Vicenza, aggredita con acido da due uomini incappucciati

La 31enne è stata ricoverata per bruciature a un braccio e a un gluteo: gli aggressori avevano suonato alla sua porta di casa. Nel 2002 la donna fu violentata

Ancora un brutale episodio di violenza getta il panico nel Belpaese. A Vicenza una donna è stata aggredita da due uomini che, dopo essere entrati a casa sua, l'hanno costretta versarsi addosso una sostanza urticante. La 31enne, che è stata subito portata in ospedale, non è grave essendosi ferita all’avanbraccio e al gluteo.

La donna, sposata, abita in una villetta alla periferia di Vicenza. Secondo il racconto che lei stessa ha fatto agli investigatori, verso le 14.30 ha sentito suonare alla porta e convinta che fossero alcuni parenti, che abitano a fianco, ha aperto senza timore. Due persone incappucciate l’avrebbero bloccata, fatta stendere a terra e, mentre uno la teneva ferma, l’altro l'avrebbe costretta a gettarsi sul braccio una sostanza caustica contenuta in una bottiglia che è stata, poi, recuperata sul posto dagli investigatori. Divincolandosi, la donna si sarebbe ustionata anche a un gluteo. "Ho sentito Vania urlare, diceva di stare male, male - ha raccontato il suocero - sulle prime non avevo nemmeno capito che fosse stata colpita con l’acido, l’ho vista stesa a terra e ho cercato di aiutarla".

Proprio ieri sera si era presentata alla polizia per segnalare di aver trovato nella propria cassetta della posta alcuni foglietti di minacce: "Stai attenta, sappiamo quello che fai". Aveva così deciso di sporgere denuncia contro ignoti per minacce. Non solo. Il questore di Vicenza Angelo Sanna ha fatto sapere che nel 2002 subì una violenza sessuale per la quale è stato condannato nel 2009 in primo grado un cittadino serbo, mentre si è ancora in attesa che venga definita la data dell’appello. "Per il momento - ha riferito il questore - stiamo lavorando sul racconto della donna, visto che non vi sono immagini o testimoni dell’accaduto".

Commenti

gianfran41

Ven, 10/05/2013 - 18:18

Sarei curioso di capire perchè vengono resi pubblici fatti di questo genere. Tutti i mezzi di comunicazione insistono nel fornire notizie di questo tipo. Poi non lamentiamoci se, per emulazione, simili episodi criminali crescono in maniera esponenziale.

Ritratto di filospinato

filospinato

Ven, 10/05/2013 - 18:18

un'altra!

chiara 2

Ven, 10/05/2013 - 18:27

Attendo i commenti dei soliti cretini maschilisti a cui auguro la stessa sorte

Settimio.De.Lillo

Ven, 10/05/2013 - 18:28

Questi mascalzoni dovrebbero essere arrestati e giudicati per direttissima, ammesso che ci sia qualche magistrato disponibile, visto che sono tutti indaffarati a giudicare Berlusconi. La vergogna tutta italiana. Meditate ...gente

vabbeh

Ven, 10/05/2013 - 18:31

che carogne! sai dove glielo verserei l'acido?! magari l'hanno fatto per quattro soldi.

giuliana

Ven, 10/05/2013 - 18:40

L'arricchimento culturale viaggia in modo spedito. L'uso dell'acido si sta aggiungendo a quello delle bottiglie rotte. Rivoglio l'Italia con i suoi confini, il servizio militare obbligatorio, il controllo del territorio e soprattutto l'educazione verso il prossimo che ci è stata insegnata quando eravamo piccoli. Questa Italia, opera di questa europa, fa veramente SCHIFO.

Ritratto di rapax

rapax

Ven, 10/05/2013 - 18:42

purtroppo i media autoalimentano queste "mode" è un dato di fatto..

linoalo1

Ven, 10/05/2013 - 18:45

Visto a cosa porta lo spirito di emulazione?Pensate ai sassi dal cavalcavia!Lino.

