Visita ufficiale di Napolitano in Vaticano

Oltre venti minuti di colloquio tra il Capo dello Stato e Papa Bergoglio. Grande identità di vedute tra i due. All'incontro era presente anche Emma Bonino

Visita ufficiale del Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, in Vaticano. Nel corso dell'incontro Papa Francesco ha detto che "il popolo italiano può e deve superare ogni divisione e crescere nella giustizia e nella pace, continuando così a svolgere il suo ruolo peculiare nel contesto europeo e nella famiglia dei popoli". E a tal proposito il pontefice ha esortato l’Italia ad attingere "con fiducia e creatività dalla sua ricchissima tradizione cristiana e dagli esempi dei suoi santi patroni Francesco d’Assisi e Caterina da Siena, come pure di numerose figure religiose e laiche, e dalla testimonianza silenziosa di tante donne e tanti uomini".

Il Papa ha poi sottolineato che "anche in ambito civile è vero ciò che la fede ci assicura: non bisogna mai perdere le speranze. Quanti esempi in questo senso - ha detto ricordando la sua origine di figlio di immigrati italiani - ci hanno dato i nostri genitori e i nostri nonni, affrontando ai loro tempi dure prove con grande coraggio e spirito di sacrificio. Più volte - ha poi ricordato Papa Francesco - Benedetto XVI ha ribadito che la crisi attuale dev’essere occasione per un rinnovamento fraterno dei rapporti umani".

Dovere di tutti difendere la libertà religiosa

Dopo l'incontro con Napolitano Papa Francesco ha ricordato che "è un dovere di tutti difendere la libertà religiosa e promuoverla per tutti. In questo anno 2013 si ricorda il XVII centenario dell'editto di Milano, da più parti visto come simbolo della prima affermazione del principio della libertà religiosa - ha ricordato il Pontefice -. Un secolo fa le celebrazioni di questa ricorrenza rappresentarono una tappa nel processo storico che favorì la presa di coscienza e il contributo dei cattolici nella costruzione della società italiana, contributo che continua ad essere importante per il cammino della Nazione". Papa Bergoglio ha osservato quindi come "nel mondo di oggi la libertà religiosa è più spesso affermata che realizzata. Essa, infatti, è costretta a subire minacce di vario tipo e non di rado viene violata. I gravi oltraggi inflitti a tale diritto primario sono fonte di seria preoccupazione e devono vedere la concorde reazione dei Paesi del mondo nel riaffermare, contro ogni attentato, l'intangibile dignità della persona umana".

Napolitano al Papa: la sentiamo molto vicino

Il Presidente della Repubblica ha salutato Papa Francesco con parole di grande affetto: "La sentiamo profondamente vicino" ed "ella è già diventata una figura familiare e cara agli italiani". Poi si è soffermato sul rapporto tra Stato e Chiesa: "Non è qualcosa di freddamente istituzionale ma qualcosa di molto sentito e radicato nella storia". Napolitano ha ricordato al pontefice che una "limpida collaborazione" tra Stato e Chiesa è prevista "dalla lungimirante costituzione italiana" nella quale il principio della libertà religiosa è un
cardine. Per cui "è nostro dovere", ha aggiunto il presidente, difendere le libertà religiose "ovunque esse siano colpite".

Napolitano ha poi aggiunto che "il cambiamento che s’impone in Italia non può non toccare anche comportamenti diffusi, allontanatisi gravemente da valori spirituali e morali che soli possono ispirare la ricerca di soluzioni sostenibili per i nostri problemi, di prospettive più serene e sicure".

Nel concludere l'incontro Napolitano si è rivolto così al Papa: "Sono certo, Santità, che ci incontreremo con eguale slancio sulla stessa strada tra i due Colli, con attenzione a quel che si muove ed evolve attorno a noi, e sempre in spirito di reciproco rispetto, di chiara distinzione e di fattiva concordia". Al momento dello scambio dei doni il Capo dello Stato ha regalato a Bergoglio un quadro, con una veduta di Roma, e un ricco volume, illustrato con fotografie, dal titolo "Il Conclave di papa Francesco". Il Pontefice ha ricambiato con le medaglie del Pontificato.

