far passare un reato del genere. Sofri non ha mai chiesto nessuna grazia, perché' non ha mai riconosciuto questa sentenza politica basata su fatti inesistenti.

cristiani

Ven, 08/12/2017 - 15:00

decantano tanto l'antifascismo e sono piu' fascisti degli altri, fasciocomunisti.

Ritratto di gianniverde

gianniverde

Ven, 08/12/2017 - 15:00

Faccio una domanda:che magistratura abbiamo per avere dei trattamenti così diversi tra la destra e la sinistra?????

corivorivo

Ven, 08/12/2017 - 15:01

l'immonda giustizia sinistra fa vomitare. l'ignavia del popolino e i telegiornali edulcorati del Berlusca fanno il resto...

Ritratto di tex 103

tex 103

Ven, 08/12/2017 - 15:02

Magistratura sessantottina di Mxxxa.

Massimo25

Ven, 08/12/2017 - 15:03

Dr.Sallusti,oramai non voglio più pormi domani o cercare a dare risposte a delle situazioni assurde. Il popolo italiano sta diventando,già una buona parte lo era,rincoglionito cronico. Ormai si assuefatto alla dittatura politica e giudiziaria della sinistra. Se neanche essere fottuto ogni giorno e deriso da sentenze giudiziarie da fare rivoltare lo stomaco fà risvegliare gli animi, allora mi consenta,siamo un popolo di idioti totali. O si arriva veramente a una rivoluzione fisica contro questi dittatori della peggior specie o chi può lasci il paese.Nesuna differenza frà questi governanti e giudici e Pinochet O franco anzi forse erano il male minore.

pietro_da_biella

Ven, 08/12/2017 - 15:03

Quale migliore definizione! GRANDE DIRETTORE! Essere di sinistra=Grave patologia, male impossibile da curare, a differenza dei tumori che, si spera, possano essere prima o poi debellati.

Ritratto di ierofante

ierofante

Ven, 08/12/2017 - 15:03

Di seguito la patologia di Sofri. Venne colpito dalla sindrome di Boerhaave, una malattia piuttosto rara che gli comporta la rottura di cinque centimetri dell'esofago, con una grave emorragia interna. Sofri venne soccorso, tracheotomizzato e posto in coma farmacologico (per circa 1 mese), dopo una delicata operazione chirurgica. A causa delle gravi condizioni di salute (pneumotorace e pneumomediastino con comunicazione mediastino-pleurica e rischio di sepsi che gli hanno imposto un lungo ricovero all'ospedale "Santa Chiara" di Pisa, gli è stata concessa la sospensione della pena. Venne dichiarato fuori pericolo dopo più di sei mesi. Io non sono medico. Veda un po' Lei, Direttore.

Giorgio1952

Ven, 08/12/2017 - 15:06

Caro Sallusti vorrei ricordarle che l'affermazione della colpevolezza di Sofri, come mandante dell'omicidio, fu basata solo sulle parole di Marino, parole profuse dopo oltre tre lustri dall'omicidio, senza riscontri di fatto e con molte contraddizioni, Marino incappò anche n molte incoerenze su fatti di rilievo, a partire dagli spostamenti dopo il delitto. Il pentito descrisse, infatti, una via di fuga, esattamente opposta a quella accertata nel corso delle indagini. Infine le ricordo che Sofri è stato in carcere dal 1997 al 2006 ed è tornato un uomo libero nel gennaio 2016, lei afferma che Dell’Utri non ha mai ucciso nessuno come Sofri del res

pilandi

Ven, 08/12/2017 - 15:06

l'errore è stato mettere fuori sofri non tenere dentro questo

Ritratto di ierofante

ierofante

Ven, 08/12/2017 - 15:08

per la verità Mussolini gli oppositori politici li mandava al confino nella splendida isola di Ventotene o in esilio, come capitò anche a Indro Montanelli, futuro fondatore di questo Giornale. Non avevo letto questa perla di saggezza. Mi sembra comunque non sia farina del suo sacco. Un'affermazione così miserevole ebbe a farla il Cavaliere. Certamente il fondatore di questo giornale si rigirerà nella tomba.

cicciosenzaluce

Ven, 08/12/2017 - 15:09

Sallusti,tu hai così a cuore la vicenda,per un semplice motivo,il tuo padrone è talmente terrorizzato che Dell'Utri parli,che se gli metti un oliva nel cxxo,fa un litro d'olio !!!!

