Vicesindaco leghista va in Cina e viene espulso: "Trattato da clandestino"

Costantino Eretta racconta l'odissea: "Nessuno che parlasse un inglese accettabile o mi spiegasse perché non si volesse risolvere il problema..."

Un viaggio per far conoscere i prodotti delle Liguria e le aziende di val di Magra-Lunigiana che però non ha avuto un buon esito. Al centro dell'assurda storia è finito Costantino Eretta, vicesindaco di Sarzana (La Spezia), che lo scorso 6 novembre aveva deciso di partire per la Cina insieme al sindaco di Mulazzo, Claudio Novoa, e un collaboratore del giornale Gazzetta della Spezia. Ma ecco la situazione che non ti aspetti: le autorità cinesi non hanno dato il via libera al leghista poiché non era munito del passaporto. Al momento non si sa ancora se si stato smarrito o derubato.

"Trattato da clandestino"

Come riportato da Fanpage, Eretta ha confessato di essersi sentito "trattato da immigrato clandestino" e ha poi riassunto la vicenda: "Sono stato bloccato al mio ingresso in Cina e forzatamente rimpatriato, con la polizia italiana che mi attendeva a Malpensa e dopo essere stato trattenuto nell'area dogana dell'aeroporto di Pechino con le guardie a custodirmi quasi 15 ore, davvero un'odissea".

Dopo ben 30 ore di viaggio il vicesindaco del Carroccio era atterrato a Pechino, ma poco dopo ha ricevuto una notizia inaspettata: "Salito sul volo della China Airlines all'aeroporto romano di Fiumicino ho tenuto il mio passaporto nella tasca interna della giacca che ho riposto nel stipetto sopra il mio posto. All'arrivo però il documento era sparito e non so dire se sia andato perduto o mi sia stato rubato". Il ligure ha fatto sapere di aver immediatamente avvertito le autorità locali: "Mentre la nostra delegazione partiva con tutti gli altri membri per rispettare il programma, ero convinto di risolvere la cosa denunciando lo smarrimento del passaporto".

Eretta ha successivamente mostrato la lettera di invito da parte del governo cinese pensando di raggiungere il resto del gruppo in un secondo momento, ma il trattamento ricevuto non è stato dei migliori: "Nessuno che parlasse un inglese accettabile o mi spiegasse perché non si volesse risolvere il problema. Sono stato 15 ore confinato in dogana, osservato dalle guardie, costretto a chiedere il permesso per recuperare da bere, mangiare o andare in bagno".

Il leghista, con l'utilizzo del cellulare, ha avuto modo di contattare il Ministro degli Esteri a Roma e il consolato italiano a Pechino: "Loro mi sono stati vicini, chiamandomi spesso e rassicurandomi, ma la Cina mi ha espulso mettendomi su un aereo diretto a Milano dove ho trovato la polizia italiana ad attendermi. Ho chiesto un appuntamento immediato con l'ambasciata cinese a Roma e sto interessando la Lega". Eretta infine ha concluso rivolgendosi a tutti gli schieramenti politici "affinché si lavori perché un italiano in situazione analoga non subisca più quello che ho subito io".

Commenti
Ritratto di alejob

alejob

Lun, 11/11/2019 - 13:46

Sei stato fortunato che non ti hanno rotto le costole con il Confu. Non sò per quale ragione sei andato in Cina, ma se si andato per politica, dovevi sapere che loro ODIANO la DEMOCRAZIA e se è questo che volevi, devi ringraziare qualcuno che ti ha protetto.

Ritratto di eaglerider

eaglerider

Lun, 11/11/2019 - 13:47

Questo dimostra la grande considerazione di cui gode l'Italia con questo Governo. Il resto di zero !!!

dagoleo

Lun, 11/11/2019 - 13:47

e da noi cinesi ne sono entrati a milioni e girano indisturbati per tutto il paese senza alcun problema. ci rendiamo conto con chi ci stiamo confrontando?

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Lun, 11/11/2019 - 14:00

Doveva il vice-sindaco, stare più attento a non farsi rubare il passaporto: chi è senza documenti risulta clandestino. Stessa condotta dovremmo tenere noi italiani nel confronto di "migranti" sedicenti ben intenzionati. In quanto al Ministero degli esteri avranno chiesto a Di Maio che cosa bisognava fare e lui ha detto Picche.

Giorgio5819

Lun, 11/11/2019 - 14:02

Impariamo dai cinesi, non hai documenti ? FUORI !! Magari lo facessimo ! Solidarietà al Sig. Eretta per il disagio subito.

roberto67

Lun, 11/11/2019 - 14:06

Ha ricevuto il trattamento normale, oltretutto non gli hanno neppure fatto pagare la multa prevista da qualsiasi altro Stato per il caso in questione. Se il passaporto viene smarrito durante un viaggio all'estero si informa l'ambasciata italiana locale, che solitamente sblocca la situazione fornendo un nuovo passaporto (con i tempi necessari) o permettendo il rimpatrio con il primo volo disponibile, evitando quindi la reclusione. Forse questo vicesindaco non si è mai recato all'estero e pensava che anche fuori dall'Italia vige lo stesso lassismo in fatto di immigrazione.