Esordio in Vaticano per la laica Bonino

Il ministro degli Esteri ha fatto parte della delegazione ufficiale italiana che ha accompagnato Napolitano nella visita ufficiale alla Santa Sede. Una "prima voltàa"per l’esponente radicale considerata, da molti ambienti cattolici, la quintessenza di tutto ciò che un politico non deve essere. Si è presentata disinvolta, vestita di scuro. H stretto la mano a Papa Francesco il quale ha avuto con lei un rapido scambio di battute, sottolineate da un ampio gesto della testa. Da parte sua la Bonino ha annuito con grande attenzione tutte le volte che il Papa prima e il Presidente della Repubblica poi citavano la necessità di difendere la libertà religiosa.

Commenti
Ritratto di marforio

marforio

Sab, 08/06/2013 - 14:22

Un vero peccato.Quando fa comodo i comunisti diventano catto.

Ritratto di marforio

marforio

Sab, 08/06/2013 - 14:22

Un vero peccato.Quando fa comodo i comunisti diventano catto.La bonino da che parte stava , tra i catto o tra i com.

Ritratto di PaoloDeG

PaoloDeG

Sab, 08/06/2013 - 15:08

In realtà esitono il Male ed il Bene! Quindi bisogna combattere il Male affinché c'é Giustizia, Civiltà e Progresso! Per sradicare il Male intero (politico, ideologico, terrorista, criminale, eccetera) bisogna semplicemente preservare rispettare e proteggere le Leggi fondamentali Libertà Uguaglianza, Dignità umana è inviolabile! Che sono anche le leggi che racchiudono l'intera cultura cristiana! Lo Stato intero, tutti i potere pubblici e la Chiesa, per fare ciò devono possedere Judicium, Ratiocinium et Scientia Intuitiva ed anche adempiere il loro compito! Evidentemente la volontà manca ed il caos guadagna sempre più terreno! La lotta del Bene contro il Male, sembra la vince il Male, altrimenti ci sarebbe già Giustizia Civiltà ed automaticamente Progresso! O Patria mia che di catene hai carche ambe le braccia, senza l’Elmo di Scipio hai china la testa! Se io fossi il Capo dello Stato, Pro Patria Semper!

primula

Sab, 08/06/2013 - 15:34

tradotto, parla a giorgino perchè bonino boldrini cècile capiscano, ma..................loro non capiscono................o vero fingono..............

giottin

Sab, 08/06/2013 - 17:49

Che goduria vedere il komunistone re dei barboni in clio renault in mezzo a tutti quei cardinaloni di bossiana memoria!!!!

Ritratto di Carlo Marra

Carlo Marra

Sab, 08/06/2013 - 18:28

Emma mi hai deluso, proprio te inginocchiata al bacio della Sacra Pantofola! Siamo mal messi!

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Sab, 08/06/2013 - 18:33

anche berlusconi ha difeso la libertà religiosa. gli unici che non hanno difeso la libertà religiosa, anzi, l'hanno sbeffeggiata e derisa sono proprio i comunisti! basti vedere quanto desiderano essere gay, fare i pride gay, essere gay per loro è outing, e, paradosso dei paradossi, la sinistra comunista finanzia gli hezbollah, che sono per la religione mussulmana integrale, e sono contro i sionisti! ma in che cacchio di mondo vivete, bestie comuniste????

