Vita dura per i proprietari dei cani ad Asti. Multa se non puliscono la pipì

Non basta più portare paletta e sacchettino, adesso anche una bottiglia d’acqua per lavare il suolo pubblico

Vita sempre più dura per i padroni e i loro cani. Asti ha dichiarato guerra all’inciviltà dei cittadini. E per chi sporca il suolo pubblico e non provvede all’immediata pulizia di esso, scatterà una bella multa che potrà variare da un minimo di 25 a un massimo di 500 euro. Il sindaco Maurizio Rasero ha reso obbligatorio, tramite l’ordinanza n°5 del 16 gennaio, anche il lavaggio del suolo cittadino, non solo la raccolta degli escrementi canini. Chi vorrà uscire con il proprio cane, da oggi in poi dovrà quindi portare con sé la paletta, il sacchetto e una bottiglia d’acqua. Come cita l’ordinanza ”Tale provvedimento è stato adottato poiché la mancata rimozione delle deiezioni degli animali e la relativa pulizia del suolo pubblico, in particolare sui marciapiedi destinati ai pedoni, nelle aiuole e nei luoghi destinati alla ricreazione e allo svago dei cittadini, oltre a costituire un atto di maleducazione e di inciviltà, possono comportare rischi per la salute della popolazione, soprattutto per le fasce più esposte”. Il sindaco ha inoltre affermato che tale ordinanza, molto più severa rispetto alla precedente, si è resa necessaria in seguito alle numerose lamentele pervenute al comune, proprio da parte dei cittadini. Per venire incontro ai proprietari, in diverse zone dell’area cittadina sono stati collocati appositi cestini.

Il sindaco ha poi affermato che “rispettare le regole aiuta a far superare ogni forma di intolleranza verso la presenza degli amici a quattro zampe nella nostra città”. Negli anni passati anche altri Comuni avevano adottato lo stesso provvedimento, soprattutto in Liguria, quali Chiavari, Santa Margherita, Camogli, Bogliasco. La prima in assoluto era stata Recco nel 2004. Compito gravoso quello della Polizia Municipale che dovrà fare rispettare le regole. Caso eclatante era stato quello di Savona, che a fine 2017 aveva vietato l’ingresso ai cani nel centro cittadino, proprio in seguito all’ordinanza anti-pipì firmata dalla sindaca Ilaria Caprioglio. Apriti cielo, sommossa dei cittadini che hanno marciato due giorni prima di Natale contro l’ordinanza. E il comune in quell’occasione è dovuto tornare sui suoi passi modificando il testo. Il padrone, se proprio non fosse riuscito a condurre dolcemente il cagnolino nella zona consentita, avrebbe però dovuto lavare via la pipì con l’acqua, senza essere multato.

Commenti
Ritratto di lurabo

lurabo

Sab, 19/01/2019 - 11:01

ormai siamo allo sbando totale

Ritratto di anticalcio

anticalcio

Sab, 19/01/2019 - 11:06

le leggi ci sono per gli incivili padroni dei quadrupedi..ma non mi risulta multe elevate a questi "signori"!! in genere,quando il loro quadrupede fa i bisogni magari davanti ai portoni altrui,si girano sempre dall'altra parte..o sono al telefonino.

colomparo

Sab, 19/01/2019 - 11:13

Pazzesco , una farsa imbarazzante !! Ci sono i migranti africani che pisciano in pubblico dove e quando vogliono e i ns amministatori ottusi non hanno nient'altro da fare che multare i proprietari dei cani!Scommetto che fra un pò ci piazzeranno i cessi per i cani !!

Ritratto di mbferno

mbferno

Sab, 19/01/2019 - 11:17

I cani si,gli africani no? Forse la loro pipì è diversa?

