Il vincolo di coalizione

I parlamentari della Lega nei collegi sono stati votati con Forza Italia e con Fratelli d'Italia e stanno per andare al governo con il principale nemico del centrodestra, che addirittura impone loro la condizione di separarsi da una parte essenziale e determinante della coalizione

Non per sottilizzare, ma mi pare logico e onesto osservare che la proposta di introdurre il vincolo di mandato, correggendo la Costituzione che considera gli individui e le loro idee più importanti dei partiti, sia uno dei tratti illiberali e totalitari dello scriteriato accordo tra Lega e M5s. E fin qui mi sembra condivisibile il richiamo di Stefano Parisi. Ma il paradosso è che chi propone questa misura ha dato macroscopica prova di violazione del vincolo di mandato, e non individuale ma collettiva, separando per volontà del capo un blocco intero dalla coalizione con cui si era presentato agli elettori.

È il caso dei deputati della Lega che, nei collegi, sono stati votati con Forza Italia e con Fratelli d'Italia e stanno per andare al governo con il principale nemico del centrodestra, che addirittura impone loro la condizione di separarsi da una parte essenziale e determinante della coalizione. Di Maio dice: «Mai con Berlusconi» e Salvini non difende il voto dei suoi elettori, il cui mandato è contrario a M5S, ma abbozza, trama e infine elabora un contratto fraudolento con il nemico, lasciando ai margini Forza Italia come se fosse sufficiente a legittimarlo il via libera di Berlusconi. Ma neanche Berlusconi dispone del voto che l'elettore ha dato a un candidato, contro un partito di ignoranti e di aguzzini che ha scelto come simbolo i Davigo e i Di Matteo. Il vincolo di mandato non riguarda solo il singolo parlamentare, ma anche un partito che rinnega i suoi elettori e ne tradisce il voto.

Commenti

neucrate

Sab, 19/05/2018 - 16:23

Che ingiustizia,Di Mario presidente del consiglio, ed a lei non danno nessun ministero, fossi al suo posto, mi accontentarsi anche del ministero delle fogne, il signor sgarbi sono sicuro che sarebbe un ottimo ministro, visto che di cessi se ne intende, anche molto, quindi chiedo al signor sgarbi di candidarsi,le fogne sarebbero ben felici di accoglie e lo

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Sab, 19/05/2018 - 16:31

e questo è un segnale che la democrazia sta sparendo! i prossimi colpi saranno diretti a distruggere non solo la politica ma anche l'intero assetto del paese, distruggendo il tessuto sociale! come cartagine dopo la sconfitta contro roma.....vale la pena?

STREGHETTA

Sab, 19/05/2018 - 16:32

Ho sempre ritenuto giusta l'introduzione di un " vincolo di mandato ", ma nel senso letterale dell'espressione = vincolo al mandato dato dagli elettori. E' una cosa diversa dal vincolo di partito. Si può infatti accettare ( benché fino a un certo punto )che il singolo parlamentare si comporti secondo la propria intelligenza e coscienza e possa con ciò scostarsi a un certo punto dalle linee fissate dal partito di appartenenza. Ma il vincolo al mandato epresso dagli elettori sarebbe invece sacrosanto : il leader che si presenta entro una coalizione e un settore politico, e che in virtù di questa scelta e dei programmi espressi viene eletto, non dovrebbe poter tradire quel mandato, prostituire quel voto ad altri, meno che mai del settore opposto.

Ritratto di Maximilien1791

Maximilien1791

Sab, 19/05/2018 - 17:08

Lo scopo della coalizione di CDX è attuare un programma ed è quello che sta facendo la Lega, Flat tax, Legittima difesa, Abolizione Fornero, blocco degli sbarchi e rimpatri dei clandestini, asili nidi gratuiti , zero Iva su acquisti per l'infanzia, ministero per i disabili, abolizione degli studi di settore. Cosa c'è di queste cose che non era nel programma del CDX ? Se Salvini è riuscito a fare accettare queste cose al M5s in ci la metà sono Ex PD non è ungenio è un SANTO !!!

Ritratto di Maximilien1791

Maximilien1791

Sab, 19/05/2018 - 17:11

Le diro di più , se Forza Italia e Fratelli d'Italia non voteranno in Camera e Senato a favore dei provvedimenti sopra descritti e tutti dentro il programma del CDX i loro elettori andranno a prenderli a calci nel sedere. Che l'alleato con cui si fanno le cose sia M5s o belzebu e allora ? L'importante è fare le cose nel programma di CDX, non le facciamo perché i 5Stelle puzzano ? Pazienza ci tureremo ilnaso...

Ritratto di venividi

venividi

Sab, 19/05/2018 - 17:17

neucrate, 16:23, che raffinato gentiluomo lei è!

Ritratto di venividi

venividi

Sab, 19/05/2018 - 17:23

Sono d'accordo con STREGHETTA sul vincolo di mandato. Non ho capito perché un parlamentare abbia il diritto di prendere il mio voto e di farne quello che vuole per i fatti suoi. Non gliel'ho mica regalato. Solo che adesso vogliono introdurlo per evitare che - fra qualche mese - i parlamentari più intelligenti e onesti di 5* e della Lega fuggano disgustati

INGVDI

Sab, 19/05/2018 - 18:18

Salvini ha tolto la maschera. Da tempo progettava il tradimento, il passaggio di truppe e armamenti nel campo del nemico. Le considerazioni di Vittorio Sgarbi sono logica pura, incontestabili.