ArturoRollo

Ven, 08/12/2017 - 15:18

Direttore Sallusti….e Pinelli ed il suo volo ? Mi dispiace – veramente – per Dell’ Utri, ma il parallelo che lei traccia e’ incongruo e sospetto: Lei lavora per Silvio BERLUSCONI , come lavorava il poveraccio Dell’ Utri. All’ epoca votavo M.S.I. e leggevo “ Il Giornale” di Montanelli; quindi vi posso criticare , ne ho facolta’ !! Adesso trovo nessuna differenza ideologica tra Destra e Sinistra: andate tutti in Chiesa la Domenica !

Holmert

Ven, 08/12/2017 - 15:21

Dell'Utri ora sarebbe da tanto un libero cittadino se avesse coinvolto Berlusconi con la mafia.Siccome per onestà intellettuale e per dignità personale non l'ho ha fatto, eccolo qua, in galera. Mentre i veri mafiosi con decine di delitti sulla coscienza sono liberi,perché si sono "pentiti". Molti nelle condizioni di salute di dell'Utri starebbero a casa. Ricordate il ministro della sanità De Lorenzo? Denunciò un tumore,fece una sceneggiata in sede processuale e fu subito liberato. A distanza di tanti anni, non mi pare sia morto per tumore.

Ritratto di DARDEGGIO

DARDEGGIO

Ven, 08/12/2017 - 15:27

Questo orrendo fatto non mi stupisce e non mi squarcia alcun velo sui sinistri mali dell'essere di sinistra. L'orrenda mistura di crudeltà, cinismo ed ipocrisia di cui è impastato l'essere comunista e post comunista, ad oggi più o meno ben mascherato, è stata all'origine di aberranti mali storici e lo è tuttora per questa povera martoriata Italia che ne ha subito e ne subisce in cascata le invasive conseguenze. Fa male al cuore vedere questo signore, mite di natura, messi simbolicamente ai ferri.

Ritratto di direttoreemilio

direttoreemilio

Ven, 08/12/2017 - 15:32

Che patologia più grave di un grave tumore aveva Sofri rispetto a Dell'Utri? Sofri non era mafioso, e non aveva fatto rubare libri antichi da una libreria statale, e non era scappato!

giovanni PERINCIOLO

Ven, 08/12/2017 - 15:50

Giorgio1952. Io invece ricordo a te che Dell'Utri é stato condannato non solo senza prove ma pure per un delitto, "concorso esterno in associazione mafiosa", che non esisteva e (per quanto ne sappia) non esiste nel codice penale ma fu inventato ad uso e consumo per incastrare l'ideatore di Forza Italia!

Ritratto di Il corvo

Il corvo

Ven, 08/12/2017 - 15:55

Quanti detenuti meno famosi ci saranno nelle carceri italiane che per ignoranza, per miseria o semplicemente perché senza visibilità sui social,pur avendo gravi motivi per essere scarcerati non si sa nulla di loro? Un presidente della Repubblica non può dare la grazia a una persona ancorché segnalata e non a molte altre più sfortunate.

Ritratto di stenos

stenos

Ven, 08/12/2017 - 16:01

Io penso che l'incompatibilità' del carcere sia solo il solito trucchetto per far uscire il potente di turno dalla galera. Resta però il fatto che a Dellutri la stiano facendo pagare perché è compare di Silvio. Invece il postolere rosso, essendo appunto rosso, l'hanno parcheggiato a casina.

Ritratto di stenos

stenos

Ven, 08/12/2017 - 16:01

Io penso che l'incompatibilità' del carcere sia solo il solito trucchetto per far uscire il potente di turno dalla galera. Resta però il fatto che a Dellutri la stiano facendo pagare perché è compare di Silvio. Invece il pistolero rosso, essendo appunto rosso, l'hanno parcheggiato a casina.

INGVDI

Ven, 08/12/2017 - 16:03

Quando dicono il comunismo non c'è più, a me viene da ridere. Poveri babbei. L'Italia è intrisa di comunismo nel pensiero e nelle azioni. E' dal dopo guerra che i criminali rossi vengono fatti fuggire all'estero, vedi i partigiani, vedi i brigatisti e quelli di lotta continua, oppure condannati con pene minime e sconti come Sofri. Ma appena esprimi un pensiero contrario al regime o sei amico di Berlusconi ecco la galera assicurata, vedi il caso Guareschi (anche Sallusti ha rischiato) e Dell'Utri. La propaganda continua e sarà difficile liberarci dal pensiero unico di matrice comunista.