CidCampeador

Sab, 19/01/2019 - 11:33

basta registrare il cane nelle liste degli immigrati e la multa sparisce

Ritratto di DuduNakamura

DuduNakamura

Sab, 19/01/2019 - 12:20

Non c'è limite alla stupidità umana e soprattutto alla pavidità di molti "addetti". Tutti pronti a sanzionare lo schizzetto di un chiuaua ed a voltarsi dall' altra parte quando "risorse Boldriniane varie" si accucciano dietro le panchine dei giardini pubblici regalandoci ben più corpose torte che non vengono chiaramente nè raccolte nè smaltite. Provare a far rispettare le norme esistenti con un minimo di "grano salis" ad Italiani e diversamente Italiani sarebbe la più bella riforma della giustizia dal dopoguerra ad oggi !!!

Albius50

Sab, 19/01/2019 - 12:49

Ecco un posto dove non andrò mai a bere il BARBERA, PREFERIR0' L'OLTREPO'

Ritratto di hernando45

hernando45

Sab, 19/01/2019 - 13:07

Se e sottolineo il SE,invece a pisciare e una RISORSA!!! MULTA ZEROOO!!! Buenos dìas dal Nicaragua.

Ritratto di Straiè2015

Straiè2015

Sab, 19/01/2019 - 13:25

FINALMENTE le cose si muovono. I maleducati padroni di cani hanno rovinato il muro del palazzo (NUOVO) dove abito da pochi anni e non vi dico la puzza!

lavieenrose

Sab, 19/01/2019 - 13:31

e come si comporta con gli extracomunitari che ne fanno d'ogni done in strada? A proposito, almeno i cani non spacciano.....

leopard73

Sab, 19/01/2019 - 13:43

Siamo alla follia demenziale della POLITICA!!!!!

REX5000

Sab, 19/01/2019 - 13:47

Però i clandestini possono fare tutto è la loro coltura e presto (come disse qualcuno) sarà la nostra

cir

Sab, 19/01/2019 - 14:27

perche' i cani devono pisciare sui portoni e sui lampioni senza che nessuno pulisca ??

Luthien

Sab, 19/01/2019 - 14:58

Finalmente un inizio di civiltà! Le nostre città ormai sono diventate una toilette per cani a cielo aperto, inoltre gli incivili proprietari, certi dell'impunità li fanno urinare anche sui motorini parcheggiati, che sono notoriamente una proprietà privata. Mi sembra il minimo che girino con la bottiglietta d'acqua e inasprirei le sanzioni ancora di più! A quelli che citano i migranti ricordo che statisticamente è più frequente vedere un cane che la fa per strada piuttosto che un migrante. Ciò detto da una che è fortemente contraria sia all'immigrazione clandestina che e allo ius soli.

Popi46

Sab, 19/01/2019 - 15:02

@cir: perché anche i bipedi, in tanti, soprattutto maschi, pisciano ovunque capiti ove ne abbiano la necessità....,finché è un quadrupede, proprietà di un bipede maleducato, il bipede si può multare, ma quelli senza quadrupede chi li educa? Lei, pulendo i lampioni?

mozzafiato

Sab, 19/01/2019 - 15:16

non potevano mancare i commenti demenziali di coloro i quali credono che detenere un cane, SIA UN OBBLIGO IMPOSTO DAL VOLERE CELESTE ! Ancora piu' demenziale e' in questa sede, l'arrampicarsi sugli specchi del paragone con i clandestini che pisciano in strada. Allora se un clandestino piscia in strada (commettendo una infrazione), ANCHE UN CANE PUO' FARE LA STESSA COSA senza che il suo buzzurro ed ignorante padrone non ne risponda ? Io dico che la demenza umana condivisa, ha raggiunto livelli impensabili ! Per inciso, nel paese dove abito NON MAI VISTO UN MIGRANTE PISCIARE IN STRADA, MENTRE DI CANI NE VEDO A BIZZEFFE !

Ritratto di DuduNakamura

DuduNakamura

Sab, 19/01/2019 - 15:51

@mozzafiato. Vieni a Milano e vedrai migranti fare questo ed altro ovunque ed in pieno giorno !!!

