Viene travolto dal treno mentre insegue il ladro: morto un carabiniere

Lacia la moglie e due figlie piccole. Salvini: "Una preghiera e un abbraccio"

È morto indossando la divisa, mentre faceva il suo dovere. Il vice brigadiere dei carabinieri Emanuele Reali, 34 anni, è stato investito e ucciso da un treno, mentre era in servizio.

Ieri, nel tardo pomeriggio, il carbiniere stava inseguendo, insieme ai suoi colleghi, due ladri di appartamento. Pur di riuscire a prendere i due malviventi, il vice brigadiere ha scavalcato un muro che separa i binari dalla strada, ma non si è accorto che stava arrivando il treno, che l'ha travolto. È morto così, sotto gli occhi dei suoi colleghi, nel centro di Caserta. I soccorsi degli altri carabinieri, immediati, così come quelli dei medici, sono stati inutili. Sul posto è intervenuta anche la Polfer, che non ha riscontrato responsabilità da parte del conducente del convoglio.

Il ministro dell'Interno Matteo Salvini ha espresso cordoglio per la morte del 34enne e vicinanza alla famiglia: Reali lascia la moglie e due bambine.

Per il comandante generale dell'Arma dei carabinieri, "il sacrificio di Emanuele Reali resterà sempre vivo nella memoria di tutti i carabinieri", secondo quanto riporta il Corriere della Sera.

Ma la morte di Reali non è l'unica ad aver coinvolto, negli ultimi mesi i membri dell'Arma, morti mentre svolgevano il loro dovere, ma nessuno di loro"avrà strade né piazze", come si legge in un post su Facebook, perché vittime di guerra combattuta tutti i giorni, quella silenziosa contro il crimine, che sacrifica le vite giovani e belle di eroi che saranno dimenticati.

Commenti

dagoleo

Mer, 07/11/2018 - 11:31

Morire in questo modo, per questo paese, per arrestare due balordi....l'Italia non lo merita. Se avremo in futuro una guerra penso che nessun italiano vorrà morire più per questo paese.

ilbelga

Mer, 07/11/2018 - 11:53

il mio cordoglio più sincero alla famiglia. ma permettetemi di incavolarmi se diranno che era bravo e diligente, perché se avesse sparato ai ladri ora sarebbe sospeso e sotto processo. come dico sempre, in Italia un carabiniere bravo è un carabiniere defunto. speriamo che le cose cambino...

Ritratto di aorlansky60

aorlansky60

Mer, 07/11/2018 - 12:05

Poveretto... lasciarci la vita per inseguire un ladro che la magistratura italiana avrebbe comunque lasciato libero dopo 48 ore... uno dei tanti(ssimi) controsensi italiani.

Ritratto di elkid

elkid

Mer, 07/11/2018 - 12:29

---ilbelga--anche in america--se uno sbirro spara ad un ladro disarmato che scappa -finisce sotto processo---li vedi o no i telefilm a stelle e strisce?--ma perchè alcuni di voi sono così repressi da considerare che è un bene sparare ad una persona che fugge e che non costituisce in quel momento pericolo di vita per alcuno?---ma che vi hanno fatto da piccoli?--siete stati tutti molestati dall'uomo cattivo?---se uno sbirro è poco poco un essere umano codificato secondo i canoni dello human being---ammazzare una persona disarmata che fugge --è una cosa che gli rovinerà la vita da un punto di vista psicologico finchè campa--swag