Ritratto di Il corvo

Il corvo

Ven, 08/12/2017 - 16:05

Signor HOLMERT, ricordo anch'io il caso di De Lorenzo, mi disgustò, e per questo non vorrei ripetere il disgusto con il caso Dell'Utri. Nessuno sta bene in carcere, ma bisogna avere cautela nelle scarcerazioni. Ci sono gli ospedali o centri analoghi per curare i detenuti che ne hanno il bisogno. se cosi non fosse ci sarebbero centinaia di scarcerazioni per motivi sanitari veri o presunti.

Ritratto di manasse

manasse

Ven, 08/12/2017 - 16:09

e la baraldini è stata miracolata o che altro che sia morta non si è sentito quindi deve essere guarita forse andando a Lourdes?

STREGHETTA

Ven, 08/12/2017 - 16:11

La cosa ancora più bella è che anche il figlio del commissario Calabresi è di sinistra anche lui e quindi, di default, è più nemico del povero Dell'Utri che non del compagno che gli ha ammazzato il padre. Poi resto sempre incredula e agghiacciante di come a sinistra, per l'ideologia, si sappia mettere da parte l'umanità, la decenza più elementare, per infierire, e con compiacimento intellettualoide, su chi è già a terra. Loro odiano, questo è il punto, c'è l'hanno nel DNA : non hanno avversari da combattere lealmente, ma nemici da eliminare. Anche fisicamente, che c'è ancora più gusto. Ecco perchè vi si può amare, compagni!

Ritratto di Zvallid

Zvallid

Ven, 08/12/2017 - 16:14

Dell'Utri è poco furbo. Se andasse da un magistrato e cominciasse ad accusare Berlusconi di aver ucciso Falcone Borsellino Kennedy e i dinosauri verrebbe scarcerato subito

apostata

Ven, 08/12/2017 - 16:14

E' una vicenda orribile, che fa disperare, tutti dobbiamo sentirci in colpa per la nostra impotenza. Soffro per Dell'Utri, gli esprimo stima e affetto.

Ritratto di Maximilien1791

Maximilien1791

Ven, 08/12/2017 - 16:16

Direttore ha ragione, gli ex di Lotta Continua e Potere Operaio sono andati all'epoca post riflusso nelle scuole, le università , nei giornali , nella magistratura, nessuno è andato a combattere a fianco dei Mujaheddin afgani a combattere contro i soldati dell'URSS. Peccato, ce ne sarebbero oggi un pò di meno ad ammorbare la vita del paese.

elpaso21

Ven, 08/12/2017 - 16:17

Dell'Utri non sembra essersi reso conto di aver appoggiato un leader di carta. Quando Berlusconi non fece la Riforma della Giustizia era in ferie?

claudioarmc

Ven, 08/12/2017 - 16:21

Oltre al pregiudicato Sofri anche l'altro condannato per l' omicidio Calabresi è fuori da un pezzo, graziato dal compagno Napolitano, era il 2006 e la motivazione fu per gravi motivi di salute come quella usata per Sofri, salute che direi Bompressi ha ritrovato tanto da malmenare un vicino di casa essere rinviato a giudizio e patteggiato una pena a tre mesi. Ma pur essendo assassini hanno un grosso vantaggio sono comunisti

mariod6

Ven, 08/12/2017 - 16:22

Sofri, Curcio e soci sono KOMUNISTI a tutte maiuscole e quindi il ministro della giustizia (4° abusivo imposto da un ex presidente della repubblica KOMUNISTA come lui) e l'attuale presidente della repubblica (anch'esso imposto dai KOMUNISTI del PD) giustificano il loro comportamento, a prescindere. Dell'Utri può anche crepare in galera, e per loro è un vero peccato che non siano riusciti a mettergli vicino anche Berlusconi. Lo schifo più atroce è che questi pagliacci siano difesi da uno a cui un KOMUNISTA ha ammazzato il padre. !!!!

apostata

Ven, 08/12/2017 - 16:23

L'errore è della politica che ha rinunciato alla rappresentanza del popolo sovrano, si è calata le brache, ha dato un potere illimitato, squilibrato alla magistratura. Nessuno può risanare questa condizione irreversibilmente compromessa.

