Vicenza, profugo molesta una 14enne. Arrestato, ma ora è già libero

A Vicenza un pachistano tocca il seno e prova a baciare una ragazzina. Il gip dispone solo l'obbligo di firma e lo rimette in libertà

Se l'è cavata con un semplice obbligo di firma giornaliero. È questo il "prezzo" da pagare per aver tentato di molestare sessualmente una ragazzina di 14 anni. E così, un profugo pachistano di 30 anni, dopo essere stato arrestato per violenza sessuale, è stato rimesso in libertà. Il fatto è accaduto qualche giorno fa ed è stato raccontato dal Giornale di Vicenza.

La vittima, figlia di un soldato americano, stava portando il cagnolino a giocare in un campo quando è stata fermata dal pachistano che le ha toccato il seno e ha provato a baciarla. Per fortuna, la 14enne è riuscita a fuggire e ha dato l'allarme. Quando i carabinieri la stavano accompagnando in caserma per sporgere denuncia, la giovane ha riconosciuto per strada il proprio aggressore che è stato bloccato e arrestato.

Da quanto è emerso, il pachistano si chiama Sarfraz e dal suo arrivo in Italia nel 2015 non ha mai dichiarato il cognome. Inoltre, dalle prime indagini, sembra che già qualche giorno primo il pachistano avesse fatto delle avances alla vittima. E ora, visto che è in libertà, potrebbe farlo ancora.

Commenti
Ritratto di -Alsikar-

-Alsikar-

Gio, 05/10/2017 - 16:29

Avanti uomini!

Una-mattina-mi-...

Gio, 05/10/2017 - 16:43

ORMAI LA GIUSTIZIA E' UNA BARZELLETTA

Reip

Gio, 05/10/2017 - 17:05

Ringraziamo la magistratura... L'orrore è che giudici e magistrati li paghiamo noi!

fedeverità

Gio, 05/10/2017 - 17:07

Giustizia se la volete,fatevela da soli...non esiste uno Stato!

Antenna54

Gio, 05/10/2017 - 17:16

Come dice "fedeverità" tra poco si arriverà al fai da te per la giustizia.

27Adriano

Gio, 05/10/2017 - 17:20

..ci sarebbe più giustizia togliendo i parrucconi dai tribunali e sostituendoli con gli stregoni delle tribù dei selvaggi!

FabioMilano

Gio, 05/10/2017 - 17:22

Un tempo era in vigore la legge del taglione ...

giginonapoli

Gio, 05/10/2017 - 17:24

il GIP deve essere subito rottamato.

Fjr

Gio, 05/10/2017 - 17:40

fategli trovare un plotone di marines,immagino che il padre stazioni alla Ederle,fossi il pakistano leverei le tende

Celcap

Gio, 05/10/2017 - 17:43

Viva la giustizia italiana che con la scusa di interpretare la legge (come vogliono i giudici) ci mette tutti in pericolo. Perché oggi é toccato a Roma domani potrebbe capitare a te. Ai giudici ed ai politici dello ius soli non capiterá mai perché loro hanno la scorta.

Ritratto di zanzaratigre

zanzaratigre

Gio, 05/10/2017 - 18:05

Confidiamo nel padre della ragazzina che essendo un militare degli U.S.A. deve essere ben armato!

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Gio, 05/10/2017 - 18:08

Per forza questi continuano a farlo, sanno di rimanere impuniti, non riescono a credereci, al contrario che al loro paese.

Ritratto di Lissa

Lissa

Gio, 05/10/2017 - 18:31

Prego, nome e cognome di quest'altro "giudice democratico" con l'augurio (sempre al giudice democratico, che la prossima vittima sia la moglie o qualche sua parente.