Ritratto di Straiè2015

Straiè2015

Sab, 19/01/2019 - 15:56

@ mozzafiato -- PAROLE SANTE! Tra l'altro, lasciare che il cane urini contro il muro di una casa costituisce REATO DI DANNEGGIAMENTO (Art. 635 c.p.), fatto confermato da una recente sentenza della Cassazione (n° 7082).

Mogambo

Sab, 19/01/2019 - 16:07

Va bene, non è il caso di litigare, possiamo trovare un accordo pacifico e amichevole fra i padroni dei cani e chi ahimè non li gradisce.D'accordo puliremo le deiezioni liquide dei nostri amici quattrozampe.Non mi sembra un grosso sacrificio portarsi appresso una bottiglietta d'acqua per assolvere l'incombenza.Non vedo motivi di polemica in questa ordinanza, osserviamola, anche per tutelare i nostri amati cagnolini e tranquillizzare tutti gli altri utenti della strada.

ziobeppe1951

Sab, 19/01/2019 - 16:18

Rimarrai sicuramente MOZZAFIATO ...se vorrai un po’ di torte africane in pieno centro a Milano

utherpendragon

Sab, 19/01/2019 - 16:29

I cani non lasciano le loro deiezioni per liberarsene. Le usano come messaggio.In una passeggiata una cane può "marcare" 20 o 30 volte il territorio.Ora un cagnone enorme ( mastiff, S. Bernardo)ha una capienza vescicale di circa 300 cc , che scendono a 100-150 in un cane di media taglia.Dividiamo per 20 e poi immaginiamoci di correre a spruzzare acqua su ogni goccia di pipì.Quindi o tutti in giro con la tanica oppure ci saranno quantità omologate a seconda delle dimensioni del cane.

utherpendragon

Sab, 19/01/2019 - 16:41

caro mozzafiato se Lei non ha mai visto un incivile (risorsa boldriniana o cittadino italiano da millanta generazioni)pisciare contro un muro le dico " beato Lei".Consiglio comunque ai proprietari di angoli di casa o portoni ( ovviamente anch'io appartengo alla categoria) di spruzzare in loco candeggina .Non quell'acquerugiola profumata da casalinga del terzo millennio,ma sano vecchio ipoclorito di sodio in buoina concentrazione da trovare i drogheria. Il cane non più richiamato dall'odore passerà oltre. L'umano no.

cir

Sab, 19/01/2019 - 17:55

utherpendragon : praticamente il bipede porta il quadrupede e pisciare sulla porta di casa mia e io devo pulire ???

Ritratto di Straiè2015

Straiè2015

Sab, 19/01/2019 - 18:20

@ utherpendragon -- Qui da noi le abbiamo provate tutte. 1) i repellenti, INUTILI E COSTOSI; 2) l'ammoniaca: peggio ancora; 3) lo zolfo in polvere: ci hanno addirittura pisciato sopra! 3) l'ipoclorito di sodio: non c'è male; 4) la nafta: questa FUNZIONA ma lascia un alone nel muro. L'ideale è che i proprietari si comportino con EDUCAZIONE. Per quanto riguarda le risorse boldriniane, se li vedo li fotografo e poi minaccio di chiamare la PS: anche questo sistema ha funzionato.

cir

Sab, 19/01/2019 - 20:21

Mogambo - questo e' un ragionamento..

utherpendragon

Sab, 19/01/2019 - 22:20

cir . giustissimo .Il bipede non deve portare il quadrupede a pisciare sulla soglia altrui, ma se la candeggina è spruzzata ogni mattina e mi riferisco ai luoghi di più insistito passaggio , non in campagna , il quadrupede non ci mette il suo segnale. Esperienza personale : ho un cane di quelli GROSSI e quindi con tanta riserva urinaria; con un po' di attenzione riesco sempre ad evitare che pisci negli androni , nei portoni, presso gli esercizi commerciali.Ma quando, come sul mio portone, trova la giusta quantità di candeggina starnutisce e se ne va senza che debba tirarlo via io.