ArturoRollo

Ven, 08/12/2017 - 16:33

“Il 12 dicembre 1969, nei locali della Banca Nazionale dell'Agricoltura di piazza Fontana a Milano, lo scoppio di una bomba uccise numerose persone. La sera stessa della strage la polizia fermò 84 sospetti, tra cui Pinelli, invitato dal commissario Calabresi a precedere la volante della polizia in questura con il suo motorino per accertamenti. Tre giorni dopo, il 15 dicembre, Pinelli si trovava ancora nel palazzo della questura. Erano abbondantemente scadute le 48 ore e il fermo era diventato illegale in quanto non convalidato dal magistrato. Sottoposto ad interrogatorio da parte di........... quando dalla finestra dell'ufficio dove stava avvenendo l'interrogatorio precipitò dal quarto piano in un'aiuola della questura. Fu portato all'ospedale Fatebenefratelli, ma ci arrivò già morto.” Adriano SOFRI ( e gli altri !) – a torto o ragione – credettero di vendicare tale “volo”.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Ven, 08/12/2017 - 16:34

@Pilandi - mi sembri onesto nella tua affermazione. Potrei sottoscrivere. Ma al contempo dovresti dire ome mai i sinisrti sono liberi e gli avversari sono sempre dentro? Te la sei mai fatta la domanda? Voi che urlate per l'uguaglianza nelle piazze e con i sotterfugi la calpestate nei palazzi? Un pò di vergogna?

Ritratto di r.peddis

r.peddis

Ven, 08/12/2017 - 16:35

non c'è più fascista di un fascista di un comunista che cede di non essere fascista

Mannik

Ven, 08/12/2017 - 16:42

A proposito, tengo sempre in frigo una bottiglia di spumante da stappare quando finalmente avranno radiato dall'ordine Sallusti.

Ritratto di elkid

elkid

Ven, 08/12/2017 - 16:59

---sofri ha ricevuto una condanna per concorso morale in omicidio---quali le prove? ---le parole di un pentito che ha parlato un secolo dopo i fatti e che aveva tutto l'interesse a ripetere a pappagallo le imbeccate dei pm per ottenere dei super sconti di pena come in effetti avvenne--riscontri sulle parole del pentito??--- nessuno----in un paese appena normale sofri non si sarebbe dovuto fare neppure un giorno di carcere--eppure fu condannato ad anni 22 -ridottisi poi a 16 con una legge di indulto---di questi 16 anni--il sofri ne ha trascorsi ben 9 al gabbio e 7 ai domiciliari--ripeto --in un paese normale --andrebbero fatte delle scuse a sofri e risarcirgli i 9 anni ingiustamente patiti--nel movimento degli innocentisti che col tempo si formò--anche persone al di sopra di ogni sospetto erano pro innocenza--vedi giuliano ferrara o vittorio feltri---caro sallusti mettere insieme il caso sofri con quello dell'utri è da idioti --me lo lasci dire e non mi censuri per favor

umbertoleoni

Ven, 08/12/2017 - 17:01

DIWA130, è naturale che un comunista dissenta sul trattamento che il fascismo riservava a chi violava la legge come pertini: ora si va in galera se si fa il saluto romano! È naturale che un comunista creda alle sentenze della magistratura di regime: ai tempi di stalin, tutti i russi credevano ai tribunali che mandavano a morte le "spie del capitalismo". Non mi stupisco mica, IO!!

giovanni951

Ven, 08/12/2017 - 17:02

perchè quelli di FN sarebbero dei cxxxxxi? in entrambi i casi hanno fatto la cosa giusta...gli unici che hanno avuto il coraggio di dissentire pubblicamente dal pensiero unico sinistroide.

ale76

Ven, 08/12/2017 - 17:05

Deve morire marcendo in carcere! Il prossimo è il vostro padrone!

mzee3

Ven, 08/12/2017 - 17:07

Solo un idiota ignorante, settario e mafioso può definire il confino degli oppositori al fascismo una vacanza...eppure abbiamo avuto la possibilità di sentire anche questo...Ma chi lo ha detto? ...Ve lo ricordo... BERLUSCONI...amico intimo di Dell'Utri condannato per mafia... Poteva Berlusconi dire diversamente? NOOO di certo...Mamma comanda e picciotto ubbidisce.! E adesso il "grande" giornalista Sallusti , detto nosferatus, ripete in chiave più blanda le tesse cose... pecunia non olet!