Beauti

Ven, 10/05/2013 - 18:59

Già alcuni giorni orsono, l'1 maggio scorso, ebbi occasione di scrivere un commento a un articolo simile a questo del giornale Libero. Lo riporto integralmente. "Leggo e mi viene in mente che ho condannato più volte su queste pagine l'istigazione alla violenza e condanno, per mia personale opinione, anche la facile divulgazione di queste notizie. La libertà di stampa e il diritto all'informazione devono fare i conti con lo spirito di emulazione, che nel male, purtroppo, è molto sviluppato. E quando l'arma (sassi, acido, coltello, siringa...) si può procurare facilmente altrettanto facilmente si può dar sfogo alla propria rabbia danneggiando, talvolta irrimediabilmente, esseri umani.

handy13

Ven, 10/05/2013 - 20:24

...la polizia "ADESSO" indagherà,...ma è tardi...ci vuole prevenzione, magari un avvertimento contro i denunciati può servire a dissuadere contro questi fatti...

Ritratto di rapax

rapax

Ven, 10/05/2013 - 20:50

non posso fare che un'appello a PARLARE PIU' SPESSO DEI NOSTRI MARO' NON ESISTONO PIU'??? IL GOVERNO CHE FA??? evitiamo invece di parlare di questi imbecilli criminali emulatori mediatici..

carlenrico

Ven, 10/05/2013 - 21:13

Certo che,senza arrivare alle censure di mussoliniana memoria, se simili fatti venissero un pò meno" pubblicizzati"sarebbe meglio.... Mi sembra vi sia in atto un terribile processo di emulazione. Tra l'altro acquistare una bottiglia di acido muriatico è la cosa più semplice, basta entrare in qualsiasi drogheria o supermercato. Se poi aggiungiamo che qualche disgraziato di delinquente, per quattro soldi, diposto a farlo lo trovi..... Vietiamo la vendita dell'acido muriatico, si usava per le pulizie molti anni fa, ora vi sono prodotti forse un pò meno pericolosi, che per l'uso "ufficiale" a cui sono destinati vanno bene lo stesso.

cgf

Ven, 10/05/2013 - 21:29

@gianfran41 l'usanza di sfregiare con l'acido è una di quelle cose che attechiscono? mi faccia il piacere! fanno invece benissimo a parlarne ed a mostrare l'indignazione per simili gesti affinché non si ripetano più per qui... in Italia, non si sfregia con l'acido per essere stati respinti, indovini invece dove.

mar75

Ven, 10/05/2013 - 22:18

@carlenrico: non è giusto vietare un prodotto utile solo perché viene usato nel modo sbagliato da alcuni, pensi se vietassero i coltelli.... Secondo quanto riportato dagli altri giornali, e in parte da questo, la sostanza utilizzata in questo caso non è acido ma soda caustica, idrossido di sodio NaOH. La soda caustica è acquistabile in qualsiasi supermercato sia espressamente venduta come soda caustica sia sotto altri nomi. I prodotti che vengono usati per sturare gli scarichi sono a base di soda caustica. Vietiamo anche quelli????

mar75

Ven, 10/05/2013 - 22:20

In questo caso ci sono ancora punti oscuri quindi è meglio non trarre conseguenze affrettate. Per esempio perché l'hanno costretta a versarselo da se?

External

Sab, 11/05/2013 - 00:17

Bravi, mettete la testa sotto la sabbia. Non parliamo di due stronzi che hanno sfregiato una donna, preferite parlare di Berlusconi? La vostra ossessione è pari alla vostra ignoranza.

Ritratto di PAYBACK59

PAYBACK59

Sab, 11/05/2013 - 07:57

NOTARE COSA SCRIVE IL GIORNALISTA SULLA CONDANNA DEL SERBO ...DOPO 4 ANNI NON SA' ANCORA QUANDO CI SARA' IL PROCESSO D'APPELLO.....QUANTO TEMPO E' TRASCORSO TRA IL PRIMO GRADO E L'APPELLO NEL PROCESSO CONTRO IL CAV. SULLA PRESUNTA EVASIONE FISCALE PER CUI E' STATO CONDANNATO A 4 ANNI.....NON MI SEMBRA CHE SIANO PASSATI PIU DI 4 ANNI DAL PRIMO GRADO ????

venessia

Sab, 11/05/2013 - 08:14

faccio mio il commento di Giuliana, anzi a dir la verità ho voglia di prima repubblica

gpl_srl@yahoo.it

Dom, 12/05/2013 - 15:15

credo che qualche dubbio rimanga più che mai lecito