Ritratto di Carlo Marra

Carlo Marra

Sab, 08/06/2013 - 18:54

Emma,Emma, vederti inginocchiata al bacio della Sacra Pantofola dell'omino Bianco mi ha provocato il vomito! D'accordo che prima di te il Collega del tempo (2006) Baffetto era stato insignito delle Massime Onorificenze Pataccare dello Stato Canaglia (ordine Giarettiera di Santa Brigida) ma da te mi sarei mai aspettato una figura del genere. O tempora, o mores !!!!!!!!!!!! http://www.google.it/search?client=safari&rls=en&q=Vaticano+stato+canaglia&ie=UTF-8&oe=UTF-8&redir_esc=&ei=m2GzUf_ZNcaLOfv4gNAF

Ritratto di spectrum

spectrum

Sab, 08/06/2013 - 18:55

Bah. Papa Francesco fa raccogliere le firme nelle chiese per la difesa alla vita, e poi accetta visite da Emma Bonino, il diavolo che ha ucciso di sua mano con pompa di bicicletta 10141 bambini. L'omicidio dei piu deboli tra i deboli, colui che non puo difendersi. Cosi vuola la sinistra, per costruire lo schifo di societa' in cui viviamo. Bah. Sogno un eroe cattolico martire che dica "no", io non ci sto.

Ritratto di Carlo Marra

Carlo Marra

Sab, 08/06/2013 - 19:09

Vaticano,Comunisti,Radicali,...... una sola grande ammucchiata nell'interesse dei lavoratori. NO AL DINERO è lo sterco del Demonio Belzebub! Signore vieni presto in nostro aiuto!

Ritratto di xulxul

xulxul

Sab, 08/06/2013 - 19:11

Ecco speriamo che la lezione serva a ricordare alcune cosette fondamentali: l'obiezione di coscienza contro leggi immorali non si discute. Speriamo di arrivare al 100% di medici e farmacisti obiettori. Pu......te di referendum (fallito) come quello di Bologna non devono più verificarsi. La parità nel sistema dell'istruzione è un dato acquisito. Al limite si dovrà incentivare ulteriormente la libertà di scelta dei genitori con sussidi effettivi. La Bonino, nemica dell'uomo e quindi di Cristo e della Chiesa, deve cominciare a capire che non si può legiferare contro la legge naturale. Questo vale per tutti i politici specie per quelli che si dicono credenti. Quindi i vari Grasso, Boldrini ecc. prima di dire sciocchezze in tema di dititti civili, dovrebbero studiare e non farsi guidare da ridicole mode o peggio cedere alle pressioni di lobby perniciose comecquella gay. Cosa che invece ha bellamente fatto il grigio Letta.

paolonardi

Sab, 08/06/2013 - 21:03

Carissimo Feltri, come al solito sono al sito al 99% d'accordo con lei. Ma credo che per riformare la giustizia basti mto poco. I giudici, distinti dai PM o giudici che emettano una sentenza modificata dai giudizi di II o III grado debbano Deddanno pagare di t

Luigi Farinelli

Sab, 08/06/2013 - 23:58

C'era già abbastanza odore di zolfo in Vaticano (come Papa Francesco ben sa, tanto da cominciare ad avvertire che le intrusioni massoniche non saranno più tollerate). Ma dopo la presenza della Bonino occorrerà mantenere le finestre aperte per un bel po' per far uscire l'aria infettata da miasmi luciferini.

Ritratto di terenziobdin

terenziobdin

Dom, 09/06/2013 - 09:16

Napolitano canaglia,parla di liberta' con imorti del 56 di praga,vergogna.BONINO IL PEGGIO ELEMENTO D'ITALIA ASSASSINA DA CLINICA. ITALIANI RIBELLIAMOCI A QUESTI INCAPACI.

Ritratto di terenziobdin

terenziobdin

Dom, 09/06/2013 - 09:20

NAPOLITANO CANAGLIA,PARLA DI LIBERTA' CON I MORTI DEL 56 DI PRAGA, ASSASSINO. BONINO IL PEGGIOR ELEMENTO DELLA POLITITICA ITALIANA, CRIMINALE DA CLINICA.ITALIANI SVEGLIATEVI.

pinux3

Dom, 09/06/2013 - 11:40

@terenziobdin...Morti del '56 di Praga? Non ti pare di fare un po' confusione con le date?

giottin

Dom, 09/06/2013 - 14:46

#pinux3. Quello di terenziobdin è un errore veniale che lei non avrebbe neanche dovuto riprendere...