Giorgio Colomba

Ven, 08/12/2017 - 17:09

Se mai qualcuno nutrisse ancora dubbi sul fatto che il più urgente intervento per questo derelitto paese sia una riforma della giustizia che estirpi definitivamente le metastasi tardo-marxiste infiltranti ancora le toghe.

umbertoleoni

Ven, 08/12/2017 - 17:11

IL CORVO, ma ci fai o ci sei? Allora non hai ancora capito che per mandare in galera gli avversari politici come DELL'UTRI, i figli di stalin si sono inventati un reato comico come "il concorso esterno"? Non hai ancora capito che che la magistratura italiana è nelle mani di un manipolo di bolscevichi che ANCORA esercitano il potere reale sottraendolo ai governanti di turno? Quelli di sinistra però restano sempre assolutamente compiacenti: chissà perché?

Vigar

Ven, 08/12/2017 - 17:17

Come ormai purtroppo accade in tutte le cose, in questo paese perduto. Due pesi e due misure. Ricorderemo tutti i "compagni che sbagliano" e i fascisti carogne che "non è reato uccidere". Tutto parte da lì: dal maledetto 68! E la gente, o si allinea al "pensiero comune" perché farlo è moderno, è trendy, oppure se ne frega, talmente persa nella propria idiota indifferenza da non rendersi conto di quel che gli accade intorno e di quel che gli accadrà!

Ritratto di LANZI MAURIZIO BENITO

LANZI MAURIZIO ...

Ven, 08/12/2017 - 17:20

DIRETTORE HA RAGIONE, IL PROBLEMA E' CHE QUI IN QUESTA DITTATURA COMUNISTA COMANDANO LE TOGHE ROSSE.

VittorioMar

Ven, 08/12/2017 - 17:22

..NESSUN GIUDICE ITALIANO EMETTERA' UNA SENTENZA CORAGGIOSA CONTRO LA VULGATA DI UN PREGIUDIZIO !..AVERE CORAGGIO CIVILE NON E' DA TUTTI ...MA QUI' SIAMO DI FRONTE AD UNA "VIGLIACCATA GENERALE!!!!..QUANTI ALTRI ABITI DI SCENA SI SONO LACERATI PER "VIGLIACCHERIA"?? .LUI NON HA AMMAZZATO..LUI !! MA LO STATO ..??

Giorgio5819

Ven, 08/12/2017 - 17:22

cicciosenzaluce, vivi al buio, cavernicolo rosso, quando vedrai la spia rossa accendersi...sarà tardi !!!

Anonimo (non verificato)

cespugliando

Ven, 08/12/2017 - 17:29

La questione non è politica. Chi è condannato deve scontare la pena. Se ha problemi di salute si dovrà curare come una persona normale, in ospedale. Tanti carcerati vengono trasferiti negli ospedali, dove vengono sorvegliati. Non vedo motivi per cui Dell'Utri debba fare eccezione, sia perché porta un nome importante o appartenga ad un dato partito. La legge deve essere uguale per tutti, punto.

Ritratto di fabio pensa

fabio pensa

Ven, 08/12/2017 - 17:31

Con tutto il rispetto per Sallusti, mi sembra che abbia un concetto vago delle differenze fra fascismo e comunismo... Molto vago. E' una questione di tipo di cultura: c'è chi accetta la storia imposta dagli atlantisti e chi no.

Ritratto di bobirons

bobirons

Ven, 08/12/2017 - 17:45

12.08 – sallusti – 15.45 In una società volta alla ragione, il "tumore" di sofri sarebbe stato terminale.

giovanni235

Ven, 08/12/2017 - 18:03

La prova eclatante che peggio dei fascisti sono i komunisti e gli antifascisti riuniti -KAR- nuova sigla di delinquenti di stato.

Alessio2012

Sab, 09/12/2017 - 01:01

In realtà il fascismo nasce proprio dalla sinistra. Non sarebbe stato possibile creare il fascismo dalla destra, perché non lo avrebbero permesso. Come succede oggi, tutto questo è permesso proprio perché è di "sinistra", se l'avesse fatto la destra con un esponente di spicco del PD come D'Alema sarebbe già scoppiata una terza guerra mondiale.

Ritratto di italiain

italiain

Sab, 09/12/2017 - 05:32

Se abbiamo sbagliato con Sofri dobbiamo sbagliare anche con dell'Utri? Voglio dire: la mafia non merita perdono,pieta, non merita cure in carcere, il mafioso non deve poter vedere familiari e avvocati, carcere duro a vita.

lento

Sab, 09/12/2017 - 06:47

Perche' sofri e dell'utri si e per riina NO?

pisopepe

Sab, 09/12/2017 - 06:59

VI ACCORGETE SOLO ADESSO CHE 80 PC DEI MAGISTRATI ITALIANI NON SOLO SONO DI SINISTRA MA DEI PERFETTI IDIOTI 40 ANNI DI TRIBUNALE DI MILANO MIO PADRE LO DICEVA SPESSO

Morion

Sab, 09/12/2017 - 08:32

I delinquenti debbono stare in galera, punto. Non c'entra niente la politica, l'odio e le solite barzellette sulla magistratura politicizzata. Il sig. Dell'Utri rammenta molto quei politici che, una volta dietro le sbarre, soffrono di cacarella e mille altri problemi. Sei stato condannato in via definitiva, devi pagare sino all'ultimo spicciolo, che ti chiami Dell'Utri, Caio o Sempronio. Stai dentro, fine della storia!

Alex1970

Sab, 09/12/2017 - 09:17

@Mannik. La sua bottiglia diventerà aceto perché non si può radiare dall'ordine chi giornalista non è. O forse intendeva l'ordine dei leccaculo che fanno il copia e incolla delle veline pervenute dal boss ?

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Sab, 09/12/2017 - 10:51

@Mannik - pigliala bassa. Potrai festeggiare, forse, solo se il regime comunista diventasse completamente autoritario, cioè mai. Anche se tentate di farlo, vi scoppierà l'inferno addosso. Quindi prendila bassa, alla tuaaltezza. Attento a non essere radiato tu dal posto statale passivo e parassita.

rrobytopyy

Sab, 09/12/2017 - 11:07

-malato di tumore ad alto rischio cardiopatico- ovvia Sallusti ha letto la cartella clinica di Dell' Utri. Per poter giudicare i due casi senza faziosità bisognerebbe essere a conoscenza di quanto scritto nelle cartelle cliniche dei due.

Ritratto di Toscodiforavia

Toscodiforavia

Sab, 09/12/2017 - 14:36

Quando ero studente a Pisa all' ultimo anno di Ingegneria, venne Adriano Sofri e arringò gli allievi ingegneri che gremivano l' emiciclo. Sofri incitava all' occupazione della facoltà: lo ascoltammo in silenzio ma purtroppo per lui non ci fu nessuna reazione. Sdegnato Sofri abbandonò l' aula gridandoci "siete tutti fascisti!". Ho così imparato che per uno di sinistra (e che sinistra) "fascista" è qualcuno che non la pensa come me.

francoilfranco

Sab, 09/12/2017 - 17:18

Una vergogna. Fuori dalle balle i magistrati politicizzati sinistroidi. Spediamoli in corea del nord a respirare l'aria comunista. Ah se si potessero spedire tutti indietro ai tempi del regime di Lenin o anche di Mao, ora sicuramente voterebbero la destra. Una vergogna che possano fare il bello ed il cattivo tempo. Guarda Corona in carcere e guarda quanti delinquenti senza scrupoli ed assassini girano indisturbati. Vergogna, vergogna....tutti a zappare. "

Ritratto di elkid

elkid

Sab, 09/12/2017 - 18:01

---Toscodiforavia--solo chi non conosce sofri può credere alle tue idiozie-

Ritratto di elkid

elkid

Sab, 09/12/2017 - 18:03

--sallusti--ma perchè questa difesa d'ufficio non l'ha fatta con riina e provenzano ?--che dal punto di vista fisico stavano molto peggio del suo assistito?---ed in effetti i due --sono usciti dal gabbio orizzontali tra l'indifferenza generale