ROUTE66

Lun, 11/11/2019 - 14:29

COSA Cè DI STRANO,NIENTE PASSAPORTO NIENTE INGRESSO,è così che ci si comporta nei paesi seri. MAGARI SUCCEDESSE ANCHE DA NOI IN ITALIA.

badboy

Lun, 11/11/2019 - 14:37

Haha, che pxxxa. Anche se i cinesi hanno tutte le ragioni spero che gli sia almeno una lezione quanto brutto può essere un regime totalitare nei confronti del singolo individuo, e soprattuto spero che abbia finalmente capito quanto prezioso sia la libertà di viaggio e di residenza che abbiamo ottenuto nell'Unione Europa. E che capisca che anche un grande fiero orgoglioso Italiano in tutto il resto del mondo è solo uno straniero fra tanti...

ulio1974

Lun, 11/11/2019 - 14:41

mi sembra tutto regolare: senza passaporto in un Paese non sim entra, e ti rispediscono da dove sei venuto. Polizia di frontiera cinese impeccabile! Avrebbe dovuto complimentarsi anzichè lagnarsi.

rossomaltese

Lun, 11/11/2019 - 14:41

Fa male stare dall'altra parte!!! Chi di espulsioni ferisce...

ulio1974

Lun, 11/11/2019 - 14:42

anzichè lagnarti cerca o rifatti il passaporto

ulio1974

Lun, 11/11/2019 - 14:44

qui la vera notizia penso sia che il vice sindaco si sia lagnato pur avendo torto marcio.

ulio1974

Lun, 11/11/2019 - 14:45

come si dice dalle mie parti : che figura da "ciculaten", tradotto: di mxxxa.

nerinaneri

Lun, 11/11/2019 - 15:03

...non ti hanno sbattuto in un centro di detenzione, sei stato fortunato...

maurizio-macold

Lun, 11/11/2019 - 15:30

Devi avere qualche "problemino" se pensi di entrare in Cina senza passaporto: ma come li sceglie la Lega i suoi rappresentanti? Li estrae a sorte nei CIM? Faccio comunque presente a molti forumisti che anche per entrare in USA serve il passaporto ed in aggiunta il visto rilasciato dall'ambasciata USA.

Ritratto di navajo

navajo

Lun, 11/11/2019 - 15:38

Invece qui se sei senza documenti o passaporto sei accolto a braccia aperte. Ci vorrebbero i cinesi alle frontiere.

Ritratto di onefirsttwo

onefirsttwo

Lun, 11/11/2019 - 15:44

Onefirsttwo(alias Tutankhamon da Hokkaido(JAPAN)) : Hi !!! STOP W la Cina : è così che si fa !!! STOP Costantino doveva ringraziarli e dire loro : bravi , voi sì che avete la testa sul collo e non come certuni che io conosco !!! STOP E ricordate : una volta c'era Dracula , oggi c'è Conte !!! STOP Yeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaahhhhhhhhhhhhhhhh

Ritratto di ilmax

ilmax

Lun, 11/11/2019 - 16:05

È evidente che è stato smarrito. In Cina non ci vai con solo il passaporto che gli è sicuramente servito per imbarcarsi, oltre che avere i permessi necessari per arrivare fin li. Detto questo, ennesima dimostrazione che se sei un extracomunitario, devi muoverti con i documenti, anche se sei il presidente della Repubblica. Mica è come a casa nostra che i clandestini li vanno a prendere, li difendono e li lasciano entrare, con il lasciapassare di alcuni parlamentari e magistrati italiani.

ziobeppe1951

Lun, 11/11/2019 - 16:13

Magold...a voi komunisti, la Cina vi importa senza documenti..come merce contraffatta anche per capire come siete riusciti così bene

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Lun, 11/11/2019 - 16:14

@ ulio1974 ti tice qualcosa se menziono, "duma c'anduma"?

Ritratto di navajo

navajo

Lun, 11/11/2019 - 16:28

ziobeppe1951 non dire al Signor Macold che è komunista, che lui lo nega e se ne ha a male. Poi però commenta sempre da komunista.

ulio1974

Lun, 11/11/2019 - 16:30

do-ut-des 16:14: certo. dove?

maurizio-macold

Lun, 11/11/2019 - 16:38

Signor ZIOBEPPE1951 (16:13), sul suo post non ho niente da dire perche' non commento le idiozie di un celebroleso.

lorenzovan

Lun, 11/11/2019 - 16:45

sti leghisti scelgono sempre localita' turistica ben lontane ed esotiche per fare" viaggi di lavoro "

lorenzovan

Lun, 11/11/2019 - 16:47

navajo e zio beppe..anc'io vi do del fascista e voi neanche lo negate ormai...lololol..anzi..sono medaglie al valore...di salo'....lolololololol

ziobeppe1951

Lun, 11/11/2019 - 16:58

Perugini .16.47...non vi è peggior fascista di un fasciokomunista

Gattagrigia

Lun, 11/11/2019 - 16:59

La reazione del signor Eretta alla sua avventura mi pare più quella di : lei non sa chi sono io! Io sono un vice sindaco leghista! Piccolo appunto, come è l'inglese del vicesindaco ? E quello della polizia italiana negli aeroporti ?

27Adriano

Lun, 11/11/2019 - 17:00

Con i trogloditi rossi al governo, l'Italia non può avere nessuna considerazione in Europa,..figuriamoci in Cina... Mi dispiace per il disagio subito.. Certe cose dovremmo però impararle dalla Cina con i migliaia di selvaggi che girano indisturbati a fare danni in Italia..

nerinaneri

Lun, 11/11/2019 - 17:14

maurizio-macold: tranquillo, ziobeppe 1800 sta tirando gli ultimi...

nerinaneri

Lun, 11/11/2019 - 17:15

...troppi anziani, l'italia poi va male...

Ritratto di hardcock

hardcock

Lun, 11/11/2019 - 17:22

Il vicesindaco dovrebbe sapere che la civiltà impone che senza documenti e senza visto, che le delegazioni cinesi all'estero appongono in modo indelebile sul passaporto, non si entra! Qualche tempo fa rimbalzarono anche Franceschini e la sua corte perchè sprovvisti di visto. Mao Li Ce Linyi Shandong China