STREGHETTA

Sab, 19/05/2018 - 18:57

Salvini non ha fatto un'operazione pulita col traghettare i suoi consensi dalla destra alla sinistra : ha fatto un tradimento per opportunismo personale. In presenza di un " vincolo di mandato rispetto agli elettori e ai programmi ", non avrebbe potuto farlo. E sarebbe ora di vincolare gli assetati di potere a tutti i costi alle coalizioni e agli impegni presi in quell'ambito.

rokko

Sab, 19/05/2018 - 23:20

Il vincolo di mandato è vietato espressamente in Costituzione (art.67 "Ogni membro del Parlamento rappresenta la Nazione ed esercita le sue funzioni senza vincolo di mandato") perché i cittadini votano i parlamentari, non i partiti. Inoltre, se un capo partito sbrocca, i suoi parlamentari devono essere liberi di abbandonarlo, in modo che la probabilità di restare in mano ad un unico pazzo sia ridotta al minimo. Se poi la legge elettorale fa schifo e permette di votare solo i partiti, questo non è un buon motivo per mettere il vincolo di mandato.

rokko

Sab, 19/05/2018 - 23:23

Il vincolo di mandato è vietato espressamente in Costituzione (art.67 "Ogni membro del Parlamento rappresenta la Nazione ed esercita le sue funzioni senza vincolo di mandato") perché i cittadini votano i parlamentari, non i partiti. Inoltre, se un capo partito sbrocca, i suoi parlamentari devono essere liberi di abbandonarlo a se stesso, in modo che la probabilità di restare in mano ad un unico pazzo sia ridotta al minimo. Se poi la legge elettorale fa schifo e permette di votare solo i partiti, questo non è un buon motivo per mettere il vincolo di mandato.

rokko

Sab, 19/05/2018 - 23:26

STREGHETTA, Salvini deve rispondere di quello che fa solo ai suoi elettori, e basta. In politica non esiste il tradimento.

Ritratto di MyriamZ.

MyriamZ.

Dom, 20/05/2018 - 00:56

Tradimento verso chi? Gli elettori, me compresa, non si sentono affatto traditi da Salvini che cerca di attuare il suo programma. Appoggiare dal 2011 in poi i programmi della sinistra, dei tecnici, dell'UE, beh, questo sì che è tradimento!!!! Non esistono nemici, né destra né sinistra, ma promesse elettorali, un programma che i nostri rappresentanti si impegnano ad attuare. Punto.

Ritratto di Maximilien1791

Maximilien1791

Dom, 20/05/2018 - 03:35

venividi, "Non ho capito perché un parlamentare abbia il diritto di prendere il mio voto e di farne quello che vuole per i fatti suoi. " , come direbbe il Dott. Sgarbi , IGNORANTI ! Perché è previsto dalla Costituzione (purtroppo) !

mcm3

Dom, 20/05/2018 - 06:16

Se non sbaglio Berlusconi avrebbe voluto provare a fare un governo cercando i voti mancanti da persoanggi eletti con altri partiti, questo vi andava bene ?? Berlusconi avrebbe anche voluto partecipare ad un Governo con i M5S ma Di Maio ha detto NO e voi avete cominciato a parlare di Veti, ora che M5S e Lega hanno trovato un accordo parlate di Vincolo di Coalizione,

Ritratto di Maximilien1791

Maximilien1791

Dom, 20/05/2018 - 09:26

STREGHETTA, il traghetto di Salvini a sinistra lo vede solo lei, semmai è il M5s che è andatoa destra.

nonnoaldo

Dom, 20/05/2018 - 10:42

mcm3, Berlusconi non desiderava formare un governo con i 5s, ma dovendolo fare, chiedeva giustamente che il cdx partecipasse unito, ovvero con il suo 37%. DiMaio, accampando scuse di lana caprina volle solo la lega, in modo da essere maggioranza col suo 32 contro il 17. Salvini ha abboccato ed eccoci qua.

ohibò44

Dom, 20/05/2018 - 12:14

Che imporre un vincolo di mandato sarebbe stato un tratto illiberale e totalitario è quello che pensarono i padri fondatori della nostra Repubblica quando scrissero la Costituzione. E l’ho pensato anch’io, fino a ieri. Ma se un politico ottiene voti per raggiungere determinati obiettivi e poi, una volta eletto, decide di fare esattamente il contrario pur di avere una poltrona questa non è libertà democratica, è stupro del voto (perlomeno per le persone moralmente oneste)

Ritratto di renzoditolve

renzoditolve

Dom, 20/05/2018 - 12:58

Un Golpe di Napolitano che nessuno ha condannato: un Governo legittimo eletto dal Popolo con dieci milioni di voti e nome Berlusconi su scheda. Lo spread e il Paese dei balocchi:Governo, spread oltre quota 160. Tensioni sul contratto di governo, Piazza Affari perde 22,5 miliardi in una settimana Titolo Mps di nuovo a picco: polemica tra Buffagni (M5s) e Borghi (Leg. A Piazza Affari, che ha chiuso la sedute in forte perdita a -1,48%, le banche sono andate a picco: Ubi Banca è stata la peggiore con un crollo del 7,85% a 3,8 euro. Seguono Bper (-6,6%) e Banco Bpm (-6,3%). Ancora in difficoltà. Contro un Governo da incubo serve, un'opposizione da sogno Pd e FI non bastano. Renzi, il Cav, e il dovere di costruire insieme un Patto di Resistenza allo Sfascismo, partendo da un nome. No, Galli della Loggia. Dopo l'8 settembre una Nazione rinacque, dopo la fucilazione di Moro( da Comunisti dico io) iniziò lo sfaldamento fatale della Repubblica

nopolcorrect

Dom, 20/05/2018 - 13:55

Tutto vero ma le due forze che hanno avuto maggior successo alle elezioni hanno , in un certo senso, il dovere di tentare di dare un Governo al Paese. Berlusconi si è comportato da statista dando il via libera, se ora si rimangiasse tutto farebbe solo una pessima figura.