Ritratto di elkid

elkid

Sab, 09/12/2017 - 18:06

se volete fare i paragoni non dovete mischiare le pere con le mele--difficile da capire sto concetto per i destricoli--parliamo per esempio di terrorismo---sofri ha ricevuto una condanna per concorso morale in omicidio-è stato condannato a 22 anni di carcere-ne ha trascorsi ben 9 al gabbio e 7 ai domiciliari per il resto ha usufruito di un indulto--paragoniamolo ad un altro terrorista --giusva fioravanti--riconosciuto colpevole della morte di 93 persone--condannato ad 8 ergastoli, 134 anni e 8 mesi di reclusione- Dopo 26 anni scontati dietro le sbarre-per la verità di questi 26 -gli ultimi 5 già in libertà vigilata--ora è libero come l'aria--fioravanti ha scontato 3 mesi per ogni morto--chi è stato trattato meglio? il rosso o il nero?--dell'utri da mafioso deve essere paragonato a riina e provenzano anche loro malati e morti in carcere--aughhhhhh

billyserrano

Sab, 09/12/2017 - 18:18

Bingo Bongo: chiedi quale differenza ci sia tra comunismo e fascismo? Nessuna! Come ho detto altre volte, fascismo, nazismo, comunismo, sono tutte facce della stessa medaglia, sono ideologie che si impongono con la violenza e con la violenza e la sopraffazione mantengono il potere. Con una piccola differenza, che fascismo e nazismo oramai sono morti e sepolti (tranne qualche nostalgia di qualche pxxxa), mentre il comunismo (che anche lui ha fatto milioni di morti), in Italia c'è ancora e continua a fare danni. Ovvio con altri nomi, che ben conosciamo tutti.

Ritratto di nestore55

Anonimo (non verificato)

Anonimo (non verificato)

kinoman

Sab, 09/12/2017 - 19:37

Dell'Utri il co-fondatore di Forza Italia vuole uscire dal carcere? Racconti tutti i suoi rapporti con la mafia, racconti sul presunto coinvolgimento di Berlusconi con la mafia.

Anonimo (non verificato)

cicerino

Sab, 09/12/2017 - 20:05

@ eklid. Sofri ha ricevuto una condanna per concorso morale in omicidio-è stato condannato a 22 anni di carcere. Per Berlusconi invece c’é stato il teorema inventato dai tuoi amici “sinistroidi“ il: non poteva non sapere. Ed é condannato per tutta la vita.

Marco_Cavedon

Sab, 09/12/2017 - 20:07

@Elkid. Eh già, quando le sentenze dei magistrati sono contro la destra allora sono dogmi indiscutibili, quelle rare volte che colpiscono gli invasati comunisti assetati di odio contro l'occidente e la propria gente come te allora sono controverse e vanno discusse. Sofri non è stato condannato semplicemente per essere il mandante morale dell'omicidio, quella è stata solo la sua ammissione e in qualsiasi caso strano che siate proprio voi a sminuire la gravità del mandato morale, quando vi basta sentire una minima critica contro l'immigrazione incontrollata per starnazzare contro fascismo, nazismo, ecc. Comunque anche dell'Utri direttamente non ha ucciso nessuno, quindi le vostre farneticazioni sono completamente fuori luogo.

Ritratto di etaducsum

etaducsum

Sab, 09/12/2017 - 20:30

il marcio sta nell’uso del termine «fascista». «Fascismo» è il nome del partito di Mussolini, come «nazional socialismo» è quello del partito di Hitler e comunismo è il nome di una serie di partiti. Dal partito comunista sovietico (PCS), a quello italiano (PCI), a quello di Mao (PCC) e tanti altri. Ciò che li rende tutti vomitevoli è l’ideologia totalitaria e assolutista, che non sopporta opposizioni, su cui essi si basano. Essa ha un nome: MARXISMO-LENINISMO. Chi è «anti” solo ad uno di questi nomi, quello del partito di Mussolini, bara al gioco, come hanno baratto perfino al tempo dei partigiani. Se si è affezionati al termine «fascismo», allora i fascismi sono tre: fascismo nero e fascismo teutonico, morti e sepolti, e FASCISMO ROSSO, vivo e vegeto, che riserva a Dell’Utri quel trattamento inumano. Se non si è «anti» anche a questo fascismo, l’«antifascismo» è una presa per i fondelli, sia pur rossa, ma FASCISTA.

Ritratto di elkid

elkid

Sab, 09/12/2017 - 20:37

Marco_Cavedon---le chiacchiere stanno a zero---voglio un confronto obiettivo tra il trattamento del nero giusva e del rosso sofri --rispetto a quello per cui sono stati condannati---chi ha avuto il trattamento di favore? com on boys

Anonimo (non verificato)

stefano.colussi

Dom, 10/12/2017 - 00:50

.. il Vero Fascismo è il Conformismo & la Stupidità ad esso strettamente collegata. Facciamo un po' di esempi, caro Sallusti? No, anche perchè Lei lo sa meglio di me. E poi basta guardare il PD, che da Partito Demente, è divenuto Partito Disperato .. W l'Italia .. wxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxm

Ritratto di RobertoBello

RobertoBello

Dom, 10/12/2017 - 04:02

premesso che un malato di tumore che, condivido, non ha ammazzato nessuno, vorrei fosse lasciato curarsi a casa... mi risulta che gramsci sia stato ammazzato di botte in carcere e lasciato libero ormai morente per non prendersi nemmeno la responsabilità di esser morto in un carcere fascista. altro che confino in vacanza. poi, alla fine i "ragazzotti" non sono nemmeno stupidi e le cose che hanno letto sono più che condivisibili. poi 5 o 12 che manifestano sotto un giornale (servo) di coloro che schiacciao i popoli non mi sembrano così pericolosi (purtroppo??)

Ritratto di Nubaoro

Nubaoro

Dom, 10/12/2017 - 07:25

Errore è COMUNISMO non fascismo, il vero fascismo (non quello degli imbecilli razzisti o prepotenti) poteva al limite discriminare tra italiani e non. Mussolini fece di tutto per salvare Sacco e Vanzetti, anarchici suoi grandi oppositori, dalla condanna a morte; i COMUNISTI hanno invece dimenticato, Quattrocchi, Nassiria, Foibe, Morti del Cermis (per lurido supporto ad una terrorista rossa), Paglia, ecc.

marenocorti

Dom, 10/12/2017 - 08:31

in che Italia siamo costretti a vivere,magistratura da urlo che applica solo ingiustizia,politici corrotti,non ce'una gara di appalto senza ruberie scuolaal massacro,i giovani italiani studiano per prendere la laurea di disoccupato,burocrazia borbonica ecc,ecc,ci salveremo?

ambrogiomau

Dom, 10/12/2017 - 10:54

Perchè si vuole vedere il Fascismo solo come persecutore di ebrei e alleato di Hitler?

Ritratto di etaducsum

etaducsum

Dom, 10/12/2017 - 10:57

@RobertoBello – Gramsci (con la maiuscola, a meno che tu non lo disprezzi quanto lo disprezzava Togliatti, ossequiente ai desiderta di Stalin). Molti si interessarono per la liberazione di Gramsci .Di fatto ci fu la possibilità di liberarlo a certe condizioni. Non avenne perché il PCI di Palmiro Michele Nicola Togliatti trovò il modo di impedirlo, in quanto la cosa era sgradita a Stalin.

Marco_Cavedon

Dom, 10/12/2017 - 11:32

@elkid Fioravanti è tornato libero in base alle semplici norme di legge, che prevedono che si possa tornare liberi anche quando si è condannati all'ergastolo e siano trascorsi 5 anni di libertà vigilata. Poi si può obiettare che le leggi siano troppo lascive e io sono il primo a dire che lo sono, voi meno in quanto tra indulti e sconti di pena i vostri governi ne hanno combinate di tutti i colori. Comunque sì, sì, parliamo di Fioravanti, condannato per una strage su cui i sigilli del segreto di stato non sono ancora stati dischiusi, al fine di nasconderne le vere cause e difendere l'onore mai esistito della causa palestinese. Parliamo dei telex dei nostri 007 a Beirut rimasti nascosti per quasi 30 anni e che parlavano di ritorsione palestinese per la rottura del "Lodo Moro", quel bel provvedimento tanto caro a voi kompagni che permetteva ai terroristi di scorrazzare e far transitare tranquillamente armi nel nostro paese.

apostata

Dom, 10/12/2017 - 11:47

Vedo che molti commentatori prendono per giusta e buona la condanna come se non vi fossero strumentalizzazioni e